I farmaci antibatterici sono un gruppo speciale di farmaci. Il loro obiettivo principale è la distruzione delle infezioni batteriche nel corpo. In base al tipo di agente patogeno, viene selezionato anche un antibiotico. La varietà di agenti patogeni provoca un gran numero di specie di questo gruppo di farmaci.

Gruppi di antibiotici - Classificazione

I farmaci antibatterici sono prodotti vitali (di origine naturale o analoghi sintetici) di microrganismi batterici viventi progettati per inibire selettivamente lo sviluppo di cellule di altri organismi. Per la prima volta, il termine "antibiosi" (vita contro vita) è stato proposto da Pasteur e le sostanze che hanno realizzato questo processo hanno iniziato a essere chiamate antibiotici. Questo gruppo comprende centinaia di farmaci che variano per composizione chimica e struttura..

Differiscono anche nello spettro e nel meccanismo di funzionamento, ma l'effetto degli antibiotici è sempre diretto contro i microrganismi patogeni. In conformità con la composizione chimica, sono combinati nei seguenti gruppi:

  • b-lattamici: penicilline, cefalosporine, carbopenemi, monolattami;
  • gruppo macrolidi e lincomicina;
  • tetracicline;
  • cloramfenicolo;
  • aminoglicosidi;
  • polieni;
  • altro (antibiotici di varie strutture chimiche).

Farmaci antibatterici - elenco

Il costante cambiamento di microrganismi patogeni, la loro resistenza agli effetti dei farmaci richiede un costante miglioramento dei farmaci. Gli scienziati lavorano costantemente alla creazione di nuovi agenti antibatterici. A questo proposito, l'elenco degli antibiotici è in continua espansione. Tuttavia, ci sono farmaci che si sono dimostrati migliori di altri nel processo di trattamento, sono più spesso utilizzati nella pratica medica - i migliori antibiotici, secondo i medici. Inoltre, un nome simile per antibiotici non significa la loro somiglianza.

penicilline

Il gruppo di antibiotici penicillinici è uno dei più antichi. Le sostanze incluse nei preparati sono prodotte da molti tipi di muffe del genere Penicillium. Sono efficaci contro la maggior parte dei microrganismi gram-positivi e alcuni gram-negativi. Nella loro struttura, questi sono beta-lattamici. La caratteristica principale di questi composti è la presenza di un anello beta-lattamico a quattro membri nella molecola.

Questa struttura determina le proprietà terapeutiche uniche delle penicilline, tra cui:

  • bassa tossicità;
  • effetti collaterali rari;
  • ampio intervallo di dosaggio.

Nella loro struttura chimica, le moderne penicilline sono molto diverse. Data questa caratteristica, si distinguono 6 gruppi principali di penicilline:

  1. Penicilline naturali: benzilpenicilline, bicilline, fenossimetilpenicillina.
  2. Isoxazolepenicillins: cloxacillin, oxacillin.
  3. Amidinopenicilline: amdinocillina, acidocillina.
  4. Aminopenicilline: ampicillina, amoxicillina.
  5. Carbossipenicilline: ticarcillina, carbenicillina.
  6. Ureidopenicilline: azlocillina, meslocillina.

Preparati macrolidi

Gli antibiotici macrolidi sono una grande classe di farmaci antibatterici. Al centro della loro struttura chimica c'è un anello di lattone macrociclico. Determina in parte l'effetto antibatterico dei macrolidi: una violazione della sintesi proteica sui ribosomi delle cellule di microrganismi patogeni. Come risultato di tali cambiamenti, si osserva un pronunciato effetto batteriostatico: l'inibizione dello sviluppo dei batteri.

Alcuni di questi farmaci sono chiamati farmaci antibatterici con attività anti-Helicobacter pylori (omeprazolo). Oltre all'azione antibatterica, i macrolidi hanno:

  • attività immunomodulatoria;
  • effetto antinfiammatorio.

I macrolidi appartengono al gruppo di antibiotici a bassa tossicità, pertanto vengono spesso utilizzati nella pratica clinica. Mostrano alta efficienza contro cocchi gram-positivi, forme intracellulari di batteri:

Per il trattamento, i medici usano diversi tipi di macrolidi:

  • 14 membri - Eritromicina, Claritromicina;
  • 15 membri - Azitromicina;
  • 16 membri - midecamicina, josamicina.

Antibiotici cefalosporine

Il gruppo delle cefalosporine è una delle classi più estese di agenti antibatterici. La loro alta efficienza e bassa tossicità causano una frequente applicabilità. Tra le principali proprietà delle cefalosporine, è necessario distinguere:

  • pronunciato effetto battericida;
  • ampio intervallo terapeutico;
  • sinergismo con gli aminoglicosidi;
  • distrutto da β-lattamasi a spettro esteso.

Per distinguere tra un gran numero di farmaci di questo gruppo, i medici spesso li dividono in orali e parenterali (in base all'attività predominante). Tuttavia, la classificazione delle cefalosporine per generazione è diventata più diffusa. Riflette non solo la storia del miglioramento di questo gruppo di farmaci, ma anche il grado della loro efficacia.

Tutto sugli antibiotici ad ampio spettro: classificazione, gruppi, caratteristiche

Gli antibiotici ad ampio spettro sono spesso prescritti ai pazienti. La loro azione antimicrobica è diretta a batteri, virus, funghi e protozoi. Oggi i medici hanno un numero enorme di antibiotici. Hanno origini diverse, composizione chimica, meccanismo antimicrobico, spettro antimicrobico e frequenza di resistenza ai farmaci. La classificazione degli antibiotici ha subito molti cambiamenti dal loro uso nella pratica clinica..

Diversi gruppi di antibiotici. Tuttavia, hanno tutte caratteristiche simili:

  • Non mostrare un evidente effetto tossico sul corpo.
  • Hanno un pronunciato effetto selettivo sui microrganismi..
  • Forma resistenza ai farmaci.

Il termine "antibiotico" è stato introdotto nel vocabolario della pratica medica dalla ricezione e dall'introduzione della penicillina nella pratica medica nel 1942.

Il primo antibiotico fu scoperto nel 1929 dallo scienziato Alexander Fleming. Il biochimico inglese Ernst Chain ha ricevuto per la prima volta l'antibiotico nella sua forma più pura. Successivamente, è iniziata la loro produzione. E dal 1940, gli antibiotici sono stati attivamente utilizzati per il trattamento.

Oggi vengono prodotti oltre 30 gruppi di antimicrobici. Tutti hanno il loro spettro microbico, hanno vari gradi di efficienza e sicurezza..

Figura. 1. Nel 1945, Fleming, Flory e Cheyne ricevettero il premio Nobel per la fisiologia o la medicina "Per la scoperta della penicillina e dei suoi effetti curativi in ​​varie malattie infettive".

Figura. 2. Nella foto "Rescue mould" di penicillina.

"Quando mi sono svegliato all'alba il 28 settembre 1928, di certo non avevo pianificato una rivoluzione in medicina con la mia scoperta dei primi antibiotici al mondo o batteri killer", ha scritto questa voce nel diario di Alexander Fleming, l'uomo che ha inventato la penicillina.

Chi produce antibiotici?

Gli antibiotici possono produrre alcuni ceppi di batteri, funghi e actinomiceti.

batteri

  • I ceppi di Bacillus subtilis formano bacitracina e subtilina.
  • Pseudomonas aeruginosa ha la capacità di formare alcuni tipi di piocompounds (piocinasi, piocianina, ecc.).
  • Bacillus brevis forma gramicidina e tireotricina.
  • Il bacillus subtilis forma alcuni antibiotici polipeptidici.
  • Il bacillus polimixa forma la polimixina (aerosporina).

attinomiceti

Gli actinomiceti sono batteri simili a funghi. Più di 200 composti antimicrobici di origine antibatterica, antivirale e antifungina sono stati ottenuti da actinomycetes. I più famosi: streptomicina, tetraciclina, eritromicina, neomicina, ecc..

Streptomyces rimosus secrete ossitetraciclina e rimocidina.

Streptomyces aureofaciens secernono clortetraciclina e tetraciclina.

Streptomyces griseus forma streptomicina, mannosidostreptomicina, cicloossimide e streptocina.

Fungo

I più importanti produttori di antibiotici. I funghi producono cefalosporina,

acidi griseofulvin, micofenolici e penicillinici, ecc..

Penicillium notatum e Penicillium chrysogenum formano penicillina.

Aspergillus flavus forma penicillina e acido aspergillico.

Aspergillus fumigatus forma fumigatina, spinulosina, fumigacina (acido gelvolico) e gliotossina.

Figura. 3. Nella foto, una colonia di bacillo di fieno - batteri del suolo. Il bacillus subtilis forma alcuni antibiotici polipeptidici.

Figura. 4. Nella foto, i ceppi di Penicillium notatum e Penicillium chrysogenum formano penicillina.

Figura. 5. Nella foto della colonia di actinomiceti.

Parete cellulare batterica e antibiotici

La colorazione delle cellule batteriche di un colore diverso, a seconda dello spessore della cellula, fu inventata nel 1884 dal batteriologo danese Hans Christian Joachim Gram. Il suo metodo di colorazione ha svolto un ruolo importante nello sviluppo della classificazione dei batteri..

Figura. 6. Nella foto, la struttura della parete batterica dei batteri gram-positivi (a destra) e gram-negativi (a sinistra).

Batteri Gram-negativi

Nei batteri che, quando colorati secondo Gram, acquisiscono un colore rosso o rosa (gram-negativo), la parete cellulare è spessa, a più strati. La membrana esterna dei batteri gram-negativi funge da protezione contro alcuni antibiotici: lisozima e penicillina. Inoltre, la parte lipidica del foglio esterno della membrana di questi batteri svolge il ruolo di endotossine che, quando entrano nel flusso sanguigno durante l'infezione, causano una forte intossicazione e shock tossico.

Batteri Gram-positivi

Nelle cellule batteriche che, quando colorate da Gram, acquisiscono un colore viola (gram-positivo), la parete cellulare è sottile. Il foglio di membrana esterno è privo di uno strato lipidico - protezione da condizioni avverse. Tali batteri sono facilmente danneggiati dagli antibiotici con azione batteriostatica e antisettici..

Figura. 7. Nella foto è una macchia di Grammo. Sono visibili cocchi Gram-positivi di colore blu e bacilli Gram-negativi di colore rosa.

Gruppi di antibiotici naturali

Esistono i seguenti gruppi di antibiotici che differiscono nella composizione chimica:

  • Antibiotici beta-lattamici.
  • Tetraciclina e suoi derivati.
  • Aminoglicosidi e antibiotici aminoglicosidici.
  • macrolidi.
  • cloramfenicolo.
  • rifampicina.
  • Antibiotici polienici.
al contenuto ↑

Gruppi di antibiotici sintetici (agenti chemioterapici)

Le sostanze che inibiscono la crescita e la riproduzione di batteri di origine sintetica sono correttamente chiamate non antibiotici, ma agenti chemioterapici. Oggi ci sono 14 gruppi. I prodotti chimici antimicrobici sono stati creati dall'inizio del 20 ° secolo. Tuttavia, gli scienziati hanno ottenuto grandi successi in questo campo dai successi della chimica sintetica. La prima preparazione chimica fu sintetizzata da Paul Erlich nel 1907. Era un farmaco per il trattamento della sifilide salvarsan.

Oggi il 90% di tutti i farmaci venduti nelle farmacie sintetiche.

Figura. 8. Nella foto, Salvarsan o "Drug 606". Il farmaco è stato creato da Paul Erlich al 606 ° tentativo. 605 esperimenti per creare un farmaco chimico per il trattamento della sifilide non hanno avuto successo.

sulfamidici

Questo gruppo di farmaci chemioterapici è rappresentato da Norsulfazole, Sulfazine, Sulfadimezin, Sulfapyridazine, Sulfamono e Sulfadimethoxins. Urosulfan è ampiamente usato nella pratica urologica. Il biseptolo è un farmaco combinato che contiene sulfametossazolo e trimetoprim.

I preparati del gruppo sulfanilamide bloccano la formazione di fattori di crescita nella cellula - sostanze chimiche speciali che prendono parte ai processi metabolici. L'uso di sulfamidici è limitato a causa dei loro effetti paralleli sulle cellule umane..

Analoghi di acido isonicotinico e basi di azoto

Analoghi di acido isonicotinico e basi di azoto sono ampiamente usati nel trattamento della tubercolosi. Preparazioni di questo gruppo: Phtivazide, Isoniazd, Metazide, Ethionamide, Protionamide e PASK.

Derivati ​​del nitrofurano

I derivati ​​del nitrofurano hanno attività antimicrobica contro batteri gram-negativi e gram-negativi, clamidia e tricomonadi. I farmaci di questo gruppo sono rappresentati da Furacilina, Furazolidone, ecc., Nonché derivati ​​del nitro-imidazolo - Metronidazolo e Tinidazolo. Bloccano la sintesi delle molecole di DNA figlia.

Gruppo di chinoloni / fluorochinoli

I farmaci in questo gruppo sono attivi contro i batteri gram-negativi. Sono rappresentati dall'acido nalidixico, dai derivati ​​dell'acido chinolontricarbossilico e dai derivati ​​della chinoxalina. Quando questi farmaci furono introdotti nella pratica clinica, furono divisi in 4 generazioni. L'elevata attività antimicrobica dei fluorochinoli ha portato allo sviluppo di forme di dosaggio topiche: orecchio e collirio.

Derivati ​​dell'imidazolo

I derivati ​​dell'imidazolo (clotrimazolo, ketoconazolo, miconazolo, ecc.) Hanno una potente attività contro i protozoi parassiti e i funghi. Ampiamente usato per tricomoniasi, amebiasi e infezioni fungine. Il metronidazolo è attivo contro l'agente causale dell'ulcera gastrica e dell'ulcera duodenale Helicobacter pylori.

Derivati ​​dell'idrossichinolina

I farmaci di questo gruppo sono attivi contro i batteri gram-positivi e gram-negativi, anche contro i ceppi resistenti agli antibiotici. Alcuni sono attivi contro i protozoi (Hiniofor), altri - contro i funghi simili a lieviti del genere Candida (nitroxolina).

Figura. 9. Vie di somministrazione di antibiotici.

Gruppi di antibiotici mediante il meccanismo dell'effetto inibitorio su diverse strutture cellulari

Gli antibiotici sono dannosi per la cellula microbica. Il loro "bersaglio" sono la parete cellulare, la membrana citoplasmatica, i ribosomi e il nucleotide.

Antibiotici che colpiscono la parete cellulare

Questo gruppo di farmaci è rappresentato da penicilline, cefalosporine e cicloserina..

Le penicilline uccidono una cellula microbica sopprimendo la sintesi del peptidoglicano (mureina), il componente principale delle loro membrane cellulari. Questo enzima è prodotto solo dalle cellule in crescita..

Antibiotici che inibiscono la sintesi di proteine ​​ribosomiali

Il più grande gruppo di antibiotici prodotti dagli actinomiceti. È rappresentato dagli aminoglicosidi, il gruppo tetraciclina, cloramfenicolo, macrolidi, ecc..

La streptomicina (un gruppo aminoglicosidico) ha un effetto antibatterico bloccando la subunità ribosomiale 30S e interrompendo la lettura dei codoni genetici, causando la formazione di polipeptidi non necessari per il microbo.

Le tetracicline interrompono il legame dell'aminoacil-tRNA con il complesso della matrice ribosoma, a seguito del quale viene soppressa la sintesi proteica da parte dei ribosomi.

Nei piccoli batteri, i parassiti intracellulari, le tetracicline inibiscono l'ossidazione dell'acido glutammico, il prodotto iniziale nelle reazioni del metabolismo energetico. Il cloramfenicolo, la lincomicina e i macrolidi inibiscono la reazione peptidil transferasi con la subunità 50 S del ribosoma, che porta alla cessazione della sintesi proteica da parte della cellula batterica.

Antibiotici che interrompono la funzione della membrana citoplasmatica

La membrana citoplasmatica si trova sotto la parete cellulare ed è una lipoproteina (fino al 30% di lipidi e fino al 70% di proteine). I farmaci antibatterici che disturbano la funzione della membrana citoplasmatica sono gli antibiotici polienici (nistatina, levorina e amfotericina B) e la polimixina. Gli antibiotici polienici vengono assorbiti sulla membrana citoplasmatica dei funghi e si legano alla sua sostanza con ergosterolo. Come risultato di questo processo, la membrana cellulare perde macromolecole, che porta alla disidratazione della cellula e alla sua morte.

Antibiotici che inibiscono l'RNA polimerasi

Questo gruppo è rappresentato dalle rifampicine, che sono prodotte dagli actinomiceti. La rifampicina inibisce l'attività dell'RNA polimerasi DNA-dipendente, che porta al blocco della sintesi proteica durante il trasferimento di informazioni dal DNA all'RNA.

Figura. 10. Il danno alla membrana di una cellula batterica con antibiotici porta alla sua morte (simulazione al computer).

Figura. 11. Nella foto, il momento della sintesi proteica dagli aminoacidi da parte del ribosoma (a sinistra) e il modello tridimensionale del ribosoma del batterio Haloarcula marismortui (a destra). Sono i ribosomi che spesso diventano il "bersaglio" per molti farmaci antibatterici.

Figura. 12. Nella foto, il momento in cui il DNA raddoppia in alto e la molecola di RNA in basso. La rifampicina inibisce l'attività dell'RNA polimerasi DNA-dipendente, che porta al blocco della sintesi proteica durante il trasferimento di informazioni dal DNA all'RNA.

Classificazione delle cellule microbiche di antibiotici

Gli antibiotici hanno effetti diversi sui batteri. Alcuni bloccano la crescita di batteri (batteriostatici), altri uccidono (effetto battericida).

Antibiotici battericidi

I farmaci in questo gruppo uccidono una cellula batterica. Questi includono benzilpenicillina, suoi derivati ​​semisintetici, cefalosporine, fluorochinoloni, aminoglicosidi, rifampicine.

Antibiotici con effetto batteriostatico

I farmaci in questo gruppo bloccano la crescita dei microbi. I batteri che non hanno raggiunto una certa dimensione non sono in grado di riprodursi e muoiono rapidamente, quindi l'effetto batteriostatico è uguale in forza a quello battericida. Gli antibiotici di questo gruppo includono tetracicline, macrolidi e aminoglicosidi..

Figura. 13. Per gli antibiotici, così come per altri farmaci, possono svilupparsi allergie. Nella foto ci sono diverse manifestazioni di allergie (forma della pelle).

Antibiotici stretti e ad ampio spettro

Secondo l'effetto sui microbi, gli antibiotici sono divisi in due gruppi: un ampio spettro di azione (la maggior parte degli agenti antimicrobici) e stretto.

Antibiotici a spettro ristretto

a) La benzilpenicillina ha attività contro cocchi piogenici, batteri gram-positivi e spirochete.

b) Farmaci antifungini di origine naturale Nistatina, Levorina e Amfotericina B. Sono attivi contro funghi e protozoi.

Antibiotici ad ampio spettro

Gli antibiotici ad ampio spettro sono attivi contro un numero di batteri gram-negativi e gram-positivi. Alcuni di essi sono dannosi per i parassiti intracellulari: rickettsia, clamidia e micoplasma. Gli antibiotici ad ampio spettro sono rappresentati da cefalosporine di terza generazione, tetracicline, cloramfenicolo, aminoglicosidi, macrolidi e rifampicina.

Figura. 14. Per i bambini, sono ampiamente utilizzate forme di compresse, sospensioni e sciroppi. Per adolescenti - compresse e capsule.

Antibiotici ad ampio spettro: una breve descrizione

penicilline

Le penicilline presenti in natura sono considerate antibiotici a spettro ristretto. Il più attivo nella pratica medica è benzilpenicillina e fenossifenillina. Farmaci attivi contro batteri e cocchi gram-positivi.

Isoxalpenicillins

L'80–90% dei ceppi di Staphylococcus aureus (Staphylococcus aureus) sono resistenti alla penicillina, in quanto sono in grado di produrre enzimi (penicillinasi) che distruggono una delle molecole costituenti di tutte le penicilline - l'anello beta-lattamico. Dal 1957 è iniziato lo sviluppo di farmaci antibatterici semisintetici. Gli scienziati hanno sviluppato antibiotici resistenti all'azione degli stafilococchi degli enzimi (isossalpenicilline). I principali farmaci antistaphylococcal da loro sono oxacillin e nafticillin, che sono ampiamente usati nel trattamento dell'infezione da stafilococco.

Penicilline ad attività estesa

Le penicilline a spettro esteso includono:

  • aminopenicilline (non uccidere Pseudomonas aeruginosa),
  • carbossipenicilline (attivo contro Pseudomonas aeruginosa),
  • ureidopenicilline (attivo contro Pseudomonas aeruginosa).

Aminopenicilline (ampicillina e amoxicillina)

I farmaci di questo gruppo sono attivi contro Escherichia coli, Proteus mirabilis, Salmonella spp., Shigella spp., Haemophilus influenzae, Listeria monocytogenes e

I farmaci sono ampiamente usati nel trattamento delle infezioni del tratto respiratorio superiore, nella pratica dei medici ORL, delle malattie del sistema urinario e dei reni, del tratto gastrointestinale, incluso il trattamento dell'ulcera gastrica causata da Helicobacter pylori e meningite.

Carbossipenilline (carbenicillina, ticarcillina, carfecillina)

Come le aminopenicilline, i farmaci di questo gruppo sono efficaci in numerose infezioni, tra cui Pseudomonas aeruginosa (Pseudomonas aeruginosa).

Ureidopenicilline (piperacillina, azlocillina, meslocillina)

Come le aminopenicilline, i farmaci di questo gruppo sono efficaci in una serie di infezioni, tra cui Pseudomonas aeruginosa (Pseudomonas aeruginosa) e Klebsiella (Klebsiella spp.)

Nella pratica medica, oggi viene utilizzata solo Azlocillin..

Le carbossipenicilline e le ureidopenicilline vengono distrutte dagli enzimi stafilococcici beta-lattamasi.

Gli enzimi stafilococcici possono essere superati dai composti: inibitori della beta-lattamasi (acido clavulanico, sulbactam e tazobactam). Le penicilline, protette dagli effetti dannosi dell'enzima stafilococco, sono chiamate protette dagli inibitori. Sono rappresentati da Amoxicillin / Clavulanate, Ampicillin / Sulbactam, Amoxicillin / Sulbactam, Piperacillin / Tazobactam, Ticarcillin / Clavulanate. Le penicilline resistenti agli inibitori sono ampiamente utilizzate per trattare le infezioni di varia localizzazione e vengono utilizzate nella profilassi preoperatoria nella chirurgia addominale..

cefalosporine

Il più grande gruppo di antibiotici sono le cefalosporine. Coprono un ampio spettro antimicrobico, hanno un'elevata attività battericida e un'alta resistenza alle beta-lattamasi stafilococciche. Le cefalosporine sono divise in 4 generazioni. Le cefalosporine 3 e 4 generazioni hanno un ampio spettro di attività antimicrobica. La base di questa divisione è lo spettro dell'attività antimicrobica e della resistenza alle beta-lattamasi. Le cefalosporine uccidono una cellula microbica inibendo la sintesi del peptidoglicano (mureina) - il componente principale delle loro membrane cellulari.

Le cefalosporine di terza generazione sono rappresentate da cefixima, cefotaxima, ceftriaxone, ceftazidima, cefoperazone, ceftibuten e altre cefalosporine di quarta generazione - cefepim e cefpirome.

L'elevata efficacia delle cefalosporine e il basso effetto tossico hanno reso questi antibiotici uno dei più popolari nell'uso clinico tra tutti gli agenti antimicrobici..

Le tetracicline

L'uso di farmaci tetracicline è limitato oggi. La ragione di ciò sono gli effetti collaterali di questi antibiotici e la comparsa di un gran numero di casi di microrganismi resistenti alla tetraciclina. L'antibiotico naturale Tetraciclina e l'antibiotico semi-sintetico Doxiciclina sono oggi utilizzati per la clamidia, la rickettsiosi, alcune malattie trasmesse dagli animali all'uomo (zoonosi) e l'acne grave.

aminoglicosidi

Gli aminoglicosidi causano la morte della cellula microbica bloccando la subunità ribosomiale 30S e interrompendo la lettura dei codoni genetici, causando la formazione di polipeptidi non necessari per il microbo. Quando gli aminoglicosidi vengono introdotti nella pratica medica, si distinguono 4 generazioni di antibiotici di questo gruppo.

  • Generazione rappresentata da streptomicina, neomicina, kanamicina, monomicina.
  • II generazione - Gentamicina.
  • III generazione - Tobramicina, Amikacin, Netilmicin, Sisomycin.
  • IV generazione - Isepamicina.

Gli aminogdicosidi sono usati per trattare malattie gravi come la peste, la tubercolosi, la tularemia, ecc. Hanno effetti collaterali pericolosi e pertanto il loro uso nella pratica medica è limitato (danni ai reni, ai nervi uditivi e frenici).

macrolidi

I macrolidi sono gli antibiotici più atossici. Hanno un alto grado di sicurezza e sono ben tollerati dai pazienti. I farmaci di questo gruppo sono rappresentati da Eritromicina, Spiramicina, Josamicina e Midecamicina - antibiotici naturali e Claritromicina, Azitromicina, Midecamicina acetato e Roxitromicina - origine semisintetica.

I macrolidi sono prescritti principalmente per le infezioni causate da cocchi gram-positivi e parassiti intracellulari - micoplasmi e clamidia, nonché legionella.

rifampicina

Le rifampicine sono derivati ​​semisintetici dell'antibiotico naturale Rifamicina, prodotto dagli actinomiceti. Gli antibiotici sono ampiamente usati per trattare la tubercolosi e la lebbra. Le rifampicine inibiscono l'attività dell'RNA polimerasi DNA-dipendente, che porta al blocco della sintesi proteica durante il trasferimento di informazioni dal DNA all'RNA.

Figura. 15. Nella foto, l'uso del metodo di diffusione del disco per determinare la sensibilità dei microrganismi agli antibiotici.

Figura. 16. Il diagramma mostra le zone di inibizione della crescita dei microrganismi da parte degli antibiotici.

Figura. 17. Nella foto a sinistra, le colonie batteriche sono resistenti alle compresse di antibiotici. Non c'è crescita intorno alle pillole sulla destra, il che significa che i batteri sono sensibili agli antibiotici.

Figura. 18. Il mercato degli antibiotici è più che raddoppiato negli ultimi cinque anni nella Federazione Russa. Come si suol dire, c'è una domanda - c'è un'offerta. I kit di pronto soccorso russi sono pieni di antimicrobici. Ogni anno i microrganismi mostrano una resistenza crescente, il cui superamento richiede cicli di trattamento più lunghi e nuovi antibiotici.

Gli antibiotici ad ampio spettro sono soldati universali nella lotta contro numerosi microbi patogeni. La classificazione degli antibiotici ha subito molti cambiamenti dal loro uso nella pratica clinica. Esistono molti gruppi di antibiotici. Tuttavia, condividono tutti un pronunciato effetto selettivo sui microrganismi e un leggero effetto tossico su un macroorganismo.

Classificazione degli antibiotici in gruppi - elenco per meccanismo di azione, composizione o generazione

Il corpo umano viene attaccato da molti microbi ogni giorno, che provano a stabilirsi e svilupparsi a causa delle risorse interne del corpo. L'immunità, di norma, li affronta, ma a volte la resistenza dei microrganismi è alta e devi prendere farmaci per combatterli. Esistono diversi gruppi di antibiotici che hanno un certo spettro di esposizione, appartengono a generazioni diverse, ma tutti i tipi di questo farmaco uccidono efficacemente i microrganismi patologici. Come tutti i potenti medicinali, questo rimedio ha i suoi effetti collaterali..

Che cos'è un antibiotico?

Questo è un gruppo di farmaci che hanno la capacità di bloccare la sintesi proteica e quindi di inibire la riproduzione e la crescita delle cellule viventi. Tutti i tipi di antibiotici sono usati per trattare i processi infettivi causati da diversi ceppi di batteri: stafilococco, streptococco, meningococco. Il farmaco è stato sviluppato per la prima volta nel 1928 da Alexander Fleming. Prescrivere antibiotici di alcuni gruppi nel trattamento della patologia del cancro come parte della chemioterapia di combinazione. Nella terminologia moderna, questo tipo di farmaco è spesso chiamato farmaci antibatterici..

Classificazione degli antibiotici in base al meccanismo d'azione

I primi farmaci di questo tipo erano farmaci a base di penicillina. Esiste una classificazione degli antibiotici in gruppi e in base al meccanismo d'azione. Alcuni dei farmaci hanno un focus ristretto, altri hanno un ampio spettro di azione. Questo parametro determina quanto il medicinale influenzerà la salute umana (sia positivamente che negativamente). Le medicine aiutano a far fronte o ridurre la mortalità di malattie così gravi:

battericida

Questo è uno dei tipi dalla classificazione degli agenti antimicrobici per azione farmacologica. Gli antibiotici battericidi sono un farmaco che causa la lisi, la morte di microrganismi. Il farmaco inibisce la sintesi delle membrane, inibisce la produzione di componenti del DNA. I seguenti gruppi di antibiotici hanno queste proprietà:

  • carbapenemi;
  • penicilline;
  • fluorochinoloni;
  • glicopeptidi;
  • monobattami;
  • fosfomycin.

batteriostatico

L'azione di questo gruppo di medicinali ha lo scopo di inibire la sintesi delle proteine ​​da parte delle cellule dei microrganismi, che impedisce loro di moltiplicarsi e svilupparsi ulteriormente. Il risultato dell'azione del farmaco è la limitazione dell'ulteriore sviluppo del processo patologico. Questo effetto è caratteristico dei seguenti gruppi di antibiotici:

Classificazione degli antibiotici per composizione chimica

La principale separazione dei farmaci viene effettuata per struttura chimica. Ognuno di essi si basa su un diverso principio attivo. Questa separazione aiuta a combattere intenzionalmente con un certo tipo di microbi o ad avere una vasta gamma di effetti su un gran numero di varietà. Ciò non consente ai batteri di sviluppare resistenza (resistenza, immunità) a un particolare tipo di terapia. I principali tipi di antibiotici sono descritti di seguito..

penicilline

Questo è il primo gruppo creato dall'uomo. Gli antibiotici del gruppo della penicillina (penicillium) hanno una vasta gamma di effetti sui microrganismi. All'interno del gruppo esiste un'ulteriore divisione in:

  • preparati naturali di penicillina - sono prodotti dai funghi in condizioni normali (fenossimetilpenicillina, benzilpenicillina);
  • le penicilline semisintetiche sono più resistenti alle penicillinasi, il che espande significativamente lo spettro d'azione dell'antibiotico (farmaci meticillina, ossacillina);
  • azione estesa - preparazioni di ampicillina, amoxicillina;
  • farmaci con un ampio spettro di azione - farmaci di azlocillina, meslocillina.

Al fine di ridurre la resistenza dei batteri a questo tipo di antibiotico, vengono aggiunti inibitori della penicillinasi: sulbactam, tazobactam, acido clavulanico. Vividi esempi di tali medicinali sono: Tazocin, Augmentin, Tazrobida. Prescrivere farmaci per le seguenti patologie:

  • infezioni dell'apparato respiratorio: polmonite, sinusite, bronchite, laringite, faringite;
  • Genito-urinario: uretrite, cistite, gonorrea, prostatite;
  • digestivo: dissenteria, colecistite;
  • sifilide.

cefalosporine

La proprietà battericida di questo gruppo ha un ampio spettro di azione. Si distinguono le seguenti generazioni di ceflafosporine:

  • I, preparati di cefradina, cefalossina, cefazolina;
  • II-e, fondi con cefaclor, cefuroxime, cefoxitin, cefotiam;
  • III-e, medicinali di ceftazidima, cefotaxime, cefoperazone, ceftriaxone, cefodysime;
  • IV-e, fondi con cefpirome, cefepime;
  • V-medicine di fetobiprol, ceftarolina, fetolosan.

C'è una grande parte dei medicinali antibatterici di questo gruppo solo sotto forma di iniezioni, quindi sono usati più spesso nelle cliniche. Le cefalosporine sono il tipo di antibiotico più popolare nelle cure ospedaliere. Questa classe di agenti antibatterici è prescritta per:

  • pielonefrite;
  • generalizzazione dell'infezione;
  • infiammazione di tessuti molli, ossa;
  • meningite;
  • polmonite;
  • linfangite.

macrolidi

Questo gruppo di farmaci antibatterici ha come base un anello di lattone macrociclico. Gli antibiotici macrolidi hanno una divisione batteriostatica contro batteri gram-positivi, membrana e parassiti intracellulari. Ci sono molti più macrolidi nei tessuti che nel plasma dei pazienti. I mezzi di questo tipo hanno una bassa tossicità, se necessario, possono essere somministrati a un bambino, una ragazza incinta. I macrolitici sono suddivisi nei seguenti tipi:

  1. Naturale. Furono sintetizzati per la prima volta negli anni '60 del XX secolo, tra cui spiramicina, eritromicina, midecamicina, josamicina.
  2. Prodrugs, la forma attiva viene assunta dopo il metabolismo, ad esempio la troleandomicina.
  3. Semi sintetico. Questi sono claritromicina, telitromicina, azitromicina, diritromicina.

Le tetracicline

Questa specie è stata creata nella seconda metà del 20 ° secolo. Gli antibiotici del gruppo tetraciclina hanno un effetto antimicrobico contro un gran numero di ceppi di flora microbica. Ad alte concentrazioni si manifesta un effetto battericida. Una caratteristica delle tetracicline è la capacità di accumularsi nello smalto dei denti, nel tessuto osseo. Questo aiuta nel trattamento dell'osteomielite cronica, ma interrompe anche lo sviluppo dello scheletro nei bambini piccoli. Questo gruppo è vietato alle donne in gravidanza, ai bambini di età inferiore ai 12 anni. Questi farmaci antibatterici sono rappresentati dai seguenti farmaci:

  • Oxytetracycline;
  • tigeciclina;
  • doxiciclina;
  • minociclina.

Controindicazioni includono ipersensibilità ai componenti, patologia epatica cronica, porfiria. Le seguenti patologie sono un'indicazione per l'uso:

  • malattia di Lyme
  • patologia intestinale;
  • leptospirosi;
  • brucellosi;
  • infezioni gonococciche;
  • rickettsiosi;
  • tracoma;
  • actinomicosi;
  • tularemia.

aminoglicosidi

L'uso attivo di questa serie di medicinali viene effettuato nel trattamento delle infezioni che hanno causato flora gram-negativa. Gli antibiotici hanno un effetto battericida. I farmaci mostrano un'alta efficienza, che non è associata a un indicatore dell'attività immunitaria del paziente, rende questi medicinali indispensabili per il suo indebolimento e neutropenia. Esistono le seguenti generazioni di questi agenti antibatterici:

  1. I farmaci kanamicina, neomicina, cloramfenicolo, streptomicina appartengono alla prima generazione.
  2. Il secondo include agenti con gentamicina, tobramicina.
  3. Il terzo include preparazioni di amikacin.
  4. Isepamicina di quarta generazione.

Le seguenti patologie diventano indicazioni per l'uso di questo gruppo di medicinali:

  • sepsi;
  • infezioni del tratto respiratorio;
  • cistite;
  • peritonite;
  • endocardite;
  • meningite;
  • osteomielite.

I fluorochinoloni

Uno dei più grandi gruppi di agenti antibatterici, ha un ampio effetto battericida sui microrganismi patogeni. Tutti i medicinali marcano l'acido nalidixico. I fluorochinoloni hanno iniziato a essere attivamente utilizzati in 7 anni, esiste una classificazione per generazione:

  • medicine di acido ossolinico, nalidixic;
  • fondi con ciprofloxacina, ofloxacina, pefloxacina, norfloxacina;
  • preparati di levofloxacina;
  • farmaci con moxifloxacina, gatifloxacina, emifloxacina.

Quest'ultima specie era chiamata "respiratoria", che è associata all'attività contro la microflora, che di solito è la causa della polmonite. Usa le medicine di questo gruppo per la terapia:

  • bronchite;
  • sinusite;
  • gonorrea;
  • infezioni intestinali;
  • tubercolosi
  • sepsi;
  • meningite;
  • prostatite.

Elenco degli ultimi antibiotici ad ampio spettro

Gli antibiotici ad ampio spettro sono oggi i farmaci più popolari. Meritano una tale popolarità a causa della loro versatilità e capacità di affrontare diverse sostanze irritanti che hanno un impatto negativo sulla salute umana..

I medici non raccomandano l'uso di tali farmaci senza studi clinici preliminari e senza le raccomandazioni dei medici. L'uso anormale di antibiotici può aggravare la situazione e causare nuove malattie, oltre a influenzare negativamente l'immunità umana..

Antibiotici di nuova generazione

Gli antibiotici sono suddivisi nei seguenti gruppi:

  • gruppo tetraciclina - tetraciclina;
  • gruppo aminoglicosidico - streptomicina;
  • Antibiotici Amphenicol - Chloramphenicol;
  • serie di penicilline di farmaci - Amoxicillina, Ampicillina, Bilmicina o Ticarcicline;
  • antibiotici del gruppo carbapenem - Imipenem, Meropenem o Ertapenem.

Il tipo di antibiotico è determinato dal medico dopo uno studio approfondito della malattia e lo studio di tutte le sue cause. Il trattamento con il farmaco come prescritto dal medico è efficace e senza complicazioni.

Importante: anche se in precedenza hai usato questo o quell'antibiotico, ciò non significa che se manifesti sintomi simili o completamente identici, dovresti assumere lo stesso farmaco.

I migliori antibiotici ad ampia base della nuova generazione

tetraciclina

Ha la più ampia gamma di applicazioni;

Prezzo raccomandato - 76 rubli.

Tetraciclina da cui aiuta:

con bronchite, tonsillite, faringite, prostatite, eczema e varie infezioni del tratto gastrointestinale e dei tessuti molli.

Avelox

L'antibiotico più efficace per le malattie croniche e acute;

Paese di origine - Germania (società Bayer);

Prezzo raccomandato - 773 rubli;

Il farmaco ha una vasta gamma di applicazioni ed è incluso nella lista dei medicinali necessari dal Ministero della Salute della Federazione Russa;

Praticamente nessun effetto collaterale.

amoxicillina

La droga più innocua e universale;

Paese di origine - Slovenia;

Prezzo raccomandato - 77 rubli;

È usato sia per malattie con un caratteristico aumento della temperatura, sia per altre malattie;

Più efficace per:

  • infezioni del tratto respiratorio e degli organi ENT (tra cui sinusite, bronchite, tonsillite, otite media);
  • infezioni del tratto gastrointestinale;
  • infezioni della pelle e dei tessuti molli;
  • infezioni del tratto urinario;
  • malattia di Lyme
  • dissenteria;
  • meningite;
  • salmonellosi;
  • sepsi.

Augmentin

Il miglior antibiotico completo raccomandato per i bambini;

Paese di origine - Regno Unito;

Prezzo raccomandato - 150 rubli;

Cosa aiuta ?

bronchite, tonsillite, sinusite e varie infezioni respiratorie.

amoxiclav

Un farmaco efficace con una vasta gamma di applicazioni è praticamente innocuo;

Paese di origine - Slovenia;

Prezzo raccomandato - 220 rubli;

Il farmaco è raccomandato per l'uso da parte di bambini e adulti..

  • controindicazioni minime ed effetti collaterali;
  • gusto gradevole;
  • prestazione;
  • senza coloranti.

Sumamed

Un farmaco ad azione rapida con una vasta gamma di applicazioni;

Paese di origine - Croazia;

Prezzo raccomandato - 480 rubli;

Il più efficace nella lotta contro le infezioni che colpiscono il tratto respiratorio, come: tonsillite, sinusite, bronchite, polmonite. Utilizzato anche nella lotta contro le malattie infettive della pelle e dei tessuti molli, delle malattie genito-urinarie e intestinali.

cefamandolo

Altamente attivo contro i microrganismi gram-negativi;

Paese di origine - Russia;

Più efficace nella lotta contro batteri gram-positivi e gram-negativi, micoplasmi, legionella, salmonella e agenti patogeni a trasmissione sessuale.

Avikaz

Un farmaco ad azione rapida praticamente senza effetti collaterali;

Paese di origine - USA;

Più efficace nel trattamento delle malattie del tratto urinario e dei reni.

Invanz

Il dispositivo è distribuito in fiale (iniezioni), uno degli antibiotici più veloci;

Paese di origine - Francia;

Prezzo raccomandato - 2300 rubli;

Il farmaco più efficace nel trattamento di:

  • pielonefrite e inf. tratto urinario;
  • infezione malattie pelviche, endometrite, informazioni postoperatorie e aborto settico;
  • lesioni batteriche della pelle e dei tessuti molli, incluso il piede diabetico;
  • polmonite;
  • setticemia;
  • infezioni addominali.

Doriprex

Farmaco antimicrobico sintetico con attività battericida;

Paese di origine - Giappone;

Questo farmaco è più efficace nel trattamento di:

  • polmonite nosocomiale;
  • infezioni intra-addominali gravi;
  • inf complicato sistema urinario;
  • pielonefrite, con decorso complicato e batteriemia.

Tutto sulla classificazione dei farmaci antibiotici

Gli antibiotici sono composti chimici usati per uccidere o inibire la crescita di batteri patogeni..

Gli antibiotici sono un gruppo di agenti antibatterici organici derivati ​​da batteri o muffe che sono tossici per altri batteri..

Tuttavia, questo termine è ora usato in un senso più ampio e include agenti antibatterici a base di composti sintetici e semi-sintetici.

Storia di antibiotici

La penicillina è stato il primo antibiotico ad essere usato con successo nel trattamento delle infezioni batteriche. Alexander Fleming lo scoprì per la prima volta nel 1928, ma il suo potenziale per il trattamento delle infezioni in quel momento non fu riconosciuto..

Dieci anni dopo, il biochimico britannico Ernst Chain e il patologo australiano Flory pulirono, raffinarono la penicillina e mostrarono l'efficacia del farmaco contro molte gravi infezioni batteriche. Ciò segnò l'inizio della produzione di antibiotici e dal 1940 i farmaci sono stati attivamente utilizzati per il trattamento.

Verso la fine degli anni '50, gli scienziati iniziarono a sperimentare l'aggiunta di vari gruppi chimici al nucleo della molecola della penicillina per generare versioni semisintetiche del farmaco. Pertanto, i preparati di penicillina sono diventati disponibili per il trattamento delle infezioni causate da varie sottospecie di batteri, come stafilococchi, streptococchi, pneumococchi, gonococchi e spirochete.

Solo la tubercolosi bacillo (mycobacterium tuberculosis) non ha risposto ai preparati di penicillina. Questo organismo si è rivelato molto sensibile alla streptomicina, un antibiotico che è stato isolato nel 1943. Inoltre, la streptomicina ha mostrato attività contro molti altri tipi di batteri, inclusi i bacilli tifoidi.

Le successive due scoperte significative furono le sostanze gramicidina e tiroididina, che sono prodotte da batteri del genere Bacillus. Scoperti nel 1939 da Rene Dubault, un microbiologo americano di origine francese, erano preziosi nel trattamento delle infezioni superficiali, ma troppo tossici per uso interno..

Negli anni '50, i ricercatori hanno scoperto cefalosporine associate alla penicillina ma isolate da una coltura di cefalosporium acremonium.

Il decennio successivo aprì all'umanità una classe di antibiotici noti come chinoloni. Gruppi di chinoloni interrompono la replicazione del DNA, un passo importante nella riproduzione dei batteri. Ciò ha consentito una svolta nel trattamento delle infezioni del sistema urinario, della diarrea infettiva e di altre lesioni batteriche del corpo, tra cui ossa e globuli bianchi.

Classificazione dei farmaci antibatterici

Gli antibiotici possono essere classificati in diversi modi..

Il metodo più comune è la classificazione degli antibiotici in base al meccanismo d'azione e alla struttura chimica..

Secondo la struttura chimica e il meccanismo d'azione

Gruppi di antibiotici che condividono la stessa o simile struttura chimica mostrano tipicamente schemi simili di attività antibatterica, efficacia, tossicità e potenziale allergenico (tabella 1).

Tabella 1 - Classificazione degli antibiotici per struttura chimica e meccanismo d'azione (compresi nomi internazionali).

Tipi di antibiotici (struttura chimica)Meccanismo di azioneNomi dei farmaci
Antibiotici B-lattamici:

  • penicilline;
  • cefalosporine;
  • carbapenemi.
Inibizione della sintesi della parete cellulare batterica

    • Penicillina;
    • amoxicillina;
    • flucloxacillina.
    • cefoxitina;
    • cefotaxime;
    • ceftriaxone;
  • Carbapenems: Imipenem.
macrolidiInibizione della sintesi proteica batterica
  • eritromicina;
  • azitromicina;
  • Claritromicina.
Le tetraciclineInibizione della sintesi proteica batterica
  • tetraciclina;
  • minociclina;
  • doxiciclina;
  • Limecycline.
I fluorochinoloniInibisce la sintesi del DNA batterico
  • Norfloxacin;
  • Ciprofloxacina;
  • enoxacina;
  • Ofloxacin.
sulfamidiciBlocca il metabolismo delle cellule batteriche inibendo gli enzimi
  • Cotrimossazolo;
  • trimetoprim.
aminoglicosidiInibizione della sintesi proteica batterica
  • Gentamicina;
  • amikacina.
imidazoliInibisce la sintesi del DNA battericometronidazolo
peptidiInibizione della sintesi della parete cellulare battericaBacitracin
lincosamidiInibizione della sintesi proteica batterica
  • clindamicina;
  • lincomicina.
AltroInibizione della sintesi proteica batterica
  • Acido fusidico;
  • Mupirocin.

Gli antibiotici funzionano attraverso vari meccanismi dei loro effetti. Alcuni di essi presentano proprietà antibatteriche inibendo la sintesi della parete cellulare batterica. Questi rappresentanti sono chiamati antibiotici β-lattamici. Agiscono specificamente sulle pareti di alcuni tipi di batteri, inibendo il meccanismo di legame delle catene laterali dei peptidi della loro parete cellulare. Di conseguenza, la parete cellulare e la forma dei batteri cambiano, il che porta alla loro morte.

Altri antimicrobici, come aminoglicosidi, cloramfenicolo, eritromicina, clindamicina e loro varianti, inibiscono la sintesi proteica nei batteri. Il processo di base della sintesi proteica nelle cellule batteriche e nelle cellule delle creature viventi è simile, ma le proteine ​​coinvolte nel processo sono diverse. Usando queste differenze, gli antibiotici si legano e inibiscono le proteine ​​batteriche, prevenendo così la sintesi di nuove proteine ​​e nuove cellule batteriche.

Gli antibiotici, come la polimixina B e la polimixina E (colistina) si combinano con i fosfolipidi nella membrana cellulare batterica e interferiscono con le loro funzioni di base, fungendo da barriera selettiva. Una cellula batterica muore. Poiché altre cellule, comprese le cellule umane, hanno fosfolipidi simili o identici, questi farmaci sono abbastanza tossici.

Alcuni gruppi di antibiotici, come i sulfamidici, sono inibitori competitivi della sintesi dell'acido folico (acido folico), che è un importante passo preliminare nella sintesi degli acidi nucleici.

Le sulfanilamidi sono in grado di inibire la sintesi dell'acido folico, poiché sono simili al composto intermedio - acido para-aminobenzoico, che viene successivamente convertito con l'aiuto di un enzima in acido folico.

La somiglianza nella struttura tra questi composti porta alla competizione tra acido para-aminobenzoico e sulfonamide per l'enzima responsabile della conversione dell'acido intermedio in acido folico. Questa reazione è reversibile dopo la rimozione della sostanza chimica che porta all'inibizione e non porta alla morte di microrganismi..

Un antibiotico come la rifampicina interferisce con la sintesi dei batteri legando l'enzima batterico responsabile della duplicazione dell'RNA. Le cellule e i batteri umani usano enzimi simili ma non identici, quindi l'uso di farmaci a dosi terapeutiche non ha un effetto dannoso sulle cellule umane.

Secondo lo spettro d'azione

Gli antibiotici possono essere classificati in base al loro spettro di azione:

  • farmaci a spettro ristretto;
  • medicinali ad ampio spettro.

Gli agenti ad azione stretta (ad esempio la penicillina) influenzano principalmente i microrganismi gram-positivi. Gli antibiotici ad ampio spettro, come la doxiciclina e il cloramfenicolo, influenzano i microrganismi sia gram-positivi che alcuni gram-negativi.

I termini gram-positivo e gram-negativo sono usati per distinguere tra batteri in cui le cellule della parete sono costituite da una spessa rete peptidoglicano (polimero peptidico-zucchero) e batteri aventi pareti cellulari con solo sottili strati di peptidoglicano.

Per origine

Gli antibiotici possono essere classificati per origine in antibiotici naturali e antibiotici semisintetici (agenti chemioterapici).

I seguenti gruppi appartengono alla categoria di antibiotici naturali:

  1. Preparati beta-lattamici.
  2. Serie di tetraciclina.
  3. Aminoglicosidi e agenti aminoglicosidici.
  4. macrolidi.
  5. cloramfenicolo.
  6. rifampicina.
  7. Preparazioni al poliene.

Attualmente, ci sono 14 gruppi di antibiotici di origine semisintetica. Questi includono:

  1. sulfamidici.
  2. Gruppo fluorochinolo / chinolone.
  3. Preparati di imidazolo.
  4. Ossichinolina e suoi derivati.
  5. Derivati ​​del nitrofurano.
contenuto ↑

Uso e uso di antibiotici

Il principio di base dell'uso di antimicrobici si basa sulla garanzia che il paziente riceva il farmaco a cui il microrganismo bersaglio è sensibile, a una concentrazione abbastanza elevata da essere efficace, ma non causare effetti collaterali e per un periodo di tempo sufficiente a garantire che l'infezione sia completamente eliminata.

Gli antibiotici differiscono nello spettro dell'esposizione temporanea. Alcuni di loro sono molto specifici. Altri, come la tetraciclina, agiscono contro una vasta gamma di batteri diversi..

Sono particolarmente utili nella lotta contro le infezioni miste e nel trattamento delle infezioni quando non c'è tempo per i test di sensibilità. Mentre alcuni antibiotici, come le penicilline semisintetiche e i chinoloni, possono essere assunti per via orale, altri devono essere somministrati come iniezioni intramuscolari o endovenose..

I metodi di utilizzo degli antimicrobici sono presentati nella Figura 1..

Metodi di somministrazione di antibiotici

Il problema che accompagna la terapia antibiotica fin dai primi giorni della scoperta degli antibiotici è la resistenza dei batteri agli antimicrobici.

Il farmaco può uccidere quasi tutti i batteri che causano la malattia nel paziente, ma diversi batteri che sono geneticamente meno vulnerabili a questo farmaco possono sopravvivere. Continuano a riprodurre e trasferire la loro resistenza ad altri batteri attraverso il metabolismo genetico.

L'uso casuale e impreciso di antibiotici contribuisce alla diffusione della resistenza batterica.