Ceftriaxone (1 g)

Manuale di istruzioni

  • russo
  • қазақша

Nome commerciale del farmaco

Nome internazionale non proprietario

Forma di dosaggio

Polvere per soluzione per amministrazione endovenosa e intramuscolare

Struttura

Una bottiglia contiene

principio attivo: ceftriaxone sodico in termini di ceftriaxone - 1,0 g

Oh scritture

Polvere bianca bianca o giallastra

Gruppo farmacoterapico

Farmaci antibatterici per uso sistemico. Altri farmaci antibatterici beta-lattamici. Cefalosporine di terza generazione. ceftriaxone.

Codice ATX J01DD04

Proprietà farmacologiche

Biodisponibilità: 100%, il tempo per raggiungere la massima concentrazione (TCmax) dopo somministrazione intramuscolare (IM) è di 2-3 ore, dopo che la somministrazione endovenosa (iv) è alla fine dell'infusione. La concentrazione massima (Cmax) dopo somministrazione i / m in dosi di 0,5 ge 1 g è rispettivamente di 38 e 76 μg / ml. Cmax con somministrazione endovenosa in dosi di 0,5 g, 1 ge 2 g 82, 151 e 257 μg / ml, rispettivamente. Negli adulti, 2-24 ore dopo la somministrazione alla dose di 50 mg / kg, la concentrazione nel liquido cerebrospinale (CSF) è molte volte superiore alla concentrazione minima inibente per i patogeni della meningite più comuni. Penetra nel liquido cerebrospinale con infiammazione delle meningi. Comunicazione con proteine ​​del plasma - 83-96%. Volume di distribuzione - 0,12-0,14 l / kg (5,78-13,5 l), nei bambini - 0,3 l / kg, clearance plasmatica - 0,58-1,45 l / h, renale - 0,32-0,73 l / h.

L'emivita (T1 / 2) dopo la somministrazione i / m è di 5,8-8,7 ore, dopo somministrazione endovenosa alla dose di 50-75 mg / kg nei bambini con meningite - 4,3-4,6 ore; in pazienti sottoposti a emodialisi (clearance della creatinina (CC) 0-5 ml / min) - 14,7 ore, con CC 5-15 ml / min - 15,7 ore, 16-30 ml / min - 11,4 h, 31-60 ml / min - 12,4 h.

Viene escreto invariato - il 33-67% dei reni; 40-50% - con bile nell'intestino, dove si verifica l'inattivazione. Nei neonati, circa il 70% del farmaco viene escreto attraverso i reni. L'emodialisi è inefficace.

Antibiotico ad ampio spettro di generazione cefalosporina III per somministrazione parenterale. L'attività battericida è dovuta alla soppressione della sintesi della parete cellulare batterica. È resistente alla maggior parte dei beta-lattamasi di microrganismi gram-positivi e gram-negativi..

Attivo contro i seguenti microrganismi:

aerobi gram-positivi: Staphylococcus aureus (compresi i ceppi produttori di penicillinasi), Staphylococcus epidermidis, Streptococcus pneumoniae, Streptococcus pyogenes, Streptococcus spp. gruppi viridani

Aerobi Gram-negativi: Acinetobacter calcoaceticus, Borrelia burgdorferi, Enterobacter aerogenes, Enterobacter cloacae, Escherichia coli, Haemophilus influenzae (compresi ceppi che formano penicillinasi), Haemophilus parainfluenzae, Klebsiella spp. (compresa Klebsiella pneumoniae), Moraxella catarrhalis (compresi i ceppi produttori di penicillina), Morganella morganii, Neisseria gonorrhoeae (compresi i ceppi che formano penicillinasi), Neisseria meningitidis, Proteus mirabilis, Proteus vulgaris. (incluso Serratia marcescens); anche i singoli ceppi di Pseudomonas aeruginosa sono sensibili; Anaerobi: Bacteroides fragilis, Clostridium spp. (eccetto Clostridium difficile), Peptostreptococcus spp.

Ha attività in vitro contro la maggior parte dei ceppi dei seguenti microrganismi, sebbene il significato clinico di questo sia sconosciuto: Citrobacter diversus, Citrobacter freundii, Providencia spp. (compresa Providencia rettgeri), Salmonella spp., tra cui Salmonella typhi, Shigella spp., Streptococcus agalactiae, Bacteroides bivius, Bacteroides melaninogenicus. Staphylococcus spp., Resistente alla meticillina, è anche resistente alle cefalosporine, tra cui al ceftriaxone, molti ceppi di streptococchi di gruppo D e enterococchi, tra cui Enterococcus faecalis è anche resistente al ceftriaxone.

Indicazioni per l'uso

Malattie infettive e infiammatorie causate da microrganismi sensibili al ceftriaxone:

- organi addominali (peritonite, malattie infiammatorie del tratto gastrointestinale (GIT)

- tratto biliare (inclusa colangite, empiema della cistifellea)

- organi pelvici

- tratto respiratorio inferiore (inclusa polmonite, ascesso polmonare, empiema pleurico)

- ossa e articolazioni

- pelle e tessuti molli

- otite media acuta

- prevenzione delle infezioni postoperatorie

- malattie infettive negli individui immunocompromessi.

Dosaggio e amministrazione

Per via endovenosa (i / v), intramuscolare (i / m).

Non utilizzare soluzioni contenenti Ca2 per diluizione+!

Per adulti e bambini di età superiore ai 12 anni, la dose giornaliera iniziale, a seconda del tipo e della gravità dell'infezione, è di 1-2 g una volta al giorno o suddivisa in 2 dosi (ogni 12 ore).

In casi o infezioni gravi, i cui agenti causali sono moderatamente sensibili al ceftriaxone, la dose giornaliera può essere aumentata a 4 g.

La durata del trattamento dipende dal decorso della malattia. La somministrazione di ceftriaxone deve continuare per almeno altri 2 giorni dopo la scomparsa di sintomi e segni di infezione.

Nell'insufficienza renale cronica (CRF) (CC inferiore a 10 ml / min) - la dose giornaliera non deve superare i 2 g.

I pazienti in emodialisi non necessitano di una dose aggiuntiva dopo una seduta di emodialisi, tuttavia è necessario controllare la concentrazione di ceftriaxone nel plasma, poiché la sua escrezione in tali pazienti può rallentare (può essere necessario un aggiustamento della dose).

Nei pazienti con insufficienza epatica renale, la dose giornaliera non deve superare i 2 g senza determinare la concentrazione del farmaco nel plasma sanguigno.

Pazienti anziani e senili - dosi abituali per adulti, non è necessario un aggiustamento della dose.

Neonati (fino a 14 giorni) - 20-50 mg / kg una volta al giorno.

La dose giornaliera non deve superare i 50 mg.

Il farmaco è controindicato nei neonati (≤ 8 giorni) che ricevono o riceveranno preparazioni di calcio a causa del rischio di precipitazione del calcio.

Neonati, neonati e bambini piccoli (da 15 giorni a 12 anni) - 20-80 mg / kg di peso corporeo una volta al giorno.

Per i bambini di peso superiore a 50 kg, vengono utilizzate dosi per adulti.

Con meningite batterica nei neonati e nei bambini piccoli, la dose iniziale è di 100 mg / kg (ma non più di 4 g) una volta al giorno. Dopo aver identificato l'agente patogeno e averne determinato la sensibilità, la dose può essere ridotta di conseguenza.

I migliori risultati con meningite meningococcica sono stati raggiunti con una durata del trattamento di 4 giorni, con meningite causata da Haemophilus influenzae - 6 giorni, Streptococcus pneumoniae - 7 giorni.

Malattia di Lyme - 50 mg / kg (ma non più di 2 g) per adulti e bambini una volta al giorno per 14 giorni.

Con gonorrea semplice - 250 mg IM una volta.

Per la prevenzione delle complicanze postoperatorie, 1 g - 2 g una volta per 30-90 minuti prima dell'intervento chirurgico. Per operazioni sul colon e sul retto, si raccomanda la somministrazione aggiuntiva del farmaco dal gruppo di 5-nitroimidazoli.

Preparazione e somministrazione di soluzioni farmacologiche

Utilizzare solo soluzioni appena preparate..

Per la somministrazione i / m, 1 g di farmaco viene sciolto in 3,5 ml di una soluzione di lidocaina all'1%. Si consiglia di introdurre non più di 1 g in un gluteo.

La lidocaina non è utilizzata come solvente nella pratica dei bambini!

Per iniezione endovenosa, 1 g di farmaco viene sciolto in 10 ml di acqua per preparazioni iniettabili. Introdotto iv lentamente (2-4 min).

Per le infusioni endovenose, 2 g di farmaco vengono sciolti in 40 ml di una soluzione che non contiene Ca2 + (soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%, soluzione di destrosio al 5-10%, soluzione di levulosio al 5%).

Dosi di 50 mg / kg o più devono essere somministrate per via endovenosa, per un periodo di 30 minuti.

La soluzione di lidocaina non può essere somministrata per via endovenosa!

Effetto collaterale

- mal di testa, vertigini

- diarrea, nausea, vomito, disturbi del gusto, colite pseudomembranosa

- anemia (incluso emolitico), leucopenia, linfopenia, neutropenia, trombocitopenia, trombocitosi, eosinofilia

- candidosi vaginale, vaginite

- eruzione cutanea, prurito, febbre o brividi

- flebite, indolenzimento, compattazione lungo la vena (con somministrazione endovenosa)

- dolore, sensazione di calore, senso di oppressione o oppressione nel sito di iniezione (con somministrazione i / m)

- un aumento (diminuzione) del tempo di protrombina, un aumento dell'attività delle transaminasi epatiche e della fosfatasi alcalina, dell'iperbilirubinemia, dell'ipercreatininemia, un aumento della concentrazione di urea e la presenza di sedimenti nelle urine

- aumento della sudorazione, arrossamento

- dolore addominale, agranulocitosi, polmonite allergica, anafilassi, basofilia, colelitiasi, broncospasmo, colite, dispepsia, sangue dal naso, gonfiore, "fenomeno dei fanghi" della cistifellea, glucosuria, ematuria, ittero, leucocitosi, linfocitosi, monocitosi, monocitosi, monocitosi, monocitosi, monocitosi, monocitosi, monocitosi, monocitosi, monocitosi, monocitosi, monocitosi, monocitosi, monocitosi, monocitosi, monocitosi, monocitosi, monocitosi, basofilia convulsioni, malattia da siero.

- stomatite, glossite, oliguria, eruzione cutanea, dermatite allergica, orticaria, edema, eritema multiforme, sindrome di Stevens-Johnson, sindrome di Lyell.

Se uno qualsiasi degli effetti indesiderati indicati nelle istruzioni viene aggravato o se nota altri effetti indesiderati non elencati nelle istruzioni, informi il medico.

Controindicazioni

- ipersensibilità (incluso ad altre cefalosporine, penicilline, carbapenemi, lidocaina)

- iperbilirubinemia nei neonati e nei neonati prematuri

- neonati che sono mostrati in / nell'introduzione di soluzioni contenenti ioni calcio (Ca2 +)

Interazioni farmacologiche

Gli antibiotici batteriostatici riducono l'effetto battericida del ceftriaxone.

Antagonismo in vitro cloramfenicolo.

Farmaceuticamente incompatibile con soluzioni contenenti Ca2 + (compresa la soluzione di Hartmann e Ringer), nonché con amsacrina, vancomicina, fluconazolo e aminoglicosidi.

Non contiene un gruppo N-metilttiotetrazolo, pertanto, quando interagisce con l'etanolo, non porta allo sviluppo di reazioni simili al disulfiram inerenti ad alcune cefalosporine.

Se stai assumendo altri farmaci, consulta il tuo medico..

istruzioni speciali

Ceftriaxone viene utilizzato solo in ospedale.

Con insufficienza renale ed epatica combinata grave, così come nei pazienti sottoposti a emodialisi, la concentrazione plasmatica del farmaco deve essere regolarmente determinata.

Con un trattamento prolungato, è necessario monitorare regolarmente l'immagine del sangue periferico, gli indicatori dello stato funzionale del fegato e dei reni.

In rari casi, l'esame ecografico (ecografia) della cistifellea osserva blackout (precipitati di sale di calcio di ceftriaxone), che scompaiono dopo l'interruzione del trattamento. Con lo sviluppo di sintomi o segni che indicano una possibile malattia della cistifellea o in presenza di segni ecografici del "fenomeno dei fanghi", si raccomanda di interrompere la somministrazione del farmaco.

Quando si utilizza il farmaco, vengono descritti rari casi di pancreatite, che si sono sviluppati, probabilmente a causa dell'ostruzione del tratto biliare. La maggior parte dei pazienti presentava fattori di rischio per il ristagno del tratto biliare (precedente terapia farmacologica, gravi malattie concomitanti, nutrizione completamente parenterale); tuttavia, il ruolo scatenante della formazione di precipitati nel tratto biliare sotto l'influenza del ceftriaxone non può essere escluso.

Il ceftriaxone non contiene il gruppo N-metiltiotetrazolo, che provoca effetti simili al disulfiram durante l'uso di etanolo e sanguinamento, che sono inerenti ad alcune cefalosporine.

Quando si utilizza il farmaco, vengono descritti rari casi di cambiamenti nel tempo di protrombina. I pazienti con una carenza di vitamina K (sintesi alterata, malnutrizione) potrebbero aver bisogno di controllare il tempo di protrombina e la nomina di vitamina K (10 mg / settimana) con un aumento del tempo di protrombina prima o durante la terapia.

Sono descritti i casi di reazioni fatali risultanti dalla deposizione di ceftriaxone-Ca2 + nei polmoni e nei reni dei neonati. In teoria, esiste una probabilità che il ceftriaxone interagisca con soluzioni contenenti Ca2 + per la somministrazione endovenosa e in altre fasce di età dei pazienti, pertanto il ceftriaxone non deve essere miscelato con soluzioni contenenti Ca2 + (incluso per la nutrizione parenterale), e viene anche somministrato contemporaneamente, in t.h. attraverso accessi separati per le infusioni in vari siti. Teoricamente, sulla base del calcolo di cinque ceftriaxoni T1 / 2, l'intervallo tra l'introduzione di ceftriaxone e soluzioni contenenti Ca2 + dovrebbe essere di almeno 48 ore I dati sulla possibile interazione di ceftriaxone con preparazioni orali contenenti Ca2 + e ceftriaxone per somministrazione intramuscolare con Ca2 + i farmaci (iv e orale) sono assenti.

Durante il trattamento con ceftriaxone, si possono notare risultati falsi positivi del test di Coombs, test di galattosemia, nella determinazione del glucosio nelle urine (si consiglia di determinare la glucosuria solo con il metodo enzimatico)..

Nonostante un'analisi dettagliata della storia, è impossibile escludere la possibilità di sviluppare shock anafilattico, che richiede un trattamento immediato: prima viene somministrata l'epinefrina iv, quindi i glucocorticosteroidi.

Accuratamente. Bambini prematuri, insufficienza renale e / o epatica, colite ulcerosa, enterite o colite associate all'uso di farmaci antibatterici (PM).

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento.

Ceftriaxone attraversa la barriera placentare. Sicurezza in gravidanza non stabilita.

Se necessario, utilizzare il farmaco durante l'allattamento deve interrompere l'allattamento durante il trattamento.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli, meccanismi. Durante il periodo di utilizzo del farmaco, è necessario prestare attenzione quando si guidano veicoli e si svolgono attività potenzialmente pericolose che richiedono una maggiore concentrazione di attenzione e velocità delle reazioni psicomotorie.

Dopo la data di scadenza del farmaco, aprire attentamente le fiale non utilizzate, scioglierne il contenuto in una grande quantità di acqua e drenare nella fogna.

Overdose

Sintomi: nausea, vomito, diarrea, confusione, crampi.

L'emodialisi e la dialisi peritoneale non sono efficaci.

Modulo di rilascio e confezione

1,0 g di principio attivo in bottiglie di vetro con una capacità di 10 ml, tappato con tappi di gomma, ondulato con tappi di alluminio o combinato.

Da 1 a 50 bottiglie con 1-5 istruzioni per l'uso medico nello stato e nelle lingue russe sono collocate in una scatola di cartone.

Condizioni di archiviazione

Conservare in un luogo buio a una temperatura non superiore a 25 ° C..

Tenere fuori dalla portata dei bambini!

Data di scadenza

Non utilizzare dopo la data di scadenza

Termini di vacanza in farmacia

Produttore, titolare del certificato di registrazione

Kraspharma OJSC, Russia.

660042, Krasnoyarsk, st. 60 anni di ottobre, 2.

Tel./fax. (391) 261-25-90 / 261-17-44.

Indirizzo dell'organizzazione che accetta i reclami dei consumatori sulla qualità del farmaco nel territorio della Repubblica del Kazakistan:

Medline Pharmaceuticals LLP,

Repubblica del Kazakistan, 050054, Almaty, st. Suyunbai, 162 A.

Ceftriaxone (Ceftriaxone) istruzioni per l'uso

Il proprietario del certificato di registrazione:

È fatto:

Forma di dosaggio

reg. No: LSR-000006 del 02.03.07 - Indefinitamente
ceftriaxone

Forma di rilascio, confezione e composizione del farmaco Ceftriaxone

Polvere per la preparazione di una soluzione per somministrazione endovenosa e intramuscolare cristallina, quasi bianca o giallastra.

1 fl.
ceftriaxone (sotto forma di sale sodico)1 g

1 g - bottiglie di vetro (1) - confezioni di cartone.

effetto farmacologico

Antibiotico cefalosporinico ad ampio spettro semisintetico di terza generazione.

L'attività battericida del ceftriaxone è dovuta alla soppressione della sintesi delle membrane cellulari. Il farmaco è altamente resistente alle beta-lattamasi (penicillinasi e cefalosporinasi) di microrganismi gram-positivi e gram-negativi.

Ceftriaxone è attivo contro i microrganismi aerobici gram-negativi: Enterobacter aerogenes, Enterobacter cloacae, Escherichia coli, Haemophilus influenzae (compresi ceppi resistenti all'ampicillina), Haemophilus parainfluenzae, Klebssiella spp. (compresa Klebssiella pneumoniae), Neisseria gonorrhoeae (compresi i ceppi che formano e non formano penicillinasi), Neisseria meningitidis, Proteus mirabilis, Proteus vulgaris, Morganella morganii, Serratia marcescens, Citrobacter freundii, Citrobacterppers., Salmonella spp., Shigella spp., Acinetobacter calcoaceticus.

Un certo numero di ceppi dei suddetti microrganismi che mostrano resistenza ad altri antibiotici, come penicilline, cefalosporine, aminoglicosidi, sono sensibili al ceftriaxone.

Alcuni ceppi di Pseudomonas aeruginosa sono anche sensibili ai farmaci..

Il farmaco è attivo contro i microrganismi aerobi gram-positivi: Staphylococcus aureus (compresi i ceppi che formano la penicillinasi), Staphylococcus epidermidis (stafilococchi resistenti alla meticillina, sono resistenti a tutte le cefalosporine, incluso ceftrietaxone), Streptococcus pyogenolite, Streptococcus pyogenolite, ), Streptococcus agalactiae (streptococchi di gruppo B), Streptococcus pneumoniae; microrganismi anaerobici: Bacteroides spp., Clostridium spp. (escluso il Clostridium difficile).

farmacocinetica

Con una somministrazione a / m, il ceftriaxone viene ben assorbito dal sito di iniezione e raggiunge elevate concentrazioni nel siero. Biodisponibilità del farmaco - 100%.

La concentrazione plasmatica media viene raggiunta 2-3 ore dopo l'iniezione. Con ripetute somministrazioni intramuscolari o endovenose in dosi di 0,5-2,0 g con un intervallo di 12-24 ore, il ceftriaxone si accumula in una concentrazione che è del 15-36% superiore alla concentrazione raggiunta con una singola somministrazione.

Quando somministrato in una dose da 0,15 a 3,0 g V d - da 5,78 a 13,5 l.

Il ceftriaxone si lega in modo reversibile alle proteine ​​plasmatiche.

Quando somministrato ad una dose da 0,15 a 3,0 g, T1 / 2 va da 5,8 a 8,7 ore; clearance plasmatica - 0,58 - 1,45 l / h, clearance renale - 0,32 - 0,73 l / h.

Dal 33% al 67% del farmaco viene escreto invariato dai reni, il resto viene escreto con la bile nell'intestino, dove viene biotrasformato in un metabolita inattivo.

Farmacocinetica in casi clinici speciali

Nei neonati e nei bambini con infiammazione delle meningi, il ceftriaxone penetra nel liquido cerebrospinale, mentre nel caso della meningite batterica, in media il 17% della concentrazione plasmatica del farmaco si diffonde nel liquido cerebrospinale, che è circa 4 volte superiore rispetto alla meningite asettica. 24 ore dopo la somministrazione endovenosa di ceftriaxone alla dose di 50-100 mg / kg di peso corporeo, la concentrazione nel liquido cerebrospinale supera 1,4 mg / l. Nei pazienti adulti con meningite, 2-24 ore dopo una dose di 50 mg / kg di peso corporeo, le concentrazioni di ceftriaxone nel liquido cerebrospinale sono molte volte superiori alle concentrazioni minime inibenti per i patogeni della meningite più comuni.

Indicazioni Ceftriaxone

Trattamento delle infezioni causate da microrganismi sensibili:

  • sepsi;
  • meningite;
  • borreliosi disseminata di Lyme (fasi iniziali e tardive della malattia);
  • infezioni degli organi addominali (peritonite, infezioni del tratto biliare e del tratto gastrointestinale);
  • infezioni di ossa e giunture;
  • infezioni della pelle e dei tessuti molli;
  • infezioni della ferita;
  • infezioni in pazienti immunocompromessi;
  • infezioni pelviche;
  • infezioni renali e del tratto urinario;
  • infezioni del tratto respiratorio (in particolare polmonite);
  • infezioni degli organi ENT;
  • infezioni genitali, inclusa la gonorrea.

Prevenzione delle infezioni nel periodo postoperatorio.

Apri l'elenco dei codici ICD-10
Codice ICD-10Indicazione
A39Infezione da meningococco
A40Sepsi streptococcica
A41Altra sepsi
A54Infezione da gonococco
A69.2Malattia di Lyme
G00Meningite batterica, non classificata altrove
H66Otite media purulenta e non specificata
J01Sinusite acuta
J02Faringite acuta
J03Tonsillite acuta
J04Laringite acuta e tracheite
J15Polmonite batterica, non classificata altrove
J20Bronchite acuta
J31Rinite cronica, rinofaringite e faringite
J32Sinusite cronica
J35.0Tonsillite cronica
J37Laringite cronica e laringotracheite
J42Bronchite cronica, non specificata
K65.0Peritonite acuta (incluso ascesso)
K81.0Colecistite acuta
K81.1Colecistite cronica
K83.0colangite
L01Impetigine
L02Ascesso cutaneo, punto di ebollizione e carbonchio
L03flemmone
L08.0pioderma
M00Artrite piogenica
M86osteomielite
N10Nefrite tubulointerstiziale acuta (pielonefrite acuta)
N11Nefrite tubulointerstiziale cronica (pielonefrite cronica)
N15.1Ascesso del rene e fibra perinefrica
N30Cistite
N34Uretrite e sindrome uretrale
N41Malattie infiammatorie della prostata
N70Salpingite e ooforite
N71Malattia infiammatoria dell'utero, ad eccezione della cervice (inclusa endometrite, miometrite, metrite, piometra, ascesso uterino)
N72Malattia cervicale infiammatoria (inclusa cervicite, endocervicite, esocervicite)
N73.0Parametrite acuta e cellulite pelvica
T79.3Infezione post-traumatica della ferita, non classificata altrove
Z29.2Un altro tipo di chemioterapia preventiva (profilassi antibiotica)

Regime di dosaggio

Il farmaco viene somministrato in / m o / in.

Adulti e bambini di età superiore ai 12 anni sono prescritti 1-2 g 1 volta / giorno (ogni 24 ore). In casi o infezioni gravi, i cui agenti causali hanno solo una moderata sensibilità al ceftriaxone, la dose giornaliera può essere aumentata a 4 g.

Ai neonati (fino a 2 settimane) vengono prescritti 20-50 mg / kg di peso corporeo 1 volta / giorno. La dose giornaliera non deve superare i 50 mg / kg di peso corporeo. Nel determinare la dose, non si deve fare alcuna distinzione tra neonati a termine e prematuri.

Ai neonati e ai bambini piccoli (da 15 giorni a 12 anni) vengono prescritti 20-80 mg / kg di peso corporeo 1 volta / giorno.

Ai bambini con peso corporeo> 50 kg vengono prescritte dosi destinate agli adulti.

Dosi di 50 mg / kg o più per la somministrazione endovenosa devono essere somministrate a gocce per almeno 30 minuti.

Ai pazienti in età senile devono essere somministrate le dosi abituali destinate agli adulti, senza aggiustamenti per l'età.

La durata del trattamento dipende dal decorso della malattia. L'introduzione del ceftriaxone deve essere continuata dai pazienti per almeno 48-72 ore dopo la normalizzazione della temperatura e la conferma dell'eradicazione dell'agente patogeno.

Con la meningite batterica nei neonati e nei bambini piccoli, il trattamento inizia con una dose di 100 mg / kg (ma non più di 4 g) 1 volta / giorno. Dopo aver identificato l'agente patogeno e averne determinato la sensibilità, la dose può essere ridotta di conseguenza.

Con la meningite meningococcica, i migliori risultati sono stati raggiunti con una durata del trattamento di 4 giorni, con meningite causata da Haemophilus influenzae, 6 giorni, Streptococcus pneumoniae, 7 giorni.

Con la borreliosi di Lyme: agli adulti e ai bambini di età superiore ai 12 anni vengono prescritti 50 mg / kg una volta al giorno per 14 giorni; dose massima giornaliera - 2 g.

In caso di gonorrea (causata da ceppi che si formano e non formano penicillinasi) - una volta a / m alla dose di 250 mg.

Al fine di prevenire le infezioni postoperatorie, a seconda del grado di rischio infettivo, il farmaco viene somministrato in una dose di 1-2 g una volta per 30-90 minuti prima dell'intervento chirurgico.

Nelle operazioni sul colon e sul retto, la somministrazione simultanea (ma separata) di Ceftriaxone e uno dei 5-nitroimidazoli, ad esempio ornidazolo, è efficace.

Nei pazienti con compromissione della funzionalità renale, non è necessario ridurre la dose se la funzionalità epatica rimane normale. In caso di grave insufficienza renale preterminale con CC, la dose giornaliera del farmaco non deve superare i 2 g.

Nei pazienti con compromissione della funzionalità epatica, non è necessario ridurre la dose se la funzionalità renale rimane normale.

Con una combinazione di grave insufficienza renale ed epatica, la concentrazione plasmatica di ceftriaxone deve essere regolarmente determinata e se necessario aggiustata la sua dose..

I pazienti in dialisi non necessitano di ulteriore somministrazione del farmaco dopo la dialisi. Tuttavia, è necessario controllare la concentrazione di ceftriaxone nel siero al fine di un tempestivo aggiustamento della dose, poiché il tasso di escrezione del farmaco in questi pazienti può diminuire.

Regole per la preparazione e la somministrazione di soluzioni

Per l'amministrazione i / m

Il contenuto della fiala (1 g) viene sciolto in 3,6 ml di acqua per preparazioni iniettabili. Dopo la preparazione, 1 ml di soluzione contiene circa 250 mg di ceftriaxone. Se necessario, è possibile utilizzare una soluzione più diluita..

Come con altre iniezioni i / m, Ceftriaxone viene iniettato in un muscolo relativamente grande (gluteo massimo); l'aspirazione di prova aiuta ad evitare l'inserzione involontaria in un vaso sanguigno. Si raccomanda di iniettare non più di 1 g del farmaco in un muscolo. Per ridurre il dolore con iniezioni di i / m, il farmaco deve essere somministrato con una soluzione di lidocaina all'1%. Non somministrare soluzione endovenosa di lidocaina.

Per somministrazione endovenosa

Il contenuto della fiala (1 g) viene sciolto in 9,6 ml di acqua per preparazioni iniettabili. Dopo la preparazione, 1 ml di soluzione contiene circa 100 mg di ceftriaxone. La soluzione viene somministrata lentamente per 2-4 minuti.

Sciogliere 2 g di Ceftriaxone in 40 ml di acqua sterile per preparazioni iniettabili o una delle soluzioni per infusione prive di calcio (soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%, soluzione di destrosio al 2,5%, 5% o 10%, soluzione di levulosio al 5%, soluzione di destrano al 6% in destrosio). La soluzione viene somministrata per 30 minuti.

Effetto collaterale

Reazioni allergiche: orticaria, brividi o febbre, eruzione cutanea, prurito; raramente - broncospasmo, eosinofilia, eritema multiforme essudativo (inclusa la sindrome di Stevens-Johnson), malattia da siero, shock anafilattico.

Dal sistema digestivo: nausea, vomito, diarrea o costipazione, flatulenza, dolore addominale, disturbi del gusto, stomatite, glossite, enterocolite pseudomembranosa, compromissione della funzionalità epatica (aumento dell'attività delle transaminasi epatiche, meno comunemente - fosfatasi alcalina o bilirubina, ittero colestatico) (sindrome dei "fanghi"), disbiosi.

Dal sistema emopoietico: anemia, leucopenia, leucocitosi, neutropenia, granulocitopenia, linfopenia, trombocitosi, trombocitopenia, anemia emolitica, ipocoagulazione, diminuzione della concentrazione dei fattori di coagulazione della fiamma (II, VII, IX, X), prolungamento del tempo di protrombina.

Dal sistema urinario: compromissione della funzionalità renale (azotemia, aumento dell'urea ematica, ipercreatininemia, glucosuria, cilindruria, ematuria), oliguria, anuria.

Reazioni locali: flebite, indolenzimento lungo la vena, indolenzimento e infiltrazione nel sito di iniezione intramuscolare.

Altro: mal di testa, vertigini, sangue dal naso, candidosi, superinfezione.

Controindicazioni

  • ipersensibilità a ceftriaxone e altre cefalosporine, penicilline, carbapenemi.

Con cautela, il farmaco viene prescritto per NJC, con funzionalità epatica e renale compromessa, con enterite e colite associate all'uso di farmaci antibatterici; neonati prematuri e neonati con iperbilirubinemia.

Gravidanza e allattamento

L'uso del farmaco durante la gravidanza è possibile solo nei casi in cui il beneficio previsto per la madre superi il potenziale rischio per il feto, perché il ceftriaxone attraversa la barriera placentare.

Se necessario, l'uso del farmaco durante l'allattamento dovrebbe decidere la sospensione dell'allattamento al seno, perché ceftriaxone escreto nel latte materno.

Utilizzare per insufficienza epatica

Con simultanea grave insufficienza renale ed epatica, nei pazienti sottoposti a emodialisi, la concentrazione plasmatica del farmaco deve essere regolarmente determinata.

Con un trattamento prolungato, è necessario monitorare regolarmente gli indicatori dello stato funzionale del fegato.

In rari casi, con l'ecografia della colecisti, si notano blackout che scompaiono dopo l'interruzione del trattamento (anche se questo fenomeno è accompagnato da dolore nell'ipocondrio destro, si raccomanda di continuare la somministrazione di antibiotici e il trattamento sintomatico).

Utilizzare per insufficienza renale

Con cautela, viene prescritto un farmaco per la funzionalità renale compromessa..

Con simultanea grave insufficienza renale ed epatica, nei pazienti sottoposti a emodialisi, la concentrazione plasmatica del farmaco deve essere regolarmente determinata.

Con un trattamento a lungo termine, è necessario monitorare regolarmente gli indicatori dello stato funzionale dei reni..

istruzioni speciali

Con simultanea grave insufficienza renale ed epatica, nei pazienti sottoposti a emodialisi, la concentrazione plasmatica del farmaco deve essere regolarmente determinata.

Con un trattamento prolungato, è necessario monitorare regolarmente l'immagine del sangue periferico, gli indicatori dello stato funzionale del fegato e dei reni.

In rari casi, con l'ecografia della colecisti, si notano blackout che scompaiono dopo l'interruzione del trattamento (anche se questo fenomeno è accompagnato da dolore nell'ipocondrio destro, si raccomanda di continuare la somministrazione di antibiotici e il trattamento sintomatico).

Durante il trattamento, non è possibile bere alcolici, poiché sono possibili effetti simili al disulfiram (rossore al viso, crampi all'addome e allo stomaco, nausea, vomito, mal di testa, diminuzione della pressione sanguigna, tachicardia, mancanza di respiro).

Nonostante un'anamnesi dettagliata, che è anche la regola per altri antibiotici cefalosporinici, è impossibile escludere la possibilità di sviluppare shock anafilattico, che richiede un trattamento immediato - prima iniettato iv con epinefrina, quindi GCS.

Studi in vitro hanno dimostrato che, come altri antibiotici cefalosporinici, il ceftriaxone è in grado di spostare la bilirubina legata all'albumina sierica. Pertanto, nei neonati con iperbilirubinemia, e specialmente nei neonati prematuri, l'uso di ceftriaxone richiede ancora maggiore cautela.

I pazienti anziani e debilitati possono aver bisogno di vitamina K.

Conservare la soluzione preparata a temperatura ambiente per non più di 6 ore o in frigorifero a una temperatura di 2-8 ° C per non più di 24 ore.

Overdose

In caso di sovradosaggio, l'emodialisi e la dialisi peritoneale non riducono la concentrazione del farmaco. Non esiste un antidoto specifico.

Trattamento sintomatico di sovradosaggio.

Interazione farmacologica

Il ceftriaxone, inibendo la flora intestinale, inibisce la sintesi della vitamina K..

Con la somministrazione simultanea di farmaci che riducono l'aggregazione piastrinica (FANS, salicilati, sulfinpirazone), aumenta il rischio di sanguinamento. Con la somministrazione simultanea con anticoagulanti, si nota un aumento dell'effetto di quest'ultimo.

Con la somministrazione simultanea di diuretici "ad anello", aumenta il rischio di sviluppare nefrotossicità.

Ceftriaxone e aminoglicosidi hanno sinergie con molti batteri gram-negativi.

Incompatibile con etanolo.

Le soluzioni di ceftriaxone non devono essere miscelate o somministrate contemporaneamente ad altri antimicrobici. Ceftriaxone non deve essere miscelato con soluzioni contenenti calcio..

Istruzioni per l'uso di ceftriaxone

Effetto farmacologico

Un potente effetto battericida è dovuto all'inibizione della biosintesi delle proteine ​​delle membrane cellulari della microflora patogena.

Il ceftriaxone è caratterizzato dalla resistenza ai batteri che producono l'enzima beta-lattamasi.

Il ceftriaxone ha attività battericida contro gli aerobi gram-positivi e gram-negativi (compresi i ceppi che secernono la penicillinasi) e un certo numero di anaerobi. Rispetto agli stafilococchi resistenti alla meticillina, gli antimicrobici cefalosporinici sono inefficaci.

La biodisponibilità dell'antibiotico raggiunge il 100%. La massima concentrazione plasmatica possibile di Cetriaxone viene osservata 2-3 ore dopo l'iniezione intramuscolare e con l'introduzione di iv - già alla fine della somministrazione ("alla fine dell'ago"). Si noti che 2-24 ore dopo l'iniezione, la concentrazione di cefalosporina nel liquido cerebrospinale è molte volte superiore al dosaggio necessario per combattere gli agenti causali della meningite. Una media dall'83 al 98% del farmaco è coniugata con albumina plasmatica. Il farmaco viene escreto invariato nelle urine (fino al 67%) e nella bile. Inattivazione del ricavato dell'antibiotico nell'intestino.

Istruzioni per la preparazione della soluzione

La polvere dal flaconcino per iniezione deve essere diluita immediatamente prima della procedura. L'acqua distillata è comunemente usata. L'iniezione intramuscolare con questo farmaco è dolorosa. In nessun caso diluire la polvere in soluzioni contenenti calcio, poiché la deposizione di sali di calcio precipita nei polmoni, nei reni e nel fegato ha causato morti nei neonati.

Se non c'è intolleranza, in questi casi viene utilizzata l'1% o il 2% di lidocaina per preparare una soluzione. Il medicinale diluito è adatto per l'uso non più di 6 ore. Per 1 g di antibiotico, sono necessari 4 ml di lidocaina all'1% o 2 ml di lidocaina al 2% con acqua per preparazioni iniettabili. Meno spesso, la novocaina viene utilizzata come solvente (per 1 g di polvere, 5 ml di soluzione). Le iniezioni endovenose vengono sempre eseguite con una soluzione in acqua distillata alla velocità di 10 ml per 1 g di polvere.

Regimi di dosaggio

Sulla base del lungo periodo di eliminazione, il farmaco può essere prescritto 1-2 volte al giorno per via intramuscolare o endovenosa. Le dosi del farmaco vengono selezionate individualmente in base alla gravità della malattia. Principalmente, è richiesto l'uso di 1000-2000 mg in 1-2 dosi. L'assunzione massima non deve essere superiore a 4 G. La durata del trattamento varia da 4 a 14 giorni. Nei neonati fino a 1 mese di età, il dosaggio si basa sul calcolo di 20-50 mg / kg / giorno. Fino a 12 anni di età, il farmaco può essere prescritto in media 50-75 mg / kg / giorno, ma non più di 80 mg / kg / giorno o non più di 2 g / giorno. Con la meningite batterica, i dosaggi nei bambini sono aumentati. Per prevenire complicazioni del trattamento chirurgico, 1 grammo del farmaco viene somministrato prima dell'intervento chirurgico.

Effetti collaterali

Secondo le istruzioni, l'uso di Ceftriaxone può causare effetti collaterali, colpendo vari sistemi del corpo. I disturbi generali si manifestano sotto forma di mal di testa, vertigini, labilità della pressione sanguigna. Dal tratto digestivo si verificano disbiosi, diarrea, flatulenza, pseudomembranosa e colite microscopica. Nel periodo iniziale di utilizzo, il farmaco provoca febbre e brividi, lo sviluppo di lesioni mucose candidali.

Spesso nei pazienti, il rimedio è inefficace a causa dello sviluppo della superinfezione. L'elevata probabilità di complicanze allergiche richiede un test allergologico, in particolare con una reazione crociata con penicilline..

Con l'uso prolungato in un esame del sangue, si verificano trombocitopenia, neutropenia, anemia emolitica, basofilia, leucocitosi, seguite da leucopenia. Ci sono cambiamenti nel coagulogramma, che porta allo sviluppo di sangue dal naso spontaneo.

Molto raramente, un farmaco porta a un danno renale, che si manifesta con oliguria, ematuria, ipercreatinemia. Con una violazione della tecnica di somministrazione, il farmaco provoca infiammazione delle vene.

Interazione farmacologica

Durante la terapia con Ceftriaxone, è controindicato prescriverlo in combinazione con i seguenti agenti:

  • farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • anticoagulanti, disaggregants;
  • diuretici dell'ansa;
  • altri gruppi di antibiotici.

Non è possibile combinare i farmaci con sostanze contenenti alcol. La combinazione di etanolo provoca gravi sintomi di avvelenamento nel paziente.

Condizioni di conservazione e durata

Si consiglia di conservare il farmaco in un luogo buio. In questo caso, la temperatura non deve superare i 25 gradi. In base a condizioni di temperatura ottimali, il farmaco è adatto per due anni.

Terapia con ceftriaxone per sinusite

Una persona che soffre di questa malattia deve sapere che gli antibiotici in questi casi sono farmaci di prima linea. Il principio attivo non penetra completamente nel sangue, ma rimane a lungo nelle giuste concentrazioni nel fuoco dell'infiammazione.

Tipicamente, il medicinale “Ceftriaxone” per la sinusite è prescritto insieme ai farmaci vasocostrittori e ai mucolitici.

Come usarlo? Di norma, è necessario iniettare 0,5-1 g due volte al giorno nel muscolo.Prima dell'iniezione, la polvere deve essere miscelata con 1% di lidocaina. Anche l'acqua distillata è adatta..

La durata media del corso è di 7 giorni, ma solo un medico fornisce sempre raccomandazioni precise sulla durata.

istruzioni speciali

Prima di iniziare a usare il farmaco, leggi le istruzioni speciali:

I pazienti anziani e debilitati possono aver bisogno di vitamina K.
Con un trattamento prolungato, è necessario monitorare regolarmente l'immagine del sangue periferico, gli indicatori dello stato funzionale del fegato e dei reni.
Con simultanea grave insufficienza renale ed epatica, nei pazienti sottoposti a emodialisi, la concentrazione plasmatica del farmaco deve essere regolarmente determinata.
In rari casi, con l'ecografia della colecisti, si notano blackout che scompaiono dopo l'interruzione del trattamento (anche se questo fenomeno è accompagnato da dolore nell'ipocondrio destro, si raccomanda di continuare la somministrazione di antibiotici e il trattamento sintomatico).
Durante il trattamento, non è possibile bere alcolici, poiché sono possibili effetti simili al disulfiram (rossore al viso, crampi all'addome e allo stomaco, nausea, vomito, mal di testa, diminuzione della pressione sanguigna, tachicardia, mancanza di respiro).
Nonostante un'anamnesi dettagliata, che è anche la regola per altri antibiotici cefalosporinici, è impossibile escludere la possibilità di sviluppare shock anafilattico, che richiede un trattamento immediato - prima iniettato iv con epinefrina, quindi GCS.
Studi in vitro hanno dimostrato che, come altri antibiotici cefalosporinici, il ceftriaxone è in grado di spostare la bilirubina legata all'albumina sierica

Pertanto, nei neonati con iperbilirubinemia, e specialmente nei neonati prematuri, l'uso di Ceftriaxone richiede ancora maggiore attenzione. Conservare la soluzione preparata a temperatura ambiente per non più di 6 ore o in frigorifero a una temperatura di 2-8 ° C per non più di 24 ore

Conservare la soluzione preparata a temperatura ambiente per non più di 6 ore o in frigorifero a una temperatura di 2-8 ° C per non più di 24 ore.

Interazione farmacologica

  • Con l'uso simultaneo di farmaci che riducono l'aggregazione piastrinica (sulfinpirazone, salicilati e FANS), aumenta il rischio di sanguinamento.
  • Questo antibiotico migliora reciprocamente l'efficacia degli aminoglicosidi contro i microrganismi gram-negativi..
  • Se usato in combinazione con diuretici "loop", aumenta il rischio di sviluppare nefrotossicità. Quando si assumono anticoagulanti durante il trattamento con il farmaco, un aumento dell'effetto del primo.
  • La soluzione di ceftriaxone non deve essere somministrata contemporaneamente ad altri antibiotici e miscelata con soluzioni contenenti calcio.

Indicazioni per l'avvio del ceftriaxone

Questo antibiotico è prescritto per patologie della genesi infettiva sensibili a questa cefalosporina..

Malattie in cui è indicato Ceftriaxone:

  • peritonite;
  • meningite batterica;
  • patologie infettive e infiammatorie del tratto digestivo;
  • patologia del sistema respiratorio (compresa la polmonite);
  • infezioni ossee (osteomielite);
  • salmonellosi (incluso trasporto asintomatico);
  • malattie infettive delle articolazioni;
  • malattia di Lyme
  • infiammazione della pelle pustolosa (acne, foruncolosi);
  • pielonefrite;
  • endocardite batterica;
  • MST (gonorrea, sifilide);
  • condizione settica;
  • tifo.

Ceftriaxone è prescritto per i pazienti con ridotta immunità. Per la prevenzione delle complicanze infettive postoperatorie, viene somministrato prima dell'intervento chirurgico.

farmacocinetica

Aspirazione e distribuzione

Dopo la somministrazione i / m, il ceftriaxone viene assorbito rapidamente e completamente nella circolazione sistemica. Penetra bene nei tessuti e nei fluidi corporei: tratto respiratorio, ossa, articolazioni, tratto urinario, pelle, tessuto sottocutaneo e organi addominali. Con l'infiammazione delle membrane meningee, penetra bene nel liquido cerebrospinale. La biodisponibilità di ceftriaxone con somministrazione i / m è del 100%. Dopo la somministrazione i / m, la Cmax viene raggiunta dopo 2-3 ore, con la somministrazione i / v alla fine dell'infusione.

Con l'introduzione / m di ceftriaxone alla dose di 500 mg e 1 g di Cmax nel plasma è rispettivamente di 38 μg / ml e 76 μg / ml, con / nella dose di 500 mg, 1 ge 2 g - 82 μg / ml, 151 μg / ml e 257 μg / ml, rispettivamente. Negli adulti, 2-24 ore dopo la somministrazione del farmaco alla dose di 50 mg / kg, la concentrazione nel liquido cerebrospinale è molte volte superiore alla BMD per i patogeni della meningite più comuni.

Lo stato di equilibrio viene stabilito entro 4 giorni dalla somministrazione del farmaco.

Il legame reversibile alle proteine ​​plasmatiche (albumina) è dell'83–95%.

Vd è 5,78-13,5 l (0,12-0,14 l / kg), nei bambini - 0,3 l / kg.

T1 / 2 è di 6-9 ore Autorizzazione al plasma - 0,58-1,45 l / h, autorizzazione renale - 0,32-0,73 l / h.

Nei pazienti adulti, per 48 ore, il 50-60% del farmaco viene escreto invariato dai reni, il 40-50% viene escreto nell'intestino con la bile, dove viene biotrasformato in un metabolita inattivo.

Farmacocinetica in casi clinici speciali

Nei neonati, circa il 70% del farmaco viene escreto dai reni.

Nei neonati e negli anziani (di età superiore ai 75 anni), nonché nei pazienti con funzionalità renale ed epatica compromessa, T1 / 2 aumenta significativamente.

Nei pazienti in emodialisi con CC 0-5 ml / min, T1 / 2 è di 14,7 ore; con CC 5-15 ml / min - 15.7 ore; con CC 16-30 ml / min - 11,4 ore; con CC 31-60 ml / min - 12,4 h.

Nei bambini con meningite, T1 / 2 dopo somministrazione endovenosa in una dose di 50-75 mg / kg è di 4,3-4,6 ore.

Analoghi

Se l'antibiotico è controindicato, viene sostituito con analoghi. Spesso, 3 generazioni di cefalosporina vengono sostituite con polvere di Rocefin, Azaran, Ceraxon, Cefotaxime. Il primo analogo contiene 250 mg di ceftriaxone. La polvere viene sciolta con acqua sterile o lidocaina. Il suo componente attivo inibisce la biosintesi dei componenti delle pareti cellulari del patogeno inibendo la sintesi di molecole peptidoglicane.

La sostanza riduce l'attività delle transpeptidasi responsabili della catalisi della reazione del trasferimento del peptidoglicano alla mureina. Sullo sfondo di tali processi, la struttura delle cellule viene interrotta. Rocefin agisce battericida su stafilococchi, streptococchi, attinobatteri. Se il test ha dimostrato che l'agente patogeno è resistente a Rocefin, al paziente viene prescritto l'antibiotico Azaran.

È preso per via parenterale. Inibisce la sintesi della membrana cellulare dei microbi. Il farmaco è resistente alle b-lattamasi, che producono batteri gram-positivi e gram-negativi. Azaran è attivo contro i microbi aerobici gram-positivi. Se il farmaco è inefficace, viene sostituito da cefaxone.

La sua composizione include sale sodico. La sostanza è formulata per la somministrazione parenterale. Agisce sulle pareti delle cellule batteriche, interrompendone la crescita e lo sviluppo. I ceppi di diversi gruppi sono sensibili agli effetti del cefaxone. Il farmaco è efficace nelle patologie causate da batteri anaerobici. I ceppi virali che producono beta-lattamasi sono insensibili ai farmaci.

Sullo sfondo della somministrazione parenterale, vengono create alte concentrazioni terapeutiche nel corpo. Il principio attivo si lega in modo reversibile alle proteine ​​del sangue. Sotto l'influenza della microflora intestinale, il farmaco viene inattivato. L'emivita del farmaco è fino a 8 ore. Se le prestazioni dei reni, il fegato sono compromesse, l'emivita è aumentata.

Controindicazioni

Adesso è tempo di parlarne. Naturalmente, è vietato somministrare Ceftriaxone per via intramuscolare e endovenosa se il paziente ha ipersensibilità agli antibiotici cefalosporinici o ai componenti ausiliari.

Con cautela, viene prescritto un farmaco in questi casi:

  • Prematurità.
  • Età troppo giovane (primi giorni di vita) o iperbilirubinemia esistente in un bambino.
  • Insufficienza epatica o renale.
  • Enterite, colite ulcerosa e colite associate all'uso di farmaci antibatterici.
  • lattazione.

Se si trascurano le controindicazioni al Ceftriaxone, è possibile che si verifichino spiacevoli conseguenze.

Inoltre, è possibile un sovradosaggio, che è indicato dall'eccitazione del sistema nervoso centrale e dalle convulsioni. Sfortunatamente, l'emodialisi e la dialisi peritoneale sono inefficaci in questo caso e non esiste un antidoto per il farmaco. L'unica cosa che aiuterà una persona è la terapia sintomatica..

Ceftriaxone o Amikacin

Entrambi i farmaci non sono analoghi l'uno dell'altro. Amikacin appartiene al gruppo degli aminoglicosidi con il principio attivo Amikacin sulfate. Rilasciare sotto forma di polvere per preparazione di soluzione per introduzione in / in e / m. Forma di rilascio di ceftriaxone: polvere per soluzione per somministrazione i / me iv. Il componente attivo del farmaco è Ceftriaxone (generazione cefalosporina III). L'antibiotico di amikacin è indicato per le seguenti malattie:

  • peritonite;
  • sepsi;
  • sepsi neonatale;
  • Infezioni del SNC (inclusa la meningite);
  • infezioni di ossa e articolazioni (inclusa osteomielite);
  • endocardite;
  • polmonite;
  • empiema della pleura;
  • ascesso polmonare
  • infezioni purulente della pelle e dei tessuti molli;
  • ustioni infette;
  • infezioni ricorrenti del tratto urinario;
  • infezioni del tratto biliare.

Devi sapere che l'antibiotico Amikacin è incompatibile nella soluzione con cefalosporine (Ceftriaxone è un antibiotico della serie cefalosporina). Entrambi i farmaci sono prescritti dal medico, tenendo conto della diagnosi.!

L'amikacina è più costosa del ceftriaxone.

Ceftriaxone o Amikacin. Foto: evacsgo.ru

Iniezioni di ceftriaxone da cui aiuta Indicazioni

Il ceftriaxone nelle iniezioni aiuta con le malattie causate da microrganismi sensibili al farmaco. Il farmaco è prescritto per le infezioni:

  • sistema respiratorio;
  • Organi ENT;
  • sistema genito-urinario;
  • pelle e tessuti molli;
  • organi addominali;
  • sistema muscoloscheletrico;
  • pazienti feriti con immunodeficienza;
  • diffusa borreliosi di Lyme.

Con la sifilide

Con inefficienza nel trattamento della sifilide, farmaci di tipo penicillina, viene utilizzato Ceftriaxone in fiale. Avendo un'elevata attività antitremonad, l'agente penetra rapidamente nei fluidi corporei e inibisce la sintesi della parete cellulare batterica.

A un paziente con sifilide viene prescritto un antibiotico Ceftriaxone 1000 mg 1 volta al giorno. La dose aumenta a 4 g nel processo secondario e nella neurosifilide. Il trattamento viene effettuato sia in regime di ricovero che in regime ambulatoriale..

La terapia preventiva dura 5 giorni, con sifilide primaria - 10 giorni. In casi avanzati, lo schema continua in due corsi con un intervallo da 14 giorni a tre settimane. Quando il treponema pallido entra nel liquido cerebrospinale e danni cerebrali, la dose è di 5000 mg al giorno una volta.

Con angina negli adulti e nei bambini

Con la patologia ORL, questo farmaco antibatterico è un farmaco di riserva. Nella pratica pediatrica, Ceftriaxone viene utilizzato per un processo infettivo prolungato e complicazioni..

Nella terapia dell'angina, il farmaco viene somministrato sia a goccia per via endovenosa che intramuscolare. L'ultima via di somministrazione è predominante a causa della facile tecnica di manipolazione. Il corso del trattamento è determinato dal medico.

Con prostatite

Il corso della terapia farmacologica per la prostatite dipende dalla durata della malattia e dalla gravità del corso. Tenendo conto delle condizioni del paziente, Ceftriaxone viene prescritto 1000 mg 1-2 volte al giorno. Il farmaco viene somministrato per via intramuscolare, precedentemente diluito con lidocaina. La durata del trattamento è di 7-10 giorni. Se si verificano complicanze, la terapia viene estesa a 2-3 settimane. Quando si prescrive un farmaco in un contagocce, il dosaggio viene calcolato per chilogrammo del peso corporeo del paziente.

Trattamento sinusite

Con sinusite, Ceftriaxone è prescritto come farmaco di scelta. Il farmaco penetra facilmente dal flusso sanguigno alla lesione in concentrazioni battericide in combinazione con farmaci liquefanti e decongestionanti. La dose del farmaco dipende dalla gravità della malattia e in media 500 mg. Il farmaco viene somministrato per via intramuscolare due volte al giorno per 7-10 giorni.

Controindicazioni

Il farmaco, nonostante la sua elevata efficacia, non è prescritto in tutte le situazioni cliniche. Ceftriaxone ha le seguenti controindicazioni.

  1. Sensibilità accertata alle preparazioni di cefalosporine e penicilline, componenti ausiliari.
  2. L'età gestazionale del bambino è inferiore a 41 settimane..
  3. Aumento della bilirubina totale nel neonato.
  4. Prematurità.
  5. La presenza di vari gradi di insufficienza renale ed epatica in un paziente.
  6. Lo sviluppo di gastroenterite, enterocolite associata all'uso di un farmaco antibatterico.
  7. La storia della colite ulcerosa, la malattia di Crohn.

Uso del farmaco durante la gravidanza e l'allattamento

L'uso di ceftriaxone non è raccomandato nel trattamento di malattie batteriche nei primi tre mesi di gravidanza. Negli ultimi due trimestri, la placenta formata inizia a funzionare, proteggendo il feto dagli effetti del farmaco. Tuttavia, il farmaco viene prescritto molto raramente, tenendo conto dell'assenza di gestosi in una donna.

L'allattamento è una controindicazione relativa ai farmaci. Si raccomanda durante il periodo di utilizzo del farmaco di nutrire il bambino con una miscela di latte.

Controindicazioni

Il tuo principale alleato nel trattamento di Ceftriaxone sono le istruzioni per l'uso. Prima di iniziare, leggere attentamente le raccomandazioni del produttore. Devi sapere che durante la gravidanza, assumere il farmaco è possibile solo quando la minaccia alla vita della madre supera i possibili rischi per il feto. Il farmaco penetra nel sangue, si deposita sui tessuti molli e sulle ghiandole mammarie delle donne, quindi il farmaco è limitato durante l'allattamento. L'elenco di altre controindicazioni Ceftriaxone è il seguente:

  • ipersensibilità alle cefalosporine;
  • gravi anomalie nel lavoro del fegato, dei reni;
  • colite ed enterite;
  • neonati con ittero.

Descrizione del farmaco

Ceftriaxone è un antibiotico cefalosporinico di terza generazione per uso sistemico. Sia la flora gram-positiva che quella gram-negativa sono sensibili ai farmaci. Il farmaco è quello iniziale nel trattamento della maggior parte delle malattie dell'eziologia batterica. Durante l'uso, si raccomanda di determinare la sensibilità dell'agente patogeno dal disco o dal metodo seriale al fine di evitare lo sviluppo di resistenza dei microrganismi al farmaco.

Modulo di rilascio e confezione

Il farmaco è disponibile in una bottiglia di vetro incolore, tappata con tappi di gomma, che vengono premuti da tappi di alluminio. Il principio attivo è in fiale di capacità diverse per creare la concentrazione desiderata di soluzione iniettabile. Il medicinale negli sciroppi, compresse non è disponibile, il che richiede alcune abilità per la somministrazione parenterale. Una bottiglia di prodotto viene inserita in una confezione di cartone.

Composizione e sostanza attiva

Il farmaco è disponibile sotto forma di cristalli di una polvere giallastra per iniezione. Il principio attivo è il sale sterile di Ceftriaxone. Il flacone contiene 0,5, 1 o 2 g di farmaco, che ha una debole capacità di assorbire l'acqua. Per l'uso, la polvere viene diluita alla concentrazione desiderata con un anestetico locale o acqua per preparazioni iniettabili.

effetto farmacologico

L'antibiotico ceftriaxone ha un effetto battericida. Il meccanismo d'azione del farmaco è dovuto alla capacità di sopprimere la sintesi di mureina nella parete cellulare. Ciò porta alla morte di batteri sia nel sangue che nel fuoco interessato. Il farmaco agisce attivamente sulla flora beta-lattamasi, resistente ad altri agenti antibatterici.

L'antibiotico cefalosporinico descritto è attivo contro i seguenti microrganismi:

  • aerobi gram-positivi - Staphylococcus aureus (compresi i ceppi che producono la penicillina e l'enzima cefalosporinico, la penicillinasi), lo stafilococco epidermico, lo pneumococco, lo streptococco pirogeno e i viridani;
  • aerobi gram-negativi - acinetobatteri, Borrelia di Burgdorfer, enterobatteri aerogenes e pozzi neri, E. coli, stick Pfifer (compresa la produzione di penicillinasi), altri stick emofili, Klebsiella (incluso il bastone di Friedlander), moraxella, cataralis) batterio di morgana, gonococco (incluso un enzima che inattiva gli antibiotici), meningococco, proteas mirabilis e volgare, dentellature (compresa la marcescenza di dentescenza), alcuni sierotipi di Pseudomonas aeruginosa;
  • anaerobi: fragoidea batteroidale, clostridi (eccetto il clostridium difficile), peptostreptococco.

Esistono prove dell'efficacia di Ceftriaxone in laboratorio (tali informazioni non sono disponibili nella pratica clinica) rispetto ai seguenti microrganismi: cytrobacter, sabotage e freundi, province (compresa la provincia di Röttger), salmonella (incluso serovar, che causa febbre tifoide), shigella, streptococco di gruppo B, alcuni batterioidi.

Il ceftriaxone è resistente agli stafilococchi resistenti alla meticillina, una serie di ceppi di streptococchi di gruppo D e enterococchi, incluso fecale enterococcica.

Il farmaco, con elevata biodisponibilità, si lega alle proteine ​​del sangue e inizia ad agire dopo 2-3 ore. Il farmaco viene escreto nelle urine, nelle feci e nella bile. Il tasso di purificazione del sangue dal farmaco dipende dal tipo di somministrazione parenterale.

Composizione e indicazioni

La composizione del farmaco include un principio attivo chiamato sale di sodio. Una bottiglia di polvere contiene 1 g di componente attivo. Il farmaco è efficace contro meningite, polmonite, bronchite complicata, pleurite, prostatite. Altre indicazioni per la terapia:

  • infiammazione renale;
  • lesione cutanea;
  • patologie infettive del tratto digestivo;
  • complicazioni dopo il parto;
  • artrite e altre lesioni infettive del sistema muscolo-scheletrico;
  • infezione negli organi ENT;
  • gonorrea;
  • congelamento con un processo purulento;
  • sepsi.

Nelle istruzioni per l'uso di Ceftriaxone, il produttore ha indicato un elenco di condizioni in cui la terapia è vietata. Il farmaco non è prescritto nelle prime fasi della gravidanza, ai neonati con peso ridotto e anche quando non vi è compatibilità con i componenti del farmaco. Le compresse e le fiale di ceftriaxone non possono essere utilizzate per patologie renali, allergie alle penicilline.

Indicazioni relative per iniezione intramuscolare ed endovenosa:

  • malattie del sistema circolatorio, in cui la coagulazione è compromessa;
  • lieve insufficienza epatica e renale;
  • allattamento;
  • 2-3 trimestre di gravidanza.