La sfenoidite è un'infiammazione del seno sfenoidale. La malattia non si manifesta da sola, ma in associazione con altre sinusiti. Il trattamento della sfenoidite viene effettuato contemporaneamente a sinusite, sinusite frontale ed etmoidite. L'identificazione dei sintomi della sfenoidite richiede il ricovero in ospedale del paziente, poiché le complicazioni si sviluppano rapidamente nell'orbita e nel cervello.

Non è consigliabile trattare la sfenoidite solo con metodi popolari a casa. Tuttavia, il consiglio della medicina tradizionale può essere utilizzato per la malattia lieve, durante il periodo di remissione della sfenoidite cronica.

Trattamento della sfenoidite acuta

Poiché lo stadio acuto della malattia è spesso associato a un'infezione virale con influenza, una malattia respiratoria, nei bambini con morbillo e scarlattina, il trattamento della malattia di base sarà il trattamento della sfenoidite. Come con l'influenza, una bevanda generosa fino a due litri è prescritta a casa per ridurre l'intossicazione. In questo modo, la concentrazione dell'agente patogeno nel sangue viene diluita e il suo effetto è difficile. Mostrando rimedi popolari che supportano le difese dell'organismo: prodotti dell'apicoltura, tè con marmellata di lamponi, ribes nero e mirtilli rossi nella bevanda di frutta. In qualsiasi bevanda è necessario aggiungere il succo di limone.

Il naso che cola può essere trattato con gocce di Aqualor, Aquamarine, Dolphin, lavando i passaggi nasali con una soluzione di sale marino, un decotto di erbe antinfiammatorie (rimedi popolari - camomilla, calendula, salvia). Dopo il lavaggio, il naso deve essere pulito e i farmaci antinfiammatori devono essere somministrati in gocce di Protargol, Collargol, Pinosol. I bambini che non sanno soffiarsi il naso devono aspirare il contenuto con un bulbo di gomma.

In assenza di respirazione nasale dovuta a grave gonfiore, è garantito l'uso di vasocostrittori. È necessario controllare il periodo di utilizzo di questo tipo di gocce, non deve superare una settimana per gli adulti e tre giorni per i bambini. Non è possibile utilizzare gocce di vasocostrittore per ipertensione, malattie cardiache, tireotossicosi, donne in gravidanza e in allattamento, neonati.

Se un denso contenuto verdastro del naso appare e scorre lungo la parte posteriore della gola durante la notte, questo indica l'inizio di un'infiammazione purulenta. Gli agenti antibatterici sono necessari per il trattamento. A casa, è difficile organizzare la somministrazione intramuscolare di antibiotici a ore. Il paziente è ricoverato in ospedale nel reparto ORL dell'ospedale.

Trattamento della sfenoidite cronica

Il medico curante prevede di trattare la sfenoidite in tre aree principali:

  • è necessario fornire drenaggio dal seno sfenoidale;
  • rimuovere il pus il più rapidamente possibile e garantire la disinfezione della cavità;
  • stimolare l'immunità del paziente.

Il ritardo nelle azioni del medico contribuisce allo sviluppo di complicanze.

Con la forma essudativa di sfenoidite cronica, vengono prescritte alte dosi di antibiotici ad ampio spettro nelle iniezioni. Allo stesso tempo, vengono utilizzati farmaci sulfa. Le gocce di vasocostrittore si alternano a gel.

L'effetto è integrato con metodi fisioterapici: viene eseguita l'elettroforesi endonasale con antibiotici, la terapia laser.

Con una forma produttiva di sfenoidite cronica, quando i tessuti troppo cresciuti interferiscono con il deflusso, è necessario un trattamento chirurgico.

Le operazioni moderne vengono eseguite utilizzando la tecnologia endoscopica. Durante l'operazione, vengono rimossi gli ostacoli meccanici per il deflusso dal seno sfenoidale (vengono rimossi polipi, adenoidi, viene eseguita la resezione delle sezioni posteriori del labirinto etmoide).

Un'altra opzione è il suono del seno sfenoidale con lavaggio della cavità attraverso il catetere inserito. Gli antibiotici e gli enzimi (lidasi, tripsina) vengono introdotti attraverso di esso per diluire il contenuto purulento.

Trattamento di recupero

Dopo la dimissione dall'ospedale, il trattamento della sfenoidite dovrà continuare. Il medico deve prescrivere farmaci per stimolare il sistema immunitario, gocce per la pulizia dei passaggi nasali, vitamine. In questa fase, puoi utilizzare rimedi popolari.

La medicina tradizionale raccomanda di lavare quotidianamente il naso con un decotto di erbe con effetti anti-infiammatori (camomilla, calendula, salvia), mettendo i tumuli con un decotto di foglie di alloro. Nelle inalazioni terapeutiche, si consiglia di aggiungere all'acqua oli aromatici ad azione fitoncida (ginepro, eucalipto, abete, tea tree).

Per molto tempo, rimedi popolari come una miscela di aglio, limone e miele, olio di olivello spinoso sono stati usati per stimolare l'immunità. Corso e trattamento a lungo termine.

Trattamento profilattico della sfenoidite

I pazienti che hanno manifestato sfenoidite acuta o trattati in ospedale a causa di una esacerbazione di una forma cronica devono essere lavati quotidianamente con un naso.

Potrebbe essere necessario cambiare lavoro per eliminare gli effetti allergenici (polvere, contatto con sostanze chimiche tossiche, contaminazione da gas), smettere di fumare.

È necessario evitare le infezioni respiratorie, vaccinare contro l'influenza.

Prenditi cura immediatamente dei denti cariati.

La terapia laser viene eseguita due volte l'anno per dieci procedure. Questa procedura ripristina la struttura della mucosa nasale..

Il successo nella cura completa della sfenoidite può essere raggiunto solo attraverso gli sforzi congiunti del medico e del paziente.

Dr. Kochetkov P.A..

Trattamento chirurgico delle malattie ORL

Sphenoiditis

In questo articolo, cari visitatori del sito, vi parlerò di una delle malattie infiammatorie degli organi ENT: la sfenoidite.

Cos'è la sfenoidite?

La sfenoidite è un'infiammazione della mucosa del seno sfenoidale. In effetti, la sfenoidite si riferisce alla sinusite, che è intesa come un processo infiammatorio nei seni paranasali. Come sai, una persona ha diversi seni paranasali. Lo sfenoide (a volte chiamato principale) si trova in profondità nella cavità nasale e confina con formazioni importanti come le arterie carotidi, la base del cranio, l'ipofisi e i nervi ottici. Si può facilmente intuire che un simile "vicinato" può portare a gravi complicazioni di alcune forme di sfenoidite. Fortunatamente, i seni mascellari e il labirinto etmoidale (sinusite, etmoidite) sono più spesso colpiti nell'uomo. La sfenoidite è molto meno comune. D'altra parte, con una bassa prevalenza, la maggior parte della sfenoidite è cronica, scarsamente curabile con i farmaci e richiede un trattamento chirurgico. Una persona ha due seni sfenoidali separati da un setto, rispettivamente, la malattia può essere a una o due facce.

Cause di sfenoidite

La sfenoidite si sviluppa a causa di danni alla mucosa causati da batteri, virus o un'infezione fungina. In effetti, qualsiasi ARI o influenza provoca infiammazione in tutti i seni paranasali, non escluso lo sfenoide. Tuttavia, tali condizioni di solito passano rapidamente. Lo sviluppo della sfenoidite batterica richiede determinate condizioni o fattori predisponenti..

I principali sono:

- Narrowness o completa assenza dell'uscita del seno sfenoidale (anastomosi)

- Presenza di una cisti o di un polipo nel seno sfenoide che blocca l'anastomosi

- Marcata curvatura del setto nasale nella sua sezione posteriore-superiore, che contribuisce anche all'insufficiente pervietà dell'anastomosi del seno.

- I corpi estranei cadono nel seno con un respiro acuto, che si verifica quando il seno ha un'anastomosi molto grande.

- Baie o partizioni aggiuntive nel seno sfenoidale

- Dimensioni piccole e strette del seno sfenoidale.

- Tumori del seno sfenoidale

Più spesso in pratica, gli specialisti si trovano ad affrontare una combinazione di una o più delle cause descritte di sfenoidite. La loro eliminazione nella stragrande maggioranza dei casi di sfenoidite porta al recupero.

Come si manifesta la sfenoidite?

Nella maggior parte dei casi, la sfenoidite si manifesta con alcuni sintomi, ma è anche possibile un lungo decorso della malattia senza lamentele del paziente.

Le principali lamentele sono le seguenti:

- Mal di testa, ma più spesso il paziente non ha mal di testa, ma una nuca. Il dolore, di regola, non è forte, ma doloroso e costante. Il dolore praticamente non scompare quando si assumono antidolorifici.

- Scarico purulento o mucoso sul retro della faringe. Il paziente avverte costantemente disagio nelle profondità del naso o del rinofaringe.

- Insufficienza visiva sotto forma di lieve visione doppia o visione ridotta.

Il dolore nella parte posteriore della testa è un sintomo di un numero molto limitato di malattie, quindi un otorinolaringoiatra qualificato diagnostica accuratamente la sfenoidite. Spesso, tali pazienti vengono indirizzati a un medico ORL da altri specialisti - oftalmologi, neuropatologi, ecc. Personalmente, sono riuscito a gestire diversi pazienti che soffrivano di mal di testa e lo hanno trattato senza successo con neuropatologi per più di 10 anni, ma in realtà soffrivano di sfenoidite. A questo proposito, vorrei sottolineare che durante un esame di routine, specialmente se il paziente ha "tutta la testa" e non la parte posteriore della testa, la diagnosi di sfenoidite non è facile. La radiografia dei seni nasali per la diagnosi di sfenoidite è un metodo non informativo. Di grande importanza è la tomografia computerizzata dei seni paranasali. Questo studio con un'accuratezza del 100% consente di valutare le condizioni di tutti i seni e confermare o rifiutare la diagnosi di sfenoidite. Pertanto, questo studio deve essere condotto in tutti i pazienti con mal di testa persistente. L'imaging a risonanza magnetica (MRI) dà anche un'idea delle condizioni dei seni, ma è meno informativo rispetto alla tomografia computerizzata.

Trattamento di sfenoidite

Nel caso della sfenoidite acuta, che è meno comune, vengono utilizzati per il trattamento antibiotici, spray nasali vasocostrittivi e altri metodi. Se il trattamento è programmato in tempo, il paziente guarisce. Ma come già notato, il seno sfenoidale è raramente interessato e, se ciò è accaduto, c'è una ragione che contribuisce a questo e stimola lo sviluppo del processo cronico.

In un processo cronico o nella sfenoidite acuta ricorrente, è necessario un trattamento chirurgico, un'operazione endoscopica volta ad eliminare le principali cause di infiammazione del seno sfenoidale. Forse, dopo aver letto la posizione del seno sfenoidale e le formazioni che lo circondano, puoi immaginare che tali operazioni siano traumatiche, molto complesse e abbiano molte complicazioni. In realtà, non è così..

Le moderne capacità tecniche consentono l'operazione con l'aiuto di endoscopi e micro-strumenti. La chirurgia endoscopica è il metodo più ottimale di trattamento chirurgico della sfenoidite e questo è stato dimostrato in pratica. Personalmente, ho un'operazione endoscopica simile non richiede più di 15 minuti. Viene eseguito nella maggior parte dei casi in anestesia locale, ma è anche possibile in anestesia generale. L'endoscopia consente al chirurgo di avvicinarsi all'anastomosi del seno sfenoide quasi senza ostacoli, se necessario, espanderlo ed eseguire le necessarie manipolazioni nel seno stesso. Spesso la sfenoidite è combinata con una curvatura del setto nasale. In questo caso, la correzione della curvatura viene eseguita contemporaneamente. Dopo l'operazione, il paziente viene osservato in ospedale per 1-2 giorni, vengono eseguiti un gabinetto della cavità nasale e altre procedure necessarie.

previsione

Con un trattamento medico o chirurgico tempestivo, un paziente affetto da sfenoidite guarisce. Le ricadute sono rare..

Spero che questa mia pubblicazione aiuti sia i pazienti che gli specialisti nella diagnosi e nel trattamento adeguato della sfenoidite acuta o cronica. Se soffri di una malattia simile, puoi contattare l'autore. Vedi la sezione CONTATTI.

Chirurgo ORL, candidato alle scienze mediche,

Capo del reparto di otorinolaringoiatria, otorinolaringoiatria

Primo MGMU intitolato a I.M. Sechenova

Peter Alexandrovich Kochetkov








Utilizzando materiali dal sito del Dr. Kochetkov P.A. altre risorse Internet sono consentite se esiste un collegamento ipertestuale attivo al sito http://www.lor.ru/ È vietato qualsiasi altro uso di materiali senza il consenso scritto dell'autore!

L'oftalmopatia endocrina è una malattia grave, manifestata da persistente compromissione della vista, aumento dei bulbi oculari e visione doppia, che riduce drasticamente la qualità della vita del paziente. I medici ORL possono ora aiutare questi pazienti con interventi chirurgici unici..

La curvatura del setto nasale è una violazione dell'anatomia della cavità nasale. Il trattamento di questa malattia è possibile solo chirurgicamente. L'operazione del setto nasale è chiamata settoplastica del setto nasale. Il significato di questa operazione è raddrizzare e reimpiantare la parte del setto nasale che è stata piegata, mantenendo la mucosa.

La sinusite dovrebbe essere intesa come infiammazione del seno mascellare.

Sfenoidite - trattamento a casa

La sfenoidite è una malattia infiammatoria acuta o cronica della mucosa del seno sfenoidale. Nel 70% dei casi, la sfenoidite è combinata con l'infiammazione di tutte le mucose del naso. Ad oggi, circa il 15% degli adulti e il 20% dei bambini di tutto il mondo soffrono di questa malattia nel mondo. Con l'inizio prematuro della terapia nel 97% dei casi nei bambini in età prescolare, la sfenoidite provoca gravi complicazioni. Nella stragrande maggioranza dei casi, l'agente causale della malattia è l'infezione da pneumococco. Inoltre, un bacillo emofilo e vari tipi di stafilococco possono agire come provocatori della malattia. Per il trattamento della sfenoidite, vale la pena utilizzare metodi popolari e tradizionali in un complesso, che può accelerare significativamente il recupero. Tuttavia, va ricordato che i rimedi casalinghi non sostituiscono in alcun modo il trattamento tradizionale..

Cause di sfenoidite

La causa della malattia, ovviamente, è la penetrazione dell'agente patogeno nel corpo. Tuttavia, per poter sviluppare e penetrare nella mucosa, devono essere presenti fattori predisponenti che indeboliscono le difese del corpo. Solo nel caso di una combinazione di cause della malattia e la penetrazione del suo patogeno si verifica la sfenoidite. Le condizioni che predispongono a questo disturbo includono:

  • ristrettezza congenita del seno sfenoidale;
  • difetti anatomici nella struttura del naso;
  • lesioni al naso;
  • curvatura del setto posteriore del naso;
  • cisti nella cavità nasale;
  • polipi nella cavità nasale;
  • tumori nella cavità nasale;
  • tumori nel rinofaringe situato vicino all'uscita del seno sfenoide;
  • oggetti estranei nella cavità nasale;
  • malattie virali mal curate;
  • grave ipotermia.

Nel caso in cui più fattori provocatori siano combinati contemporaneamente, l'insorgenza di sfenoidite può essere particolarmente rapida.

Sintomi di sfenoidite

Poiché i sintomi della sfenoidite sono piuttosto vaghi e generali, anche i medici esperti non sono sempre in grado di fare la diagnosi corretta in modo rapido e preciso. Per questo motivo, viene spesso prescritto un esame aggiuntivo per confermare questa malattia. I sintomi della sfenoidite includono:

  • mal di testa: esplode in natura e può avere intensità variabile. La sindrome del dolore nella maggior parte dei casi è moderata e senza una chiara localizzazione, il più delle volte i pazienti lamentano dolore all'interno della testa al centro;
  • disturbi del sonno;
  • irritabilità;
  • perdita di appetito;
  • debolezza generale;
  • malessere;
  • compromissione della memoria;
  • vertigini;
  • aumento persistente della temperatura corporea fino a un massimo di 38 gradi;
  • abbondante scarica dal naso: all'inizio della malattia sono mucosi e man mano che si sviluppano diventano purulenti;
  • perdita dell'olfatto;
  • disturbi visivi di diversa natura;
  • violazione della sensibilità della pelle.

Se si verificano sintomi che ricordano anche un po 'la manifestazione della sfenoidite, è necessario consultare un medico per un trattamento completo urgente.

Complicanze della sfenoidite

In assenza di terapia durante un periodo di riduzione dell'immunità, il processo infiammatorio passa molto rapidamente ai tessuti vicini e quindi vengono provocate le seguenti malattie:

  • ascesso postorbitale;
  • flemma dell'orbita oculare;
  • neurite ottica;
  • distruzione del tessuto osseo;
  • meningite;
  • ascesso cerebrale
  • sepsi;
  • aracnoidite.

Tutte le complicanze sono gravi e, quando si verificano, le condizioni del paziente iniziano a peggiorare rapidamente. Senza un intervento medico urgente, è possibile anche un esito fatale con tali conseguenze..

Rimedi popolari per il trattamento della sfenoidite nei bambini

Poiché le complicazioni della sfenoidite si verificano molto rapidamente e rappresentano un pericolo speciale per il paziente, è possibile utilizzare i metodi di terapia domiciliare solo previo accordo con il medico curante e solo come trattamento aggiuntivo a quello principale. Tutti i mezzi indicati di seguito saranno efficaci anche per i pazienti adulti, se il dosaggio viene aumentato di 2 volte.

Rimedi popolari per sfenoidite negli adulti

Negli adulti, anche l'automedicazione del disturbo non è consentita e tutta la terapia alternativa viene eseguita esclusivamente in combinazione con il trattamento farmacologico.

Prevenzione della sfenoidite

Al fine di prevenire lo sviluppo di una malattia così grave come la sfenoidite, è necessario sapere come prevenirla. Per mantenere la salute, è necessario:

  • prevenire l'essiccazione della mucosa nasale;
  • evitare soggiorni prolungati in luoghi con un'alta concentrazione di fumo di tabacco e gas di scarico;
  • smettere di bere alcolici;
  • rifiutare di usare la caffeina (il caffè influisce negativamente sulle condizioni delle mucose);
  • cura tempestiva delle malattie croniche del naso;
  • cura tempestiva delle malattie croniche della gola;
  • trattare completamente le infezioni virali;
  • condurre un indurimento sistematico del corpo;
  • mantenere una dieta equilibrata;
  • eliminare le patologie nella struttura del naso.

Solo osservando le regole di prevenzione, puoi proteggerti dalla sfenoidite, che non solo rovina la vita, ma in casi particolarmente gravi può essere fatale.

Sfenoidite - sintomi e trattamento

La sfenoidite è un processo di pericolosa infiammazione che si forma sulla mucosa del seno paranasale. È considerata la malattia più difficile da trattare e pericolosa dei seni, che si trovano vicino alla base cranica..

Il disagio è caratterizzato dal verificarsi di infiammazione purulenta, che progredisce abbastanza rapidamente e diventa la causa della formazione di gravi complicanze.

Sfenoidite: che cos'è?

Questo disturbo è una malattia con infiammazione concomitante che appare nella mucosa del seno a causa della presenza di una certa infezione che si forma nell'area del labirinto etmoide, vale a dire sulle sue pareti posteriori.

Il disturbo è estremamente raro, ma con lo sviluppo può "trasformarsi" in uno cronico, il che è abbastanza pericoloso per la salute umana. Vicino si trovano importanti per l'educazione della vita umana.

La formazione della malattia consiste nella penetrazione dell'infezione direttamente nella regione del seno, che inizia a distruggere le cellule epiteliali situate lì. Di conseguenza, la mucosa inizia a infiammarsi, il dotto naturale escretore si restringe, il che porta a una diminuzione dello scambio d'aria e alla rapida progressione del processo infiammatorio.

Nota! L'aspetto della malattia non è in alcun modo collegato alla regione in cui il paziente vive o si trova.

Nel tempo, il gonfiore si forma e l'uscita dell'essudato danneggiato è difficile.

Le cause

Il principale fattore di malessere è la presenza di un complesso processo di infiammazione, che può essere di tipo cronico o acuto nell'area del seno. Appare a causa degli effetti negativi di un agente infettivo..

Inoltre, non tutti conoscono la sfenoidite, che tipo di malattia è, nemmeno sospettando che possa apparire come una complicazione durante disturbi come la scarlattina, l'influenza, la rinite e la tonsillite. Se non ci sono tali malattie, l'infiammazione risultante a causa dell'effetto infettivo passa molto rapidamente.

I principali motivi predisponenti sono:

  • ridotta funzionalità del sistema immunitario generale;
  • restringimento del seno sfenoidale.

Inoltre, la formazione della malattia può essere influenzata da:

  • ristrettezza e dimensioni ridotte del seno, con carattere anatomico;
  • anomalie congenite;
  • la curvatura del setto del naso, direttamente nella parte posteriore;
  • grandi e pericolose formazioni nella zona del seno;
  • la presenza di corpi estranei catturati durante un respiro acuto nell'anastomosi.

Con la fame di ossigeno, inizia a formarsi rapidamente un tipo di infezione anaerobica, che in realtà diventa la causa della comparsa di secrezioni con pus. Se l'anastomosi è completamente ostruita, nel tempo il pus inizierà a riempire lo spazio del seno, accumulandosi lì.

È importante che la malattia possa comparire spesso senza gli effetti negativi di un agente infettivo. Il fatto è che la presenza prolungata di infiammazione nell'area del rinofaringe integrata con bassa immunità, che non è stata trattata correttamente, può causare un forte gonfiore della mucosa.

Questo gonfiore è in grado di chiudere dall'esterno l'apertura a forma di cuneo del seno di uscita, impedendo così all'aria di passare nella giusta quantità. Il blocco dell'apertura può essere osservato durante la comparsa di massicce formazioni nel seno dello sfenoide o del rinofaringe.

La membrana mucosa a sua volta assorbe ossigeno dalla sua stessa cavità, rilasciando anidride carbonica, che si accumula e inizia a distruggere rapidamente le cellule mucose. Le cellule infiammate sono naturalmente danneggiate, il che porta all'accumulo di infiltrati con ulteriore infiammazione e gonfiore della mucosa.

In effetti, un'infezione, senza ulteriori fattori, non sarà in grado di causare malessere.

Raramente si può osservare la distruzione della regione ossea a forma di cuneo. La causa di questo malessere, nella maggior parte dei casi, è la sifilide, la tubercolosi.

Tipi di malattia

Questa malattia ha diverse classificazioni:

Sfenoidite: cos'è, sintomi negli adulti e nei bambini, trattamento delle forme acute e croniche

Sfenoidite [sfenoidite; anatomica (sinusale) sfenoidale seno sfenoidale + -ite] è una malattia infiammatoria infettiva del seno sfenoidale e della sua superficie mucosa. È considerato uno dei processi infiammatori più rari e pericolosi che si verificano nella cavità paranasale. A causa del fatto che i seni sfenoidali si trovano alla base del cranio, la loro infiammazione può causare gravi conseguenze.

Cause della malattia

La causa della patologia è il processo infiammatorio delle membrane del seno sfenoide (sfenoide) causato dall'infezione. Ciò può essere dovuto a batteri o virus di altri seni (ad es. Seno frontale o mascellare) e al rinofaringe. Spesso la diffusione dell'infezione inizia con le tonsille.

I principali agenti patogeni includono:

  • streptococchi e stafilococchi;
  • virus
  • fungo.

La malattia del seno sfenoidale può verificarsi anche come complicazione dopo influenza, mal di gola o persino raffreddore comune in presenza di fattori concomitanti. In assenza di prerequisiti, l'infezione provoca una piccola infiammazione che scompare da sola senza sintomi spiacevoli..

Per lo sviluppo dell'infezione sono necessari prerequisiti, contro i quali i patogeni, una volta nel rinofaringe, provocano l'insorgenza dell'infiammazione. Tali fattori predisponenti includono:

  • ipotermia grave regolare;
  • struttura anatomica dei seni sfenoidali;
  • curvatura del setto nasale;
  • lesione;
  • cisti, polipi e altri tipi di tumori situati nel rinofaringe o nel seno sfenoidale;
  • ingestione di un corpo estraneo nel rinofaringe.

Sintomi di sfenoidite negli adulti

Il primissimo e principale sintomo che segnala un'infezione è un naso che cola. La maggior parte delle persone non è abituata a prestarvi attenzione, il che porta a una diagnosi tardiva della malattia..

La sfenoidite viene diagnosticata quando un paziente presenta i seguenti reclami:

  • mal di testa che si irradia agli zigomi;
  • disagio con le espressioni facciali, toccando il viso e inclinando la testa in avanti;
  • arrossamento sulle guance;
  • starnuti frequenti
  • perdita dell'udito;
  • aumento della temperatura corporea a 38-39 gradi;
  • pus nella cavità nasale (possibilmente con impurità di sangue);
  • gola secca;
  • Dolore agli occhi;
  • diminuzione dell'acuità visiva;
  • disturbi del sonno;
  • ansia senza causa, ridotto interesse per la vita.

Sintomi nei bambini

Alcuni medici ritengono che nei bambini sotto i 6 anni i seni sfenoidali non siano completamente formati, quindi non possono infiammarsi. Naturalmente, il trattamento dei bambini non viene effettuato. In effetti, tale opinione è errata.

Nonostante il fatto che nei bambini piccoli i seni sfenoidali possano ancora cambiare, l'infiammazione è del tutto possibile. La sintomatologia della sfenoidite nei bambini è la stessa degli adulti, tranne per il fatto che non tutti i bambini possono descrivere accuratamente ciò che gli sta accadendo. I genitori dovrebbero essere preoccupati quando il bambino:

  • naso che cola persistente con pus;
  • nessun desiderio di giocare e mangiare;
  • febbre;
  • respiro affannoso.

La sfenoidite nei bambini si verifica principalmente sullo sfondo di adenoidi infiammate e arrossamento delle tonsille.

Trattamento di sfenoidite

La tattica del trattamento e la diagnosi della sfenoidite dipende dalla forma della malattia e dalla localizzazione dell'infiammazione. Ad esempio, la sfenoidite catarrale è accompagnata dal rilascio di contenuti dai seni nasali e, con una forma produttiva della malattia, questo sintomo non si osserva.

Il trattamento per le forme acute e croniche di infiammazione è finalizzato a:

  • rimozione di edema;
  • rimozione di pus dai seni;
  • eliminazione dell'infezione;
  • ripristino del normale funzionamento dei seni sfenoidali.

Trattamento conservativo

Nella fase iniziale, la sfenoidite acuta è suscettibile alla terapia farmacologica, che prevede:

  1. Farmaci antibatterici Hanno un effetto su vari agenti patogeni. Amoxicillina, Augmentin, Zinnat sono considerati antibiotici efficaci per la sfenoidite. Le compresse direzionali sono prescritte dopo la diagnostica batterica che identifica una varietà di microrganismi patogeni.
  2. Antinfiammatorio. Per ridurre l'infiammazione e normalizzare la condizione, i pazienti possono usare Fenspirin o Protargol.
  3. Antistaminici. Zirtek, Fenistil, Diazolin, Suprastin sono usati per alleviare l'edema..
  4. Gocce e spray vasocostrittivi contribuiscono al deflusso di pus e alleviano il gonfiore. Durante i primi 7 giorni di trattamento, è necessario assumere Ephedrine e Dimetinden. Se questi farmaci non hanno l'effetto desiderato, viene prescritta la nafazolina o l'ossimetazolina.
  5. Procedure fisioterapiche. Il medico ORL può prescrivere elettroforesi con antibiotici o radiazioni laser.

La terapia farmacologica sarà più efficace se il paziente aderisce a uno stile di vita sano e mangia correttamente. La dieta dovrebbe contenere abbastanza frutta e verdura e il menu dovrebbe essere equilibrato. Con la sfenoidite, è consigliabile non utilizzare prodotti allergenici, poiché la reazione del corpo a un determinato prodotto può aggravare il decorso della malattia.

Durante l'esacerbazione della sfenoidite, è consigliabile utilizzare il più fluido possibile. Bere pesante contribuisce alla rapida rimozione delle tossine e migliora il deflusso di pus dai seni. La bevanda migliore sono i decotti di erbe medicinali, perché non sono solo una fonte di liquido, ma hanno anche un effetto rinforzante sul corpo.

Per prevenire le esacerbazioni, è consigliabile condurre l'indurimento, praticare sport attivi e rafforzare l'immunità. Il corpo si rafforza con uno stile di vita sano, una buona alimentazione e una normale routine quotidiana e si indebolisce con depressione, stress regolare e tensione nervosa.

È possibile trattare i rimedi popolari?

Insieme all'assunzione di farmaci, la medicina tradizionale può essere utilizzata per trattare la sfenoidite a casa. Il trattamento dell'infiammazione della mucosa dei seni sfenoidali mediante ricette popolari aiuterà a sbarazzarsi rapidamente dei sintomi spiacevoli e migliorare la salute generale. Tuttavia, fare affidamento solo sulla medicina alternativa non vale la pena. Il trattamento a base di erbe dovrebbe avvenire dopo aver consultato un medico ORL e solo come terapia adiuvante.

  1. Brodo di camomilla 1 cucchiaio di fiori di camomilla deve essere riempito con un bicchiere di acqua bollente. Lasciare fermentare per un'ora. Il brodo filtrato deve essere usato per sciacquare il rinofaringe 3 volte al giorno. Corso - 2 settimane.
  2. Barbabietole e miele. 1 cucchiaio di miele deve essere miscelato con la stessa quantità di succo di barbabietola fresco. Utilizzando la composizione risultante, instillare 3 gocce in ciascun passaggio nasale al mattino e alla sera. Corso - 2 settimane.
  3. Tè allo zenzero. È necessario combinare 0,5 cucchiaini di radice di zenzero grattugiata, 1 cucchiaio di miele fuso, 10 ml di succo di limone e 300 ml di acqua bollente. Lascialo fermentare. Prendi 0,5 tazze di bevanda 3 volte al giorno. Corso - 3 settimane.
  4. Olio di olivello spinoso. Venduto in farmacia nella forma finita. È necessario instillare 2 gocce di olio in ciascuna narice 3-4 volte al giorno. Corso - 1 settimana.

Ho bisogno di un intervento?

L'intervento chirurgico è indicato nelle seguenti situazioni:

  • nessun accesso al seno sfenoidale;
  • il trattamento conservativo è inefficace;
  • decorso prolungato del processo infiammatorio;
  • il paziente non ha la forma acuta di sfenoidite per la prima volta;
  • sviluppo di complicanze;
  • sfenoidite cronica.

La sfenoidite è una malattia rara e, se si verifica, c'è probabilmente una ragione seria che stimola lo sviluppo del processo infiammatorio. Se la patologia si è trasformata in una forma cronica o la sfenoidite acuta si verifica regolarmente in una persona, è consigliabile condurre un trattamento chirurgico della sfenoidite.

L'operazione è possibile in due modi:

  1. Endonasale. Con l'aiuto di endoscopi e piccoli strumenti chirurgici, l'anastomosi del seno si espande e tutto il pus viene rimosso con un'ulteriore disinfezione della cavità. Se la malattia è causata da una curvatura del setto nasale, la struttura anatomica viene corretta. Dopo l'intervento chirurgico, il paziente viene osservato in ospedale per 1-2 giorni.
  2. Extranasal. L'accesso al seno sfenoidale è fornito rimuovendo la parte posteriore del setto nasale. Questo metodo viene usato raramente..

Caratteristiche della sfenoidite acuta

La forma acuta di sfenoidite, a differenza di altre malattie ORL, procede senza sintomi pronunciati. Ciò è dovuto al fatto che la sfenoidite si verifica insieme all'etmoidite (infiammazione delle cellule dell'osso etmoide) e i segni di questa patologia sono più pronunciati.

Un segno caratteristico della sfenoidite acuta è il dolore nella parte posteriore della testa e nella parte posteriore della testa. Il dolore può verificarsi periodicamente, sentito nelle tempie e nella zona degli occhi. Il dolore può essere sordo o molto doloroso.

Drenare il contenuto purulento sulle pareti della faringe provoca disagio. Appaiono l'alitosi e la congestione nasale. Le condizioni generali di una persona sono caratterizzate da malessere, sonnolenza e febbre.

Dopo aver rimosso l'infiammazione, si raccomanda al paziente di condurre la fisioterapia:

  • agopuntura;
  • elettroforesi;
  • massaggio ecc.

Caratteristiche della forma cronica di sfenoidite

La sfenoidite cronica provoca un forte calo della visione, che gli oftalmologi non possono spiegare. I sintomi di una malattia rinofaringea potrebbero non essere. La visione ridotta si verifica a causa della transizione dell'infiammazione dal seno sfenoide al nervo ottico.

La sfenoidite cronica è caratterizzata da sintomi:

  • mal di testa che si estende alla regione o all'orbita occipitale;
  • odore sgradevole dal naso, che viene avvertito solo dal paziente;
  • deflusso di scarico spiacevole nel rinofaringe;
  • sensazioni di spremere gli occhi;
  • deterioramento delle condizioni generali di notte o dopo l'esposizione al calore.

In alcuni casi, è possibile un mal di stomaco. Ciò è dovuto all'ingestione di contenuti purulenti che penetrano nella cavità faringea. Con una prolungata assenza di trattamento, sono possibili vertigini e sbalzi d'umore improvvisi.

La diagnosi viene fatta dopo un esame generale, rinoscopia e sondaggio dei principali seni nasali del rinofaringe. Per confermare la forma cronica di sfenoidite, risonanza magnetica, TC e radiografia.

Nella sfenoidite cronica, viene eseguita la chirurgia. Il farmaco viene utilizzato solo nel periodo postoperatorio..

Prevenzione

La sfenoidite è una malattia grave e pericolosa. Per prevenirlo, è necessario attuare misure preventive. È come segue:

  • non essere in una stanza fumosa;
  • non bere alcolici e caffeina;
  • idratare regolarmente la mucosa nasale (utilizzare umidificatori e soluzioni saline per il lavaggio);
  • cura tempestiva delle malattie rinofaringee;
  • indurire;
  • mangiare bene ed equilibrato.

Sphenoiditis

La sfenoidite è un'infiammazione della mucosa del seno sfenoidale. Le principali manifestazioni cliniche sono mal di testa, febbre fino al numero febbrile, disturbi visivi ed olfattivi, sindrome aseno-venosa, presenza di secrezioni purulente o catarrale, disfunzione delle coppie III, IV e VI dei nervi cranici. La diagnosi si basa su informazioni anamnestiche e lamentele del paziente, i risultati di rinoscopia, sondaggi diagnostici, test di laboratorio, metodi di ricerca sulle radiazioni. Nel trattamento vengono utilizzati farmaci antibatterici, farmaci sintomatici, interventi chirurgici..

Informazione Generale

La sfenoidite è una malattia relativamente rara in otorinolaringoiatria. La sconfitta dei seni paranasali in combinazione con il coinvolgimento della mucosa nasale nel processo è osservata nel 10-17% della popolazione mondiale. L'infiammazione del seno sfenoidale è solo del 3-5% tra tutte le varianti di questa patologia. Molto spesso si verifica negli adolescenti e nelle persone di mezza età. Nei bambini di età inferiore ai 3 anni, la malattia procede quasi sempre con complicazioni, mentre in ogni quinto caso vengono rilevate piaghe agli occhi. I rappresentanti maschili e femminili sono malati con la stessa frequenza. Complicanze intracraniche vengono rilevate nel 2-3% dei pazienti.

Cause di sfenoidite

L'eziologia della malattia si basa sulla penetrazione di microrganismi patogeni nella cavità del seno sfenoide. Gli agenti patogeni includono stafilococchi, streptococchi, funghi o virus. Abbastanza spesso, la sfenoidite si verifica sullo sfondo di scarlattina, influenza, infezioni virali respiratorie acute, rinite acuta, rinosinusite, rinofaringite o tonsillite. A volte le patologie specifiche dell'osso sfenoide diventano la causa della malattia: sifilide, tubercolosi, osteomielite. La variante cronica è spesso il risultato di una terapia errata del processo acuto. Esistono numerosi fattori che contribuiscono alla formazione della sfenoidite:

  • Anomalie di sviluppo. Comprende malformazioni congenite del rinofaringe e del seno sfenoide con una violazione della sua ventilazione: curvatura del setto nasale nella parte superiore posteriore, atresia o stenosi delle insenature, presenza di ulteriori baie o trabecole nel seno, sua eccessiva ristrettezza o piccolo volume.
  • Lesioni traumatiche. Le lesioni al terzo medio del cranio facciale possono essere accompagnate dalla distruzione delle strutture ossee dell'osso sfenoidale e della parte posteriore del setto nasale, portando all'ostruzione dei dotti escretori del seno. Una condizione simile a volte si verifica quando corpi estranei entrano nell'anastomosi del seno..
  • Formazioni volumetriche. La patologia è provocata da cisti, polipi, tumori benigni e maligni situati vicino alla bocca del seno sfenoidale e sovrapposti al suo lume.
  • Condizioni di immunodeficienza. La sfenoidite può contribuire a malattie e condizioni che portano a una diminuzione delle forze protettive generali e locali del corpo: ipotermia, infezione da HIV e AIDS, diabete mellito, carenze vitaminiche, ipotiroidismo, assunzione incontrollata prolungata di citostatici e glucocorticoidi, malattie ematologiche, disturbi immunitari congeniti.

patogenesi

Con la penetrazione della microflora patogena contenuta nell'aria inalata, la distruzione delle cellule epiteliali avviene nella cavità del seno principale con lo sviluppo di alterazioni infiammatorie. Sullo sfondo del gonfiore generale, il lume dell'apertura naturale si restringe, lo scambio d'aria peggiora, il che contribuisce all'ulteriore progressione dell'infiammazione. A causa dell'infiltrazione dei leucociti della mucosa, il dotto escretore è completamente bloccato, il deflusso delle masse essudative si ferma. Questi cambiamenti in combinazione con la carenza di ossigeno locale creano condizioni favorevoli per la vita della microflora anaerobica e la formazione di essudato purulento. Quest'ultimo riempie gradualmente l'intero seno sfenoidale, provocando mal di testa e una sensazione di pressione sui bulbi oculari.

Il secondo modo di sviluppo della sfenoidite si basa sulla formazione di edema senza infezione diretta del seno. Le lesioni infettive di lunga durata del rinofaringe o le neoplasie di questa area portano al gonfiore delle mucose dell'apertura naturale del seno, l'ingresso del seno è bloccato dall'esterno. All'interno del seno viene assorbito l'ossigeno residuo, si accumula l'anidride carbonica, che ha un effetto citotossico sulle cellule della mucosa, che porta allo sviluppo di infiammazione e distruzione. La terza opzione patogenetica è la penetrazione di microrganismi nella cavità a forma di cuneo da altri focolai infettivi con mezzi ematogeni, linfogeni o di contatto.

Classificazione

Data l'eziologia, la durata e le caratteristiche dei sintomi clinici, è consuetudine distinguere diverse forme di sfenoidite. L'uso della classificazione consente di semplificare il processo di diagnosi e la selezione di un regime terapeutico adeguato. Nell'otorinolaringoiatria pratica, si distinguono due forme principali di infiammazione del seno sfenoide:

  • Acuto. È accompagnato da manifestazioni pronunciate, dura fino a 20-23 giorni. Si sviluppa sullo sfondo di infezioni virali e batteriche acute del tratto respiratorio superiore.
  • cronico Nel decorso clinico, ci sono periodi di esacerbazioni e remissioni. Spesso i sintomi persistono per diversi mesi. Le malformazioni congenite e le patologie croniche del rinofaringe spesso agiscono come fattori provocatori..

Sulla base delle caratteristiche cliniche e morfologiche, si distinguono due forme di sfenoidite cronica:

  • Essudativa. Nei sintomi di questa variante della malattia, prevale la sindrome di dimissione patologica. Esistono due sottospecie di infiammazione cronica del seno principale: catarrale e purulenta.
  • Produttivo. Principalmente accompagnato da cambiamenti nella mucosa. Forse il suo ispessimento patologico (forma parietale-iperplastica) o la formazione di polipi, cisti (sottospecie polipica e cistica).

Sintomi di sfenoidite

Le manifestazioni cliniche spesso non sono molto specifiche. Il primo sintomo più comune di sfenoidite acuta è il mal di testa doloroso di moderata intensità senza una chiara localizzazione. I pazienti lo descrivono come "dolore al centro della testa". Allo stesso tempo, la temperatura corporea sale a 37,5-38,5 ° C. Quando la cavità del seno è piena di masse essudative, l'epicentro della sindrome del dolore si sposta nella regione occipitale, irradiandosi in orbita, nei templi. Le forme gravi si manifestano con un forte bruciore e un dolore pressante nelle orbite, che i pazienti sentono come "stringere gli occhi". In condizioni di calore e aumento della secchezza dell'aria, la sindrome del dolore si intensifica. Gli analgesici sono generalmente inefficaci.

Nella sfenoidite cronica, il mal di testa è leggermente espresso. Il ruolo principale in tali casi è giocato da disturbi aseno-gadgetativi. Il quadro clinico è dominato da disturbi neurologici: perdita di appetito, deterioramento della qualità del sonno e della memoria, insonnia, parestesia, vertigini, debolezza e malessere generalizzati e aumento dell'irritabilità. Uno dei principali sintomi di entrambe le forme acute e croniche di patologia è la presenza di secrezione mucosa o purulenta. Si notano un costante disagio e una sensazione di irritazione nelle profondità del naso e della faringe, che non cambiano dopo la tosse. Alcuni pazienti sviluppano una lieve alitosi.

Meno comunemente, i primi sintomi della sfenoidite sono disturbi dell'analizzatore visivo e / o olfattivo. Quando il processo infiammatorio si diffonde nella cavità nasale, si verifica una disfunzione dei recettori olfattivi, che provoca una distorsione nella percezione degli odori e, nei casi più gravi, l'anosmia. Quando il chiasma ottico è coinvolto nel processo patologico, si osserva una diminuzione della gravità e una parziale perdita di campi visivi, si formano scotomi e fotofobia. Con danno concomitante al nervo del rapimento, si sviluppa diplopia, oculomotore - ptosi della palpebra superiore, blocco - strabismo.

complicazioni

Le complicanze della sfenoidite sono associate alla diffusione della flora patogena nelle strutture adiacenti. Relativamente spesso, specialmente durante l'infanzia, la malattia porta a lesioni settico-purulente dell'orbita, che possono successivamente causare una completa perdita della vista. Meno comuni sono le complicanze intracraniche associate alla penetrazione di agenti infettivi nella fossa cranica media attraverso i vasi sanguigni del sistema nervoso centrale o alla distruzione dell'osso sfenoide. Questi includono meningite purulenta, encefalite, ascesso cerebrale, trombosi del seno cavernoso. Sullo sfondo dell'immunodeficienza sistemica o della mancanza di trattamento, si verifica una generalizzazione del processo con lo sviluppo di sepsi, setticopemia e formazione di focolai metastatici di infezione.

Diagnostica

La diagnosi viene fatta tenendo conto della storia, dei risultati degli studi di laboratorio e strumentali. Durante l'intervista a un paziente, l'otorinolaringoiatra scopre i reclami attuali, i sintomi primari della malattia e le dinamiche del loro sviluppo, la presenza di fattori che contribuiscono, patologie concomitanti. Di norma, un medico esperto può già stabilire una diagnosi preliminare in questa fase. Per confermare che la sfenoidite viene eseguita:

  • Rinoscopia anteriore e posteriore. Una lesione acuta del seno sfenoidale è accompagnata da iperemia e gonfiore della mucosa, un accumulo di masse patologiche nel passaggio nasale generale e superiore, tra la conca centrale e il setto nasale. La variante cronica è caratterizzata da una moderata quantità di secrezione viscosa che scorre lungo la membrana pallida e assottigliata della parete faringea posteriore.
  • Suono diagnostico L'essenza della procedura è visualizzare e aspirare il contenuto del seno principale. La presenza di secrezione mucosa o purulenta nel suo lume indica sfenoidite. Il materiale risultante viene inviato per l'esame microscopico e batteriologico, che consente di identificare l'agente patogeno, per determinare la sua sensibilità ai principali gruppi di antibiotici.
  • Test di laboratorio. In un esame del sangue clinico, la leucocitosi viene rilevata sopra 910 9 / l, con un aumento dell'ESR di oltre 10 mm / ora. Con l'infiammazione dell'eziologia batterica, la neutrofilia (spostamento a sinistra) viene osservata nella formula dei leucociti, con un virus - spostamento a destra. Con una natura prolungata e lenta della malattia, si verifica la sindrome anemica.
  • Radiografia dei seni paranasali. La principale tecnica diagnostica utilizzata per confermare la sconfitta del seno sfenoidale. Per il massimo contenuto informativo, la radiografia viene eseguita in due proiezioni. L'oscuramento del lume del seno indica una sfenoidite - un sintomo di un "velo". I labirinti dell'osso etmoide sono spesso coinvolti nel processo. Con un basso valore diagnostico delle immagini, viene eseguita anche la TC dei seni paranasali.

Trattamento di sfenoidite

Le misure terapeutiche mirano a ridurre il gonfiore delle mucose del rinofaringe e del seno sfenoidale, stimolando il deflusso di masse patologiche e combattendo gli agenti infettivi. A seconda della gravità e della natura dei cambiamenti patologici, vengono utilizzati farmaci e / o agenti chirurgici. Il trattamento per la sfenoidite comprende:

  • Terapia antibiotica. È cruciale nel trattamento. In primo luogo, vengono utilizzati antibiotici ad ampio spettro: penicilline o cefalosporine della generazione II-III. Se necessario, dopo aver ricevuto i dati sulla sensibilità della microflora seminata, i medicinali vengono sostituiti. Con un'origine virale o fungina della malattia, vengono prescritti agenti antivirali o antimicotici, rispettivamente.
  • Farmacoterapia sintomatica. Include farmaci vasocostrittori che riducono il gonfiore e inibiscono il processo di essudazione. Dato il quadro clinico, vengono utilizzati farmaci antipiretici, analgesici, farmaci antinfiammatori non steroidei. L'intossicazione grave viene interrotta dalla terapia per infusione endovenosa. Al fine di prevenire i disturbi gastrointestinali, la massiccia terapia antibiotica è integrata con probiotici.
  • Chirurgia. Le tecniche chirurgiche (sfenotomia) sono utilizzate con forme produttive di sfenoidite cronica, l'incapacità di ripristinare la pervietà dell'orifizio anteriore del seno sfenoidale in un altro modo e l'inefficacia del trattamento conservativo. Con l'accesso endonasale, sotto controllo visivo, l'anastomosi naturale del seno viene espansa e la sua cavità viene svuotata. Nella versione extranasale dell'operazione, il seno viene aperto rimuovendo il terzo posteriore del setto nasale, il concha nasale medio e le cellule etmoidi posteriori.

Previsioni e prevenzione

La prognosi della sfenoidite acuta è favorevole, nella forma cronica è dubbia. Il trattamento tempestivo iniziato nella stragrande maggioranza dei casi consente di evitare complicazioni settiche intracraniche. Le misure preventive per ridurre la probabilità di infiammazione del seno sfenoide comprendono il trattamento completo delle lesioni della cavità nasale, del rinofaringe, dell'orofaringe e dell'immunodeficienza, la correzione delle malformazioni congenite, la prevenzione dell'ipotermia e delle lesioni traumatiche del cranio facciale, l'uso razionale di farmaci precedentemente prescritti.