La tonsillite è una malattia che si manifesta con l'infiammazione delle tonsille. Le tonsille si trovano ai lati all'uscita della faringe, quindi il problema può essere facilmente visto nella foto. La tonsillite può verificarsi in due forme: acuta e cronica. Come complicazione della tonsillite, appare la tonsillite, è caratterizzata da sintomi più gravi e gravi..

Cause di tonsillite cronica

La tonsillite cronica è un problema comune. I bambini sono più esposti al problema, tra i bambini, il 14% della popolazione soffre di una forma cronica, tra gli adulti - 5-7%.

Le cause della tonsillite primaria sono le seguenti:

  • disturbi nella nuova respirazione;
  • trauma del tessuto tonsillare;
  • malattie infettive che violano l'integrità del tessuto linfoide della faringe;
  • focolai di infiammazione cronica nella cavità orale e nella zona della testa, ad esempio: carie, malattia parodontale, sinusite, adenoidi.

Inoltre, batteri e virus entrano nella cavità orale dall'ambiente esterno. Un sistema immunitario debole non è in grado di proteggere il corpo, quindi si verifica una malattia. Una diminuzione dell'immunità provoca non solo processi infiammatori nella cavità orale, ma anche le condizioni della vita moderna: malnutrizione, aria inquinata, stress, ecc..

La causa della tonsillite è batteri, virus o funghi. La malattia può essere trasmessa da goccioline trasportate dall'aria, l'infezione con la via fecale-orale si verifica molto meno frequentemente. Con una forma cronica di tonsillite, non è pericoloso per gli altri..

Sintomi di tonsillite cronica

La tonsillite cronica è anche divisa in due forme: compensata e scompensata. Nel primo caso, sono inerenti solo i sintomi locali. Il corpo è più in grado di far fronte all'infiammazione, quindi una persona avverte solo fastidio alla gola. Nel secondo caso, si nota un deterioramento generale. Inoltre, sullo sfondo della malattia, possono svilupparsi:

  • paratonsillitis;
  • ascesso paratonsillare;
  • angina;
  • malattie di altri sistemi corporei.

Durante la forma acuta della malattia e con un'esacerbazione cronica, la temperatura corporea aumenta, compaiono dolori articolari, mal di testa, mal di gola durante la deglutizione, aumento dei linfonodi.

Durante la diagnosi, vengono presi in considerazione i reclami dei pazienti e gli indicatori di uno studio di laboratorio clinico. I sintomi sono sensazioni spiacevoli nella gola, spesso dolorose, possono essere di natura diversa: dolorante, bruciore, sensazione di coma in gola. La foto mostra che nella gola delle tonsille ci sono masse di cagliata, che sono la causa dell'alitosi.

Nella scheda del paziente puoi trovare dati sulla tonsillite privata. Molto spesso, l'esacerbazione si verifica dopo aver bevuto bevande fredde o calde, dopo ipotermia e raffreddori. Pertanto, il medico deve capire che tali fattori non sono la causa principale della malattia, ma a causa della tonsillite cronica.

La foto mostra che con la tonsillite compaiono punti gialli sulle tonsille. Durante l'esacerbazione, questo sintomo non lo è. Ciò significa che esiste un posto per essere un ascesso follicolare.

Se si preme sulla tonsilla, il contenuto purulento sporgerà da essa. Ciò accade quando le spine purulente si ammorbidiscono. Un gran numero di batteri si accumula negli spazi vuoti delle tonsille, il loro aspetto e forma possono essere analizzati in laboratorio.

Trattamento della tonsillite acuta e cronica

Prima di tutto, per il trattamento in ospedale, è necessario lavare le lacune tonsillari per eliminare i batteri e rimuovere i tappi purulenti. A casa, dovrai continuare il trattamento e fare i gargarismi con soluzioni disinfettanti e decotti di erbe. Miramistin e Clorexidine sono usati. Assicurati di prescrivere antibiotici a seconda della natura dei batteri. Molti agenti patogeni sono sensibili alla rovamicina. Delle penicilline efficaci sono "Panklav".

Vengono prese in considerazione non solo la natura dell'agente patogeno, ma anche l'età del paziente, la frequenza delle esacerbazioni e la gravità dei sintomi. Vengono valutati i metodi e l'efficacia del trattamento precedentemente condotto. Successivamente, sono previste ulteriori azioni: trattare in modo conservativo o tempestivo. L'operazione è consigliata solo con un modulo scompensato..

La procedura di trattamento è la seguente:

  • rimozione di tappi purulenti e lavaggio di lacune tonsillari;
  • gargarismi con medicine e decotti di erbe;
  • assunzione di antibiotici (con esacerbazione);
  • terapia quantistica per rafforzare l'immunità;
  • metodi di fisioterapia;
  • inalazione;
  • colmare le lacune con antisettici (secondo il metodo di Tkach Yu.N.).

Il trattamento chirurgico è consigliabile eseguire con esacerbazioni frequenti e sintomi dolorosi. Le tonsille vengono rimosse, che in medicina si chiama tonsillectomia. I medici cercano di non eseguire questo tipo di intervento chirurgico, poiché ciò porta a una riduzione dell'immunità locale.

Intervento chirurgico

La tonsillite cronica è una malattia non sicura. Se rimandare il trattamento a una scatola distante, possono svilupparsi complicazioni al cuore e alle articolazioni, possono svilupparsi endocardite, pielonefrite.

Le tonsille vengono rimosse se ci sono i seguenti problemi:

  • l'esacerbazione si verifica più di 2 volte l'anno;
  • le esacerbazioni sono accompagnate da sintomi dolorosi;
  • ci sono complicazioni al cuore o alle articolazioni.

I metodi di trattamento sono efficaci: rimozione laser delle tonsille o metodo criochirurgico quando le tonsille sono congelate.

L'operazione non viene eseguita in caso di insufficienza cardiovascolare o renale, diabete mellito, emofilia, malattie infettive, gravidanza, mestruazioni. Il trattamento viene effettuato tre settimane dopo l'esacerbazione.

Puoi parlare di una forma cronica di tonsillite completamente guarita quando non si verificano esacerbazioni entro due anni.

Trattare i bambini è diverso dal trattare gli adulti. Nell'infanzia, i linfociti vengono prodotti attivamente, durante i quali le tonsille partecipano con l'intero sistema linfatico. Pertanto, non è possibile iniziare la malattia, perché le tonsille devono essere sane e olistiche.

Angina cronica

La tonsillite cronica si verifica a causa della tonsillite cronica. Un'infezione si trova costantemente nel tessuto linfoide delle tonsille e della gola. Con qualsiasi effetto avverso esterno o interno, si verificano esacerbazioni e appare angina.

Quando il patogeno viene esposto alle tonsille per lungo tempo, cessano di svolgere la loro funzione protettiva e l'immunità locale si indebolisce. Il mal di gola cronico è la causa di faringite persistente, bronchite e altre malattie della gola e del tratto respiratorio superiore, se l'infezione scende.

Le complicanze cardiache compaiono come complicanze, la malattia influisce negativamente sul tratto gastrointestinale. Questi ultimi sono molto più difficili da affrontare. Il paziente dovrà monitorare attentamente la sua salute e attuare misure preventive per tutta la vita.

I sintomi della tonsillite acuta sono strettamente intrecciati con i sintomi dell'angina. Il paziente si lamenta di:

  • disagio alla gola;
  • febbre e brividi;
  • intossicazione;
  • linfonodi ingrossati;
  • la foto mostra un rivestimento bianco sulle tonsille.

Durante il corso della forma cronica dell'angina, i sintomi non sono pronunciati. Il paziente avverte debolezza, disagio alla gola, deglutizione avverte un nodo alla gola. Tali sintomi possono durare per diversi giorni e poi scomparire senza esposizione ai farmaci. Inoltre, l'infezione è costantemente nel corpo e influisce negativamente sulla salute.

Nei bambini, l'angina cronica si manifesta più pronunciata. Raffreddori che si verificano costantemente. Il tessuto delle tonsille subisce cambiamenti, si gonfia, si allenta, le dighe palatine si condensano. L'alitosi viene dalla bocca, causato da tappi negli spazi.

Trattamento dell'angina con metodi popolari

Durante il trattamento, non trascurare i metodi della medicina tradizionale. Durante il periodo senza esacerbazione, al mattino e alla sera, la gola viene sciacquata con decotti a base di erbe e soluzione salina, ciò contribuirà a ridurre il rischio di esacerbazione. Se possibile, massaggia il collo e il torace. Per aumentare l'immunità vengono utilizzati: ginseng, echinacea, camomilla, aglio, propoli.

Molte erbe vengono utilizzate per il risciacquo, ad esempio: camomilla, equiseto, marshmallow, tiglio, origano, corteccia di quercia, salvia, sambuco nero, menta piperita, frutti di finocchio.

Puoi preparare autonomamente le infusioni per il risciacquo e l'inalazione. Esistono diverse ricette efficaci per il trattamento del mal di gola..

Il primo è preparato come segue: le foglie di aloe tritate sono ricoperte di zucchero e infuse per tre giorni. Quindi la miscela di foglie viene versata con alcool al 40% in un rapporto di 1: 1 e infusa per altri 3 giorni. La tintura viene utilizzata ogni giorno, 50 gocce di tintura vengono utilizzate in un bicchiere d'acqua.

I fiori di iperico (20 g) vengono versati con 100 ml di alcool al 70%, in questo stato la miscela viene lasciata per 2 settimane. 40 gocce di tintura vengono diluite in un bicchiere d'acqua e prese ogni giorno.

Un potente rimedio per l'angina cronica e altre malattie è la tintura di eucalipto, viene venduto in farmacia. In un bicchiere d'acqua, un cucchiaio di tintura viene diluito.

Per il trattamento, puoi usare l'olivello spinoso e gli oli di abete. Vengono applicati direttamente sulle tonsille con un batuffolo di cotone per 1-2 settimane.

Tonsillite: sintomi, cause, trattamento

La tonsillite è una malattia comune. I bambini sono più sensibili ad esso (circa il 60–65% di tutte le infezioni respiratorie acute), specialmente spesso all'età di 5-10 anni. I sintomi della patologia negli adulti e nei bambini dipendono dal decorso del processo infiammatorio, dalla presenza di malattie concomitanti.

Che cos'è la tonsillite? La tonsillite (dal lat. Tonsillae - tonsille) è una malattia infettiva, il cui principale segno è un processo infiammatorio acuto o cronico nelle tonsille.

L'infiammazione cronica spesso contribuisce allo sviluppo di varie complicanze. La tonsillite acuta, o angina, è una malattia comune, caratterizzata da un aumento dell'incidenza in primavera e in autunno. Negli adulti, la patologia si verifica nel 5-20% dei casi di infezioni respiratorie acute.

Cause di tonsillite

La malattia si sviluppa quando batteri o virus patogeni entrano nel corpo. I patogeni più comuni tra i virus sono:

Tra i patogeni batterici, lo streptococco di gruppo A beta-emolitico o streptococco piogenico svolge un ruolo importante. Circa il 15% dei casi di angina è associato ad esso. Lo streptococco viene trasmesso da goccioline trasportate dall'aria, dal contatto e dal cibo..

Inoltre, la malattia può causare:

  • streptococchi dei gruppi C e G;
  • pneumococchi;
  • anaerobi;
  • micoplasmi;
  • clamidia
  • spirochete;
  • gonococchi.

L'agente causale entra nella mucosa delle tonsille esogenamente con l'aria inalata o con il cibo, nonché la via endogena - da focolai cronici di infezioni o con un aumento della patogenicità della microflora saprofitica a causa di una diminuzione dell'immunità generale o locale.

In condizioni di immunodeficienza locale, l'agente causale può essere un fungo simile al lievito del genere Candida, che fa parte della normale flora dell'orofaringe.

Lo sviluppo del processo infiammatorio è facilitato da:

  • lesione tonsillare;
  • malattie infiammatorie croniche della cavità orale, del naso e dei seni;
  • violazione della respirazione nasale;
  • malattie somatiche concomitanti di vari organi e sistemi che influenzano la reattività generale del corpo.

Morfologicamente, con infiammazione delle tonsille nel parenchima, si verifica l'espansione del sangue e dei vasi linfatici, infiltrazione della mucosa con i leucociti.

Nella patogenesi dell'infiammazione cronica, il ruolo principale è giocato dalla violazione dei meccanismi protettivi e adattativi delle tonsille, dalla sensibilizzazione del corpo. La microflora patogena negli spazi vuoti nella tonsillite cronica può diventare un fattore scatenante nello sviluppo di processi autoimmuni.

Classificazione

Codice ICD-10 per tonsillite (revisione della classificazione internazionale delle malattie 10):

  • J03.0 - streptococcico;
  • J03.8 - acuto, causato da altri agenti patogeni specificati;
  • J03.9 - acuto, non specificato;
  • J35.0 - Cronico.

La tonsillite, a seconda del decorso dell'infiammazione, è divisa in acuta e cronica. L'acuto, a sua volta, può essere primario o secondario.

La tonsillite acuta primaria ha le seguenti forme:

  • catarrale;
  • a cassettoni;
  • follicolare;
  • membranoso ulceroso o necrotico.

La tonsillite acuta secondaria può verificarsi in malattie infettive acute, come:

Inoltre, il processo infiammatorio secondario si sviluppa sullo sfondo di malattie ematologiche (con agranulocitosi, leucemia, aleukia tossica alimentare).

La tonsillite cronica è divisa in non specifica e specifica. La tonsillite cronica non specifica ha una forma compensata e scompensata. L'infiammazione specifica delle tonsille si sviluppa con granulomi infettivi - tubercolosi, sifilide, scleroma.

Esiste anche una classificazione clinica delle forme di patologia:

  • catarrale;
  • follicolare;
  • a cassettoni;
  • necrotico;
  • flemmonosa;
  • fibrinoso;
  • erpetica;
  • misto.

Sintomi di tonsillite

I principali segni di tonsillite sono:

  • disagio o mal di gola, aggravato dalla deglutizione, possibile irradiazione del dolore nell'orecchio;
  • un aumento della temperatura corporea (la tonsillite può verificarsi senza temperatura);
  • respiro putrido;
  • tosse secca;
  • deterioramento della salute: debolezza generale, dolore ai muscoli e alle articolazioni, mal di testa, riduzione delle prestazioni.

Con la forma lacunare, si verifica un accumulo di secrezione sierosa-mucosa e purulenta negli spazi. Il pus è costituito da globuli bianchi, linfociti, epitelio e fibrina. Si possono formare ampi depositi di drenaggio..

Quando si verifica un forte gonfiore delle tonsille, può apparire una sensazione di oppressione al collo, difficoltà respiratoria..

Diagnostica

Per stabilire una diagnosi e condurre una diagnosi differenziale, è necessario:

  • raccolta di reclami e anamnesi;
  • ispezione;
  • esame strumentale, inclusa la faringoscopia;
  • esame microscopico, citologico, batteriologico di tonsille, orofaringe, che viene rimosso dalla mucosa;
  • esame del sangue clinico.

La foto della gola scattata durante la faringoscopia mostra chiaramente i cambiamenti nell'angina. Esistono diversi tipi di faringoscopia che consentono di esaminare visivamente l'orofaringe e valutare le condizioni della mucosa.

Con una forma catarrale, si nota l'iperemia delle tonsille, sembrano gonfie, l'epitelio viene allentato e saturo di sierosa secrezione. Non ci sono incursioni purulente.

La forma follicolare è caratterizzata dalla transilluminazione dei follicoli attraverso la mucosa sotto forma di punti gialli.

Con la forma lacunare, si verifica un accumulo di secrezione sierosa-mucosa e purulenta negli spazi. Il pus è costituito da globuli bianchi, linfociti, epitelio e fibrina. Si possono formare ampi depositi di drenaggio..

La forma flemmatica è caratterizzata da una violazione del drenaggio degli spazi vuoti, gonfiore del parenchima tonsillare, cambiamenti necrotici nei follicoli, che, se uniti, possono formare un ascesso. Tale ascesso si trova vicino alla superficie della tonsilla e viene svuotato nella cavità orale.

Per tonsillite candidosa, moderata iperemia delle tonsille, è caratteristica la presenza di una placca di formaggio di colore bianco o giallo. Di norma, la terapia antibiotica prolungata precede l'infezione fungina..

La malattia è caratterizzata da un aumento, compattazione e indolenzimento dei linfonodi regionali: cervicale sottomandibolare, anteriore e posteriore.

Durante l'esame della cavità orale o durante la faringoscopia, il medico raccoglie materiale dalla superficie delle tonsille, parete faringea posteriore per coltura batteriologica, seguita da determinazione della sensibilità ai farmaci antibatterici.

Esiste un test esplicito per determinare la presenza di streptococco beta-emolitico di gruppo A nella raschiatura dalla mucosa dell'orofaringe. Viene eseguito entro 5-15 minuti ed è un metodo immunocromatografico per la diagnostica espressa di una valutazione qualitativa della presenza di antigene del gruppo streptococco beta-emolitico A. L'analisi viene eseguita da un medico e non richiede un laboratorio speciale. La sensibilità del test è del 97%.

Secondo un esame del sangue clinico, vengono valutati gli spostamenti dei leucociti. Oltre ai cambiamenti generali nella forma di un aumento del numero di leucociti e un'accelerazione dell'ESR (tasso di sedimentazione eritrocitaria) con danno batteriologico, aumenta il numero di neutrofili, appare un gran numero di leucociti di stab (giovani). Con danno virale, i linfociti aumentano. Pertanto, l'analisi aiuta nella diagnosi e nella diagnosi differenziale. Ad esempio, con la mononucleosi infettiva, aumenta il numero di monociti..

Diagnosi differenziale

La tonsillite follicolare deve essere differenziata con la difterite orofaringea. Entrambe le malattie si verificano con febbre alta e intossicazione, mal di gola, iperemia e tonsille ingrossate, ma ci sono segni distintivi che aiutano il medico a diagnosticare correttamente.

Con la tonsillite follicolare, la placca gialla sulle tonsille viene facilmente rimossa e non si osserva sanguinamento. Con la difterite, isole di una forma di film fibrinoso lucido e denso, che è difficile da rimuovere, dopo di che rimane una superficie sanguinante.

Inoltre, con la tonsillite follicolare, il sollievo delle lacune è chiaramente visibile, non si nota l'edema tonsillare, i linfonodi regionali sono dolorosi alla palpazione. Con la difterite dell'orofaringe, il sollievo delle tonsille è levigato, sono gonfie, i linfonodi regionali sono indolori.

Per tonsillite candidosa, moderata iperemia delle tonsille, è caratteristica la presenza di una placca di formaggio di colore bianco o giallo. Di norma, la terapia antibiotica prolungata precede l'infezione fungina..

Con la tubercolosi sulle arcate palatine, possono formarsi tonsille, ulcere di un colore rosa pallido con bordi irregolari coperti da placca purulenta. La diagnosi corretta viene stabilita mediante analisi microscopiche e batteriologiche..

Sotto le spoglie di un mal di gola, possono verificarsi lesioni tumorali delle tonsille e dell'orofaringe, che si manifestano sotto forma di disintegrazione dei tessuti. La diagnosi viene stabilita sulla base dei risultati di un esame istologico della biopsia tonsillare.

Lo sviluppo dell'angina secondaria è possibile con malattie del sangue, ad esempio con leucemia acuta. I follicoli possono fondersi e disintegrarsi. La malattia è caratterizzata dalla rapida diffusione di cambiamenti necrotici nelle tonsille. I tipici cambiamenti del sangue caratteristici della leucemia svolgono un ruolo importante nello stabilire una diagnosi..

Trattamento

Con danno batterico, viene prescritta una terapia antibiotica sistemica. Il suo obiettivo è la distruzione dell'agente patogeno, limitando il fuoco dell'infezione, la prevenzione delle complicanze purulente e autoimmuni. In primo luogo, vengono prescritti farmaci della penicillina o gruppo cefalosporine di terza generazione. I mezzi di scelta per il trattamento della tonsillite streptococcica acuta sono fenossimetilpenicillina, aminopenicilline. L'antibiotico è prescritto per 10 giorni.

In caso di reazioni allergiche alle penicilline (amoxicillina) e cefalosporine (cefixima), vengono prescritti macrolidi. La durata del trattamento con azitromicina è di 5 giorni.

Nell'angina cronica, gli antibiotici vengono utilizzati durante l'esacerbazione.

In assenza di dinamiche positive (sotto forma di diminuzione della temperatura corporea e diminuzione della gravità del mal di gola entro 72 ore dall'inizio della terapia), il medico può modificare l'antibiotico.

Non è necessario selezionare o sostituire il farmaco da soli, poiché ciò può portare non solo a complicazioni, ma anche alla formazione di resistenza ai microrganismi all'antibiotico. Se si verificano reazioni avverse, consultare immediatamente un medico.

Per le infezioni virali, gli antibiotici profilattici non sono raccomandati..

Con la candidosi, viene eseguita una terapia antifungina sistemica.

Per ridurre la temperatura corporea e ridurre il dolore, è indicato il trattamento sintomatico con farmaci antinfiammatori non steroidei (paracetamolo, ibuprofene).

È molto importante effettuare un trattamento locale sotto forma di risciacqui, inalazioni, uso di compresse e losanghe per il riassorbimento. Per questo motivo, la gravità della sindrome del dolore diminuisce. Non esclude la terapia antibiotica sistemica.

Si raccomandano antisettici locali:

Le tonsille sono lubrificate con una soluzione di Lugol all'1%, una soluzione di collargolum al 2%, una soluzione di propoli al 40% o unguento con interferone.

Con danno batterico, viene prescritta una terapia antibiotica sistemica. Il suo obiettivo è la distruzione dell'agente patogeno, limitando il fuoco dell'infezione, la prevenzione delle complicanze purulente e autoimmuni.

Dopo il lavaggio, vengono introdotte paste antisettiche intra-lacunari: etonio, gramicidina. Hanno un ampio spettro di effetti, esercitando un effetto batteriostatico sulla microflora patogena..

Secondo le indicazioni, sono prescritti agenti rinforzanti e immunostimolanti generali.

Nella tonsillite cronica, viene inoltre effettuato un trattamento fisioterapico.

Prevenzione

Le misure preventive per prevenire lo sviluppo dell'angina includono:

  • rispetto dell'igiene personale;
  • prendendo preparazioni vitaminiche complesse in autunno e primavera;
  • limitare i contatti con pazienti con tonsillite acuta per la prevenzione delle infezioni nell'aria;
  • trattamento delle infezioni croniche delle vie respiratorie superiori.

complicazioni

Qual è il pericolo di infiammazione nelle tonsille? L'angina può causare gravi complicazioni, portando a malattie del sistema cardiovascolare.

Con una diagnosi prematura o un trattamento inadeguato, è possibile il passaggio da un processo acuto a uno cronico.

L'angina streptococcica può causare complicazioni purulente:

Sono possibili anche conseguenze tardive non purulente:

  • glomerulonefrite post-streptococcica;
  • shock tossico;
  • febbre reumatica acuta.

video

Ti offriamo la visione di un video sull'argomento dell'articolo.

Istruzione: prima Università medica statale di Mosca. LORO. Sechenova.

Esperienza lavorativa: 4 anni in studio privato.

Le informazioni sono compilate e fornite solo a scopo informativo. Consulta il tuo medico al primo segno di malattia. L'automedicazione è pericolosa per la salute.!

Tonsillite cronica

La tonsillite cronica è una malattia del tratto respiratorio superiore, in particolare un processo infiammatorio prolungato nelle tonsille. La forma cronica si sviluppa principalmente a causa di un trattamento inadeguato o della sua completa assenza in tonsillite acuta. Oltre al fatto che la malattia provoca un notevole disagio al paziente, provoca un carico patogeno costante sul suo corpo, portando allo sviluppo di complicanze.

Secondo il codice ICD 10, la tonsillite cronica è classificata come J35.0.

Classificazione dei patogeni

La tonsillite cronica, tuttavia, come quella acuta, causa diversi tipi di fattori. Prima di tutto, stiamo parlando di agenti patogeni infettivi. Tutti appartengono alla microflora patogena - questi sono virus, batteri, funghi. Di conseguenza, la tonsillite è virale, batterica e fungina - questi tipi sono contagiosi. Tipo di tonsillite cronica non infettiva - allergica o allergica-tossica.

Se consideriamo la malattia per tipo di corso, la tonsillite cronica può essere suddivisa in semplice ricorrente (con frequente tonsillite), semplice persistente con infiammazione costante di natura pigra, tipo semplice compensato e tossico-allergico.

Virale. Con la tonsillite virale nei tessuti delle tonsille, inizia il processo infiammatorio, a causa del quale le tonsille cessano di adempiere alla loro funzione protettiva - la funzione di contenere l'infezione dall'entrare nella gola. Si manifesta con sintomi molto caratteristici, quindi è difficile non notare lo sviluppo della malattia.

La causa dell'evento è l'ingresso di un'infezione virale nel corpo, il che significa che la malattia può essere trasmessa da goccioline trasportate dall'aria, meno spesso per contatto. La tonsillite virale cronica di solito si forma da una forma acuta.

I primi sintomi di un decorso acuto compaiono 2-3 giorni dopo l'infezione. Il paziente avverte debolezza e mal di testa, il suo appetito scompare. Aumento graduale dei linfonodi e delle tonsille, mal di gola, febbre. Difficoltà a deglutire e respirare. In assenza di trattamento o se la terapia selezionata non funziona, la malattia diventa cronica. La forma cronica procede senza una temperatura elevata, i dolori sono lievi, si sente un solletico costante in gola, un odore sgradevole si sente dalla bocca.

Gli agenti causali della tonsillite virale cronica sono i virus dell'herpes di tipo 1 e 2, il citomegalovirus, l'adenovirus, il virus Epstein-Barr, il virus dell'influenza, il morbillo e alcuni altri. Di conseguenza, i tipi di tipo virale sono herpes, morbillo, adenovirus e altri tipi di tonsillite cronica virale.

Batterica. La tonsillite batterica cronica è un tipo di infiammazione delle tonsille causata dall'attività batterica. Molto spesso, stafilococchi e streptococchi provocano la malattia, causando, rispettivamente, una forma stafilococcica o streptococcica.

Il tessuto linfoide di cui sono composte le tonsille palatine funziona come un filtro che protegge il corpo dalla penetrazione di elementi estranei, inibendone la riproduzione. Naturalmente, tutte le unità patogene che attaccano il corpo umano, prima di tutto, cadono sulle tonsille. Tra ipotermia o riduzione dell'immunità, le tonsille cessano di far fronte alle loro funzioni, una persona si ammala.

I principali tipi di tonsillite cronica:

  • catarrale;
  • fibrinoso;
  • follicolare;
  • a cassettoni;
  • flemmonosa.

Fungine. La tonsillomicosi è un tipo speciale di danno alla mucosa delle tonsille e della gola - è causato dalla moltiplicazione dei funghi. Le manifestazioni esterne sono simili alla forma streptococcica.

Agenti patogeni - funghi putrefattivi o lieviti del genere Candida. Molto raramente, la malattia si sviluppa a causa dell'attività dei saccaromiceti.

  • raffreddori e malattie virali;
  • avitaminosi;
  • indebolimento del corpo da diete o malnutrizione;
  • malattie croniche del tratto respiratorio superiore;
  • fumatori;
  • processi infiammatori cronici degli organi interni;
  • la presenza di patologie endocrine o oncologiche;
  • candidosi cronica.

Inoltre, questa forma di tonsillite cronica è più comune nei bambini, in particolare di un anno e più giovani, a causa della natura della loro immunità.

Allergico. Appare nei soggetti allergici:

  • dopo l'inizio dello shock anafilattico;
  • stagionalmente in primavera a causa di erbe e alberi in fiore;
  • come manifestazione di allergie alimentari.

Le cause

Lo sviluppo della malattia non si verifica in ogni persona, nonostante il fatto che agenti patogeni aggressivi siano costantemente nell'ambiente. Esistono diverse ragioni che contribuiscono all'infiammazione delle tonsille:

  • mal di gola frequente;
  • la presenza di polipi nei passaggi nasali;
  • violazione stabile della respirazione nasale dovuta alla curvatura del setto nasale;
  • focolai di processi infettivi negli organi respiratori superiori;
  • riduzione dell'immunità;
  • la presenza di adenoidite cronica o sinusite purulenta.

In un modo o nell'altro, lo sviluppo della tonsillite cronica indica che le difese dell'organismo si sono indebolite e non possono contenere il carico di virus, batteri, allergie o funghi.

La tonsillite da bambini è un evento abbastanza comune. A causa delle caratteristiche strutturali, le tonsille del bambino sono più inclini allo sviluppo di infiammazione cronica nei tessuti - contengono lacune profonde e densamente ramificate, passaggi multipli scanalati che penetrano nell'intero spessore delle tonsille. Il processo infiammatorio copre tutti i dipartimenti e le strutture di questi organi.

Si ritiene che anche gli psicosomatici abbiano un ruolo nell'aspetto della malattia - presumibilmente con il costante contenimento di emozioni e parole, una persona ha patologie della gola.

Sintomi di tonsillite

La clinica del tipo acuto di tonsillite, ovviamente, è più pronunciata e spesso precede la comparsa di una forma cronica. I segni di lesione tonsillare compaiono al termine del periodo di incubazione della malattia e comprendono dolore durante la deglutizione, mal di gola di vari gradi di gravità e diversa localizzazione, arrossamento e iperemia delle tonsille, un caratteristico rivestimento bianco o “tappi” bianchi purulenti sulle tonsille.

Il quadro generale è completato da manifestazioni di intossicazione: i linfonodi del paziente nel collo, nella parte superiore del busto si infiammano. Le alte temperature rimangono stabili nei primi giorni.

L'accesso tempestivo a un medico e la nomina di un trattamento adeguato aiutano a garantire che dopo 2-4 giorni i sintomi acuti svaniscano gradualmente. Nei casi in cui la malattia continua a manifestarsi attivamente per un periodo di 20-30 giorni, possiamo parlare della sua transizione verso un tipo cronico naturalmente. Allo stesso tempo, c'è un parziale miglioramento del benessere, ma non possiamo parlare di pieno recupero.

Sintomi di tonsillite cronica:

  • tappi bianchi, giallastri o grigi in gola;
  • dolore alle ghiandole, alla gola (può essere moderato o grave, è caratterizzato da una natura costante);
  • gonfiore del rinofaringe;
  • mal di gola, sensazione di nodulo;
  • possibile difficoltà nella respirazione nasale;
  • temperatura corporea costantemente elevata;
  • reazioni infiammatorie della gola e della faringe in risposta a bevande fredde, gelati;
  • respiro sgradevole e putrido;
  • stanchezza, stato generale di debolezza.

La tonsillite cronica a lungo termine provoca gradualmente la comparsa di mancanza di respiro, dolore e tirando dolore alle articolazioni, in particolare al polso e al ginocchio.

Corso della malattia

Lo sviluppo della tonsillite cronica attraversa determinate fasi in una sequenza determinata da diversi fattori: la natura del trattamento selezionato o la sua assenza, la risposta immunitaria, l'età del paziente.

Palcoscenico. La differenziazione delle fasi dello sviluppo della malattia viene effettuata in base all'analisi dei sintomi locali e generali correnti. I sintomi locali sono manifestazioni di processi infiammatori nei tessuti delle tonsille. Un quadro più generale si forma sotto l'influenza dei prodotti di decomposizione di tessuti e citochine. Queste sostanze si diffondono con il flusso sanguigno dal fuoco dell'infiammazione in tutto il corpo, interessando gradualmente gli organi interni.

I cambiamenti morfologici interessano vari componenti strutturali delle tonsille, a seconda dell'inizio di un particolare stadio dello sviluppo della malattia.

Fasi di sviluppo della tonsillite cronica:

  • tonsillite lacunare o lacunare-parenchimale cronica (in questa fase iniziale si verifica la cheratinizzazione dell'epitelio delle lacune, l'infiammazione colpisce parti del parenchima strettamente localizzate);
  • stadio di alterazione attiva o tonsillite parenchimale cronica, in cui si formano infiltrati infiammatori nel parenchima;
  • tonsillite sclerotica parenchimale cronica con aumento della proliferazione del tessuto connettivo per sostituire le aree interessate delle tonsille.

Il decorso cronico è caratterizzato dalla presenza di stadi compensati e scompensati (sottocompensati) che si sostituiscono.

La compensazione è un periodo di uno stato di infezione dormiente, mentre non ci sono reazioni visibili del corpo, così come la tonsillite ricorrente. La funzione di barriera delle tonsille non è interessata. Si chiama anche non-angina..

La scompenso è caratterizzato dalla presenza di tonsillite frequente con complicanze nei seni, nelle orecchie, con lesioni infiammatorie degli organi interni.

In effetti, la compensazione corrisponde a uno stato di remissione e la scompenso corrisponde a una esacerbazione di una malattia.

La tonsillite sottocompensata si verifica se la tonsillite disturba il paziente, ma sono facilmente curabili, procedono rapidamente e senza esacerbazioni. Ciò significa che il corpo ha abbastanza forza per far fronte al carico del processo infiammatorio..

Complicazioni. Le complicanze della malattia si formano di solito a seguito di forme trascurate che si verificano senza trattamento. A causa dell'influenza attiva di un fattore di carico batteriologico, allergico, virale o fungino, nonché a causa di una violazione del normale corso dei meccanismi neuro-riflessi, nel lavoro della maggior parte dei sistemi compaiono malfunzionamenti.

La capacità del sistema immunitario di riconoscere gli antigeni diminuisce a causa della disattivazione della funzione protettiva dei linfociti B e T.

Inoltre, sullo sfondo della tonsillite, possono svilupparsi:

  • psoriasi, neurodermite e altre forme di patologie allergiche cutanee;
  • malattie dell'occhio dovute a grave intossicazione;
  • artrite settica;
  • ricadute di polmonite e lesioni aspecifiche del sistema respiratorio;
  • Sindrome di Meniere, sindrome di Raynaud, altre manifestazioni di angioedema cerebrale, reumatismi, endocardite;
  • nefrite;
  • violazione della sospensione della bile, inibizione della funzionalità epatica;
  • malfunzionamenti del sistema endocrino (nelle donne, manifestate sotto forma di irregolarità mestruali, riduzione della produzione di alcuni ormoni, sanguinamento uterino, negli uomini, la potenza diminuisce);
  • obesità, scarso appetito.

La durata della malattia La tonsillite cronica è di solito un risultato diretto del tipo acuto di malattia. È caratterizzato da un lungo corso, in cui i periodi di remissione sono sostituiti da esacerbazioni. In generale, la durata dipende dal tipo di agente patogeno, dalla tempestività e dall'adeguatezza del trattamento selezionato..

Per quanto riguarda la tonsillite acuta, è molto più facile da identificare ed è più facile da trattare. Fatta salva la nomina di terapia antibiotica, il tipo batterico e purulento della malattia scompare dopo 3-5 giorni. La tonsillite virale può durare fino a 7-10 giorni. La forma più difficile da trattare è fungina. Il suo trattamento prevede l'assunzione di farmaci antifungini e di solito dura almeno 2 settimane. In casi difficili, il trattamento deve essere ripetuto.

Il problema con la forma cronica è che raramente è possibile curarla completamente. È possibile solo ottenere una remissione prolungata, in cui le esacerbazioni si verificano 2-3 volte l'anno e passano rapidamente.

Le forme di malattia lanciate richiedono un trattamento da uno a diversi mesi, a volte fino a sei mesi. La tonsillite cronica fungina è particolarmente difficile da trattare. Se vengono raggiunte le remissioni, le esacerbazioni manifestate periodicamente rispondono più intensamente alla terapia e durano fino a diverse settimane.

La prognosi per il trattamento della tonsillite acuta è più favorevole: è quasi sempre possibile eliminare completamente la malattia se si consulta un medico in tempo e si seguono tutte le istruzioni.

Diagnostica

Per stabilire una diagnosi di tonsillite cronica, il medico curante deve ottenere informazioni sui segni soggettivi e oggettivi della malattia. A seconda della natura dell'infezione, il medico prescrive studi, test, raccoglie una storia medica usando:

  • esame fisico;
  • ricerca strumentale;
  • test di laboratorio.

Effettuando la diagnosi differenziale della malattia, il medico deve tenere presente la probabilità della presenza di sintomi comuni che sono caratteristici non solo della tonsillite, ma possono anche essere causati da altri focolai di infezione, ad esempio carie, faringite, malattia gengivale. L'infiammazione degli archi e dei linfonodi palatini accompagna anche la poliartrite non specifica e i reumatismi.

metodi Lo studio delle condizioni fisiche del paziente, le manifestazioni esterne presenti in lui è la prima cosa che un medico deve affrontare.

La forma allergica-tossica è determinata dall'infiammazione regionale dei linfonodi agli angoli della mascella inferiore, di fronte al muscolo sternocleidomastoideo. Alla palpazione, i nodi danno dolore.

La presenza di un focus cronico di infezione nelle tonsille colpisce sempre il corpo come avvelenamento tossico, provocando reazioni allergiche. Pertanto, in presenza di tonsillite cronica, il paziente deve sempre determinare le malattie concomitanti generali.

Gli esami strumentali comportano lo studio dello stato dei tessuti delle tonsille del paziente. Un segno caratteristico della tonsillite è la presenza di contenuti purulenti nelle cripte delle tonsille. Il pus viene secreto premendo sul tessuto attraverso l'arco anteriore del palato. Nel normale stato di tonsille, pus negli spazi n.

Il contenuto purulento separato dal paziente può essere liquido o più spesso, sotto forma di liquame o sughero, giallo, bianco o grigio. Il semplice fatto della presenza di pus di qualsiasi tipo nelle cripte indica la presenza di tonsillite cronica.

L'esame esterno delle tonsille infiammate nei bambini mostra che sono ingrandite, hanno un colore rosa o rossastro, una superficie sciolta. Negli adulti, le tonsille sono di solito di dimensioni normali, possono essere ridotte, nascondendosi dietro i prati. La superficie è liscia, pallida, le lacune superiori sono espanse.

I restanti sintomi, che hanno una natura faringoscopica, sono generalmente meno pronunciati e si trovano non solo nella tonsillite cronica, a causa della quale il loro valore differenziale è meno significativo.

Inoltre, il medico può prescrivere una radiografia del seno, un elettrocardiogramma, una fluorografia.

Analisi. Al fine di determinare la natura della malattia, sono obbligatori studi di laboratorio su materiale biologico. Il paziente deve sottoporsi a tali test:

  • esame del sangue generale;
  • analisi per proteina C-reattiva;
  • spalmare sulla flora della faringe, dalla superficie delle tonsille;
  • indicatori di antistreptolysin-O;
  • Test del virus di Epstein-Barr.

Prima di tutto, il medico attira l'attenzione sui risultati di un esame del sangue generale: questa analisi viene solitamente preparata più rapidamente e fornisce immediatamente una comprensione del quadro dell'infiammazione. L'aumento del numero di leucociti superiore a 10 * 109 / l sullo sfondo di un gran numero delle loro forme immature, insieme a un aumento della VES, fornisce le basi per una diagnosi preliminare di tonsillite.

Metodi di trattamento

Tutti i metodi di trattamento della tonsillite cronica possono essere divisi in due gruppi:

Nel primo caso, stiamo parlando della terapia, che include l'uso di agenti che aumentano l'immunità: biostimolanti, preparati di ferro. Il paziente deve stabilire una normale routine del giorno, una dieta completa con abbastanza vitamine.

Inoltre, per normalizzare la condizione sono assegnati:

  • antistaminici;
  • medicinali per immunocorrezione;
  • blocco della novocaina e altri mezzi di esposizione riflessa;
  • farmaci e procedure che hanno un effetto antisettico e curativo direttamente sulle tonsille (lavare le lacune delle tonsille, rimuoverne il contenuto, iniettare farmaci nelle lacune, risciacquo, stufato delle tonsille).

Gli effetti fisioterapici includono terapia laser, terapia a microonde, fonoforesi, induttotermia, radiazione ultravioletta, inalazione.

Gli antibiotici sono una parte obbligatoria del regime di trattamento contro la tonsillite acuta. Nel caso di una forma cronica, possono anche essere prescritti.

Un modo cardinale per trattare la tonsillite cronica è la chirurgia, vale a dire la rimozione delle tonsille palatine. È prescritto solo per il flusso scompensato. Le indicazioni per l'operazione sono l'ampliamento delle tonsille su entrambi i lati, che provoca ostruzione delle vie respiratorie superiori e disturbi del sonno, mancanza di effetto dal trattamento conservativo, allargamento unilaterale delle tonsille con sospetta oncologia, sepsi tonsillogenica.

Il trattamento della malattia a casa, utilizzando ricette di medicina tradizionale, è consentito solo come aggiunta alla terapia generale, con il permesso del medico. A casa, puoi usare decotti e infusi di erbe per il risciacquo, miele, propoli e succo di verdura per aumentare l'immunità.

Misure preventive

È possibile prevenire lo sviluppo di tonsillite cronica? Dato che la malattia ha prognosi deludente per il recupero, è più facile prevenirne l'insorgenza che curarla in seguito.

I medici consigliano di osservare alcune semplici regole volte a rafforzare il corpo..

Prima di tutto, va ricordato che sia il surriscaldamento che l'ipotermia sono favorevoli allo sviluppo della tonsillite. Nella stagione fredda, quando la strada è bagnata, a volte ventosa, quindi bagnata, dovresti assolutamente indossare una sciarpa e un cappello caldo.

In estate, al caldo, devi proteggerti da correnti d'aria e raffiche di vento, soprattutto se il corpo è caldo.

Dopo aver consultato un terapista, puoi ricorrere a procedure di indurimento, ad esempio bagnando con acqua fredda. Allo stesso tempo, la temperatura dell'acqua deve essere abbassata gradualmente in modo da non provocare stress per un corpo impreparato.

La pulizia a umido permanente e la ventilazione dei locali sono regole che devono essere ricordate non solo per la prevenzione della tonsillite, ma anche per il rafforzamento generale del corpo, soprattutto se c'è una persona malata in casa.

Una corretta alimentazione, una quantità sufficiente di verdure, frutta, latticini, carne, cereali sono parte integrante di uno stile di vita sano e di un corpo sano. I medici raccomandano di assumere periodicamente complessi vitaminici, non più di 2-3 volte l'anno.

Non dimenticare di altre malattie, acute e croniche. Rinite, malattie del cavo orale, sinusite, disbiosi, lesioni cutanee infettive, intestino e malattie renali: tutto ciò in background mina l'immunità a fattori patogeni e contribuisce in particolare allo sviluppo della tonsillite.

Per quanto riguarda la prevenzione dei farmaci, in quanto tali farmaci o vaccinazioni contro la tonsillite cronica non esistono. La vaccinazione con il vaccino Prevenar, progettato per proteggere il corpo dall'attività streptococcica, può solo ridurre la probabilità di mal di gola acuto.

Qual è la malattia pericolosa?

La tonsillite cronica, infatti, è al centro dell'infiammazione, che è costantemente presente nel corpo, portando alla sua infezione e allergia. Il decorso prolungato della malattia, in assenza di cure mediche qualificate, porta a complicazioni e conseguenze pericolose.

Il principale pericolo di tonsillite cronica è la sua esacerbazione, tonsillite, che si ripetono costantemente e durano da una settimana a diversi mesi. I tipi gravi di malattia si trasformano in flemmone cervicale e una diminuzione della funzione protettiva delle tonsille porta alla formazione di bronchite e faringite.

Oltre a tali ovvie complicanze, la malattia ha un effetto negativo su altri sistemi nel corpo. Tonsille: organi il cui lavoro è associato al funzionamento degli organi rimanenti del corpo umano.

L'infezione, concentrata nelle tonsille, si muove attraverso il corpo, identificando le vulnerabilità e manifestandosi in esse. La presenza di tonsillite cronica può causare lo sviluppo di circa 120 malattie, tra cui gravi danni a cuore, reni, articolazioni, pelle.

L'infiammazione influisce sull'aspetto del paziente di sclerodermia, lupus eritematoso sistemico, dermatomiosite, poliartrite, reumatismi.

Spesso il mal di gola manifestato contribuisce allo sviluppo di malattie cardiovascolari: miocardite, endocardite, difetti cardiaci. Le donne e gli uomini che hanno la tonsillite prima dei 30 anni hanno la cardialgia. I danni ai vasi sanguigni del cervello si verificano a causa del carico tossico costante.

La tonsillite cronica è la causa delle malattie degli organi digestivi, poiché un elemento patogeno infettivo, costantemente presente nella gola, passa attraverso l'esofago nel tratto digestivo insieme a cibo e acqua.

Sullo sfondo della tonsillite cronica, vengono creati i prerequisiti per la comparsa di malattie della pelle e del grasso sottocutaneo - acne, psoriasi, neurodermite, dermatite atopica ed eczema microbico.

Gli organi respiratori sono direttamente collegati alle tonsille, quindi, a causa della tonsillite, sono colpiti da asma bronchiale e bronchite cronica.

Gli optometristi affermano che la malattia influisce negativamente sul funzionamento dell'apparato accomodativo degli occhi, causando al paziente una congiuntivite, blefarite e forme trascurate ricorrenti influenzano la dinamica della miopia.

Il focus dell'infezione nelle tonsille influenza direttamente il lavoro del pancreas, inibendolo, sullo sfondo del quale la persona interessata può sviluppare il diabete.

La malattia renale (glomerulonefrite, pielonefrite) è una complicanza comune della tonsillite cronica.

Per gli adulti in età fertile, la malattia è particolarmente pericolosa, poiché influisce sulla funzione riproduttiva.

La tonsillite cronica riduce la capacità di una donna di concepire, porta a interruzioni ormonali, irregolarità mestruali, endometriosi e fibromi uterini, negli uomini - per indebolire la potenza. Durante la gravidanza, un costante background infettivo e infiammatorio delle tonsille crea una reale minaccia di aborto spontaneo e l'inizio della nascita prematura. In presenza della malattia, è indesiderabile che una donna allatta al seno il suo bambino, poiché ciò contribuisce all'infezione del bambino.

Muoiono di tonsillite? La presenza nel corpo di un costante fuoco di infezione in una forma trascurata, e soprattutto le sue complicanze, a volte portano ad un ascesso peritonsillare, danno complicazioni al cervello e al cuore. Secondo le statistiche, il 2-3% della tonsillite cronica avanzata porta alla morte.

Cosa è possibile e cosa non è possibile con la tonsillite

La forma cronica di tonsillite è persino una malattia così innocua, come potrebbe sembrare a prima vista. Lo stile di vita del paziente ha un grave effetto sulla natura del decorso della malattia, sulla sua intensità e durata.

La nutrizione si basa sulla dieta n. 13, la cui dieta è raccomandata per il corpo con raffreddori infiammatori e aiuta a rimuovere le tossine dal corpo, rafforza il sistema immunitario, colpisce con parsimonia le mucose delle tonsille. La descrizione della dieta ha caratteristiche comuni con la dieta n. 5 e n. 1. Tutto il cibo viene cotto a vapore o bollito, sfilacciato e macinato per ottenere una consistenza di purea. Devi mangiare 5-6 volte al giorno, in piccole porzioni. La temperatura dei piatti consumati non è inferiore a 60 gradi.

Prodotti che possono e devono essere consumati dai pazienti:

  • pane integrale di ieri, crackers magri, biscotti e biscotti secchi;
  • carne magra, pesce, brodi deboli da loro;
  • frittata di vapore e uova alla coque;
  • latticini, burro;
  • cereali nel latte e acqua;
  • verdure bollite e zuppe di verdure;
  • pomodori freschi non acidi;
  • frutta e bacche fresche in forma grattugiata, mele cotte;
  • mousse, miele, marmellata, marshmallow, marmellata, zucchero.

È consentito bere caffè, cacao in acqua con latte, tè debole, succhi di frutta e verdura, brodo di rosa canina.

Non puoi mangiare tali prodotti:

  • pane di segale, tutti i tipi di dolci e pane fresco;
  • carne e pesce grassi, salsiccia, prosciutto, carne in scatola e pesce;
  • formaggio piccante;
  • carni affumicate;
  • uova fritte e sode;
  • verdure taglienti e rigide (cetrioli, cavoli, aglio, cipolle, ravanelli, rape, svedesi);
  • funghi;
  • cioccolato, torte e altri dolci, tranne quelli ammessi;
  • succo d'uva;
  • piatti piccanti.

Praticare sport con tonsillite - su questo tema, i medici danno solo raccomandazioni generali. L'esercizio fisico può essere fatto se la malattia è in remissione. È consentito allenarsi con:

  • naso chiuso e difficoltà respiratorie minori;
  • indolenzimento della testa;
  • leggero dolore ai denti e alla faringe.

In questo caso, la cosa principale è osservare il principio dell'allenamento moderato.

Per quanto riguarda lo stadio di esacerbazione della malattia, non si dovrebbe praticare sport in questo momento, poiché crea un carico aggiuntivo sul corpo indebolito, interferendo con il processo di guarigione. Nell'infiammazione acuta con febbre alta, mal di gola, nausea e vomito, forte mal di testa, gli sport sono severamente vietati. Il paziente deve osservare il riposo a letto, non è possibile camminare e visitare luoghi pubblici. Lo stesso vale per balli, società sportive, nuoto in piscina.

È possibile andare in resort e nuotare nel mare e in altri corpi in acque libere con tonsillite? I medici ritengono che durante la remissione, riposare in riva al mare con aria salata di iodio sia molto utile per le malattie degli organi respiratori, inclusa la tonsillite, ma solo nella remissione. Allo stesso tempo, nuotare nel mare dovrebbe fare molta attenzione, assicurandosi che l'acqua non penetri nella bocca, nella faringe, nell'esofago, poiché contiene un'enorme quantità di microrganismi.

Fumare, come bere alcolici, è proibito con la tonsillite di qualsiasi forma, perché il tabacco e l'alcool etilico aggravano l'infiammazione, irritando le mucose delle tonsille. Tuttavia, l'alcol e il fumo fanno ammalare le persone sane..

Una visita a un bagno per pazienti con tonsillite cronica ha valore terapeutico, ma solo durante il periodo di remissione dell'infiammazione. Il bagno in questo caso funziona come un fattore nella prevenzione della ricorrenza della tonsillite e nel rafforzamento dell'immunità.

Un'altra regola per i pazienti: non è possibile spremere il pus dalle ghiandole, soprattutto da soli a casa. Tale procedura per la pulizia delle lacune tonsillari deve essere eseguita da un medico.

FAQ

Prendono nell'esercito con tonsillite. Nella Federazione Russa, la tonsillite cronica non è considerata una malattia così pericolosa da non arruolare un giovane nell'esercito. I coscritti con tonsillite cronica sono considerati idonei al servizio e sono reclutati nell'esercito. Per il periodo di esacerbazioni della malattia, al soldato viene concesso un ritardo nel trattamento, vengono inviati a un istituto medico per il trattamento.

Ai Drafte con diagnosi di "tonsillite cronica" viene assegnata la categoria B, il che significa per lui una limitazione nella scelta del tipo di truppe per il servizio.

È possibile gelato con tonsillite. Per quanto riguarda il gelato nella tonsillite cronica, i medici proibiscono inequivocabilmente di mangiare - qualsiasi cibo troppo freddo può provocare una esacerbazione della malattia. Tuttavia, si crede comunemente che, al contrario, il gelato con tonsillite sia qualcosa di simile a un cuneo che incunea un cuneo e che presumibilmente usando il gelato è possibile prevenire la diffusione dell'infiammazione. I medici non condividono questo punto di vista.

La tonsillite cronica è una condizione in cui il focus di una lesione infettiva è concentrato nelle ghiandole. L'infiammazione è costantemente presente nella gola, che periodicamente si trasforma in un'esacerbazione - in un mal di gola. La malattia colpisce adulti, adolescenti, ma il più delle volte bambini, poiché la loro immunità non ha risorse sufficienti per combattere la malattia.

La classificazione per tipo di agente patogeno divide la tonsillite in virale, batterica e fungina. A seconda della forma, le esacerbazioni si verificano con durate diverse e la stessa tonsillite cronica è generalmente considerata una malattia incurabile che dura per anni. Tuttavia, nelle condizioni di terapia farmacologica e rispetto delle regole di nutrizione, routine quotidiana e stile di vita, anche con questa patologia infiammatoria, una persona può vivere normalmente, praticamente senza soffrire di angina.

Informazioni sanitarie più aggiornate e pertinenti sul nostro canale Telegram. Iscriviti: https://t.me/foodandhealthru

Specialità: pediatra, specialista in malattie infettive, allergologo-immunologo.

Esperienza totale: 7 anni.

Istruzione: 2010, Università medica statale siberiana, pediatrica, pediatrica.

Oltre 3 anni di esperienza come specialista in malattie infettive.

Ha un brevetto sull'argomento "Un metodo per prevedere un alto rischio di formazione di una patologia cronica del sistema adeno-tonsillare nei bambini spesso malati". Così come l'autore di pubblicazioni sulle riviste della Commissione di attestazione superiore.