Si tratterà di uno dei problemi medici più popolari tra quelli che la stragrande maggioranza dei genitori deve affrontare: rimuovere o non rimuovere le adenoidi? La malattia procede lentamente, in modo discreto e si ha l'impressione: è questa una malattia? Molto spesso, le adenoidi si manifestano nel fatto che il bambino spesso "prende un raffreddore", e i genitori devono, come si suol dire, "sedersi in congedo per malattia", che alla fine causa problemi sul lavoro. Nella maggior parte dei casi, è questa circostanza che ti fa consultare un medico.

Le adenoidi sono la formazione del tessuto linfoide, che costituisce la base della tonsilla nasofaringea. Quest'ultimo si trova nel rinofaringe, quindi, durante un esame di routine, la faringe di questo tessuto non è visibile. Per esaminare la tonsilla nasofaringea, sono richiesti strumenti ORL speciali. In alcuni casi, viene eseguito un esame radiografico. Le adenoidi sono un organo linfoide simile a un linfonodo, nel cui tessuto si verificano la formazione e la maturazione dei linfociti, i principali elementi cellulari del sistema immunitario. I linfociti che raggiungono la superficie delle tonsille riconoscono i microrganismi che entrano attraverso il naso o la bocca e trasmettono queste informazioni alle cellule protettive che producono anticorpi. La maggior parte degli anticorpi entra nel flusso sanguigno, ma alcuni entrano in battaglia sul posto, contribuendo all'immobilizzazione dei microrganismi e alla loro successiva distruzione da parte dei leucociti. È "utile" per il corpo avere i suoi organi protettivi il più vicino possibile al sito di infezione.

Nei bambini di età inferiore ai 6 anni, il sistema linfatico si sta ancora formando e il carico principale nella protezione del corpo del bambino cade sulla gola. L'apparato rinofaringeo linfoide che giace nel percorso del flusso d'aria svolge il suo ruolo protettivo con molto successo. Si formano sempre più nuovi cloni di linfociti e questo porta ad un aumento degli organi linfoidi e, in primo luogo, delle adenoidi. L'ipertrofia adenoidea è un evento comune nei bambini piccoli il cui sistema immunitario non ha ancora raggiunto la piena maturità. Se la tonsilla non resiste agli attacchi dei microbi, la sua attività viene interrotta e non può far fronte alle sue funzioni. All'inizio, la tonsilla si allarga semplicemente, quindi si infiamma. Quindi inizia l'adenoidite e anche una serie di adenoidite ripetuta porta a una crescita patologica della vegetazione adenoidea - adenoidi. Una malattia adenoid-diffusa nella popolazione infantile. Questa patologia colpisce i bambini di età compresa tra 1 e 14-15 anni. Molto spesso, questa malattia si verifica tra i 3 ei 7 anni. Attualmente, c'è una tendenza a identificare le adenoidi nei bambini di età precedente.

Esistono tre gradi di ingrandimento delle tonsille faringee: I grado - le adenoidi coprono la parte superiore del lume del rinofaringe; II grado - le adenoidi coprono i due terzi superiori del lume del rinofaringe; III grado - le adenoidi coprono l'intero o quasi l'intero lume. Va notato, tuttavia, che i cambiamenti patologici nel corpo associati alle adenoidi non corrispondono sempre alle loro dimensioni.

Cosa può avere un bambino ad escrescenze adenoide??

Violazione della fisiologia dell'orecchio medio. Normalmente, una persona ha un sistema che regola la differenza di pressione tra la pressione atmosferica esterna e la pressione interna che esiste nella cavità nasale e nel rinofaringe. Questo processo è regolato a causa della formazione anatomica, che è chiamata la provetta uditiva (Eustachiana). L'ingresso al tubo uditivo si trova nel rinofaringe, nelle immediate vicinanze della posizione del tessuto adenoideo. Pertanto, se il bambino ha una tonsilla nasofaringea, chiude la bocca del tubo uditivo, rendendo difficile il passaggio dell'aria nell'orecchio medio. Di conseguenza, il timpano perde la sua mobilità, il che influisce sulle sensazioni uditive: il bambino non sente bene.

Raffreddori frequenti. Una condizione per la normale fisiologia della cavità nasale è la respirazione nasale libera. Normalmente, la mucosa della cavità nasale e dei seni paranasali produce muco, che "pulisce" la cavità nasale da batteri, virus e altri fattori patogeni. Se il bambino ha un ostacolo al flusso d'aria sotto forma di adenoidi, il deflusso del muco è difficile e si creano condizioni favorevoli per lo sviluppo dell'infezione e l'insorgenza di malattie infiammatorie. Pertanto, i bambini con adenoidi sono spesso malati da molto tempo e i loro periodi di recupero sono molto brevi..

Focus cronico di infezione. Le adenoidi, che rendono difficile la respirazione nasale, non solo predispongono il corpo del bambino all'insorgenza di malattie infiammatorie, ma sono anche un buon ambiente per l'attacco di batteri e virus. Pertanto, il tessuto della tonsilla nasofaringea, di regola, è in uno stato di infiammazione cronica. Ciò ha un effetto negativo su molti organi e sistemi del corpo e, soprattutto, l'attenzione cronica dell'infezione è un eccellente sfondo per lo sviluppo di malattie infettive, infiammatorie e allergiche nel corpo dei bambini.

Diminuzione delle prestazioni. Ad oggi, è già stato dimostrato che, con difficoltà nella respirazione nasale, il corpo umano non riceve fino al 12-18% di ossigeno, il che è molto importante per il funzionamento del cervello.

Violazione dello sviluppo dell'apparato vocale. Come già notato sopra, in presenza di adenoidi nel bambino, la crescita delle ossa dello scheletro facciale viene interrotta. Questo a sua volta può influire negativamente sulla formazione del linguaggio. Il bambino non pronuncia le singole lettere, parla costantemente nel naso (nasale). Inoltre, i genitori spesso non notano questi cambiamenti, poiché si "abituano" alla pronuncia del bambino.

Queste sono solo le violazioni più gravi. che si verificano nel corpo in presenza di vegetazione adenoidea nel bambino.

Ora, forse, è tempo di rispondere alla domanda posta nel titolo dell'articolo: da trattare o eliminare?

Quando sorge la domanda sulla necessità di adenotomia, si deve sottolineare che qui l'approccio più accettabile è il principio del "passo dopo passo". L'adenotomia non è un'operazione urgente, può sempre essere posticipata di qualche tempo per utilizzare questo ritardo per l'applicazione di tecniche terapeutiche più delicate. Per un'adenotomia, è necessario, come si dice, "maturare" sia per il bambino, i genitori e il medico. Puoi parlare della necessità di un trattamento chirurgico solo quando sono state utilizzate tutte le misure non chirurgiche, ma non c'è alcun effetto. In ogni caso, è anche impossibile correggere le violazioni dei meccanismi più delicati della regolazione immunitaria con un coltello, proprio come eliminare un malfunzionamento del software in un computer con una sega e un'ascia. Con un coltello, puoi solo provare a prevenire le complicazioni, quindi prima di affrontarlo, devi assicurarti che ci sia una tendenza al loro sviluppo. Va notato che l'adenotomia è molto pericolosa da eseguire in tenera età. Tutte le riviste scientifiche scrivono che fino all'età di cinque anni, qualsiasi intervento chirurgico sulle tonsille è generalmente indesiderabile. Va tenuto presente che con l'età, le tonsille da sole diminuiscono di volume. Nella vita umana, c'è un certo periodo di tempo in cui è in corso una conoscenza attiva del corpo con la microflora circostante e le tonsille lavorano al massimo, possono aumentare leggermente.

Come trattare un bambino se non è ancora necessario un intervento chirurgico?

Prova a sciacquare il naso e il rinofaringe: a volte bastano pochi risciacqui per pulire il rinofaringe. Naturalmente, molto qui dipende dalle tue capacità e perseveranza, e dal bambino - come dovrà sopportare questa procedura. Ma prova a negoziare con il bambino, spiega perché il lavaggio è fatto. Alcune madri lavano il naso ai loro bambini fino a un anno (a proposito, il risciacquo è utile per il raffreddore e come prevenzione del raffreddore). I bambini si abituano a questa procedura e, a volte, chiedono loro stessi di sciacquarsi il naso se hanno difficoltà a respirare dal naso.

Instillazione di medicinali... Se il medico ha prescritto gocce medicinali o unguenti a suo figlio, questi funzionano in modo più efficace dopo aver lavato il naso, poiché la mucosa nasale è pulita e il medicinale agisce direttamente su di esso. E in effetti, non avrà alcun senso il fatto che goccioli anche la migliore medicina nel naso, piena di secrezione; il medicinale fuoriuscirà dal naso o il bambino lo ingerirà e non ci saranno effetti. Per instillare la medicina, il bambino deve essere messo sulla schiena e persino gettato indietro la testa (questo è più facile quando il bambino si trova sul bordo del divano). In questa posizione, instillare 6–7 gocce del medicinale (ad esempio, protargol (o collargol)) nel naso e lasciare che il bambino si corichi senza cambiare posizione per diversi minuti - quindi si può essere certi che la soluzione di protargol sia “localizzata” proprio sulle adenoidi. Questa procedura deve essere ripetuta (senza saltare) due volte al giorno: mattina e sera (prima di coricarsi) per quattordici giorni. Quindi un mese - una pausa. Gli otorinolaringoiatri raccomandano l'uso di Protorgol, Collargol e olio di Thuja per le adenoidi e Argolife. I glucocorticosteroidi topici sono spesso usati localmente sotto forma di spray.

Fisioterapia per l'infiammazione delle adenoidi... Con l'adenoidite, la fisioterapia svolge un ruolo importante. Un otorinolaringoiatra prescriverà sicuramente un bambino con luce ultravioletta ed elettroforesi.

Rafforzare il sistema immunitario. Il ricevimento durante la malattia di agenti rinforzanti generali - vitamine, immunostimolanti è semplicemente necessario! Spesso, la terapia complessa comprende farmaci immunomodulanti, quelli locali come Imudon, Lysobact, IRS-19 o Ribomunil ad azione generale, Dimephosphone, Likopid e altri.

Di recente l'omeopatia è diventata sempre più rilevante nel trattamento delle adenoidi, il metodo più sicuro e, nella maggior parte dei casi, molto efficace per il trattamento delle adenoidi oggi. Lymphomyozot: questo complesso farmaco ha un pronunciato drenaggio linfatico, antiallergico, effetto disintossicante. Oltre a queste gocce, puoi usare granuli omeopatici Job-baby. Il trattamento dovrebbe essere lungo, la terapia omeopatica è diversa in quanto si ottiene l'effetto solo nel caso di un uso continuo a lungo termine di farmaci. Ci vuole un anno intero per riprendersi completamente..

Che tipo di pazienti è ancora consigliabile operare? Un'indicazione assoluta per la rimozione di tonsille e adenoidi è la loro acuta ipertrofia con alterazione della respirazione nasale, della deglutizione, dell'udito, ecc. Se un bambino ha un'insufficienza respiratoria grave attraverso il naso, appare un'apnea notturna, cioè trattenimento del respiro di almeno 10 secondi ( questo è pericoloso dal verificarsi di ipossia cerebrale permanente e porta a una mancanza di apporto di ossigeno a tutti gli organi e tessuti dell'organismo in crescita). Se il bambino sviluppa otite media essudativa, quando il muco si accumula nella cavità dell'orecchio medio e l'udito si riduce. Con degenerazione maligna della tonsilla nasofaringea. Se le adenoidi troppo cresciute portano ad anomalie maxillo-facciali. Se il trattamento conservativo (per almeno un anno) non produce un effetto tangibile e l'adenoidite viene ripetuta più di 4 volte all'anno, tutte queste sono indicazioni per un'adenotomia. Il naso che cola persistente, la sinusite, l'otite media ripetuta, il mal di gola che non si fermano nemmeno dopo diversi cicli ripetuti di trattamento conservativo sono anche una buona ragione per un intervento chirurgico.

Se tutto fosse così semplice con le adenoidi: cancellato - e il bambino è sano! Ma, sfortunatamente, i miracoli non accadono. Nonostante l'apparente sollievo dopo l'operazione, l'operazione non è una panacea per i problemi - tutti i medici ENT lo ammettono: le adenoidi fanno parte del sistema linfoide del bambino.

Un'altra domanda d'attualità posta da quasi tutti i genitori che hanno sentito che la rimozione delle adenoidi non può essere curata, poiché ricrescono. Sfortunatamente, questo non può essere negato, le ricadute (crescita ripetuta di adenoidi) sono abbastanza comuni. Dipende da una serie di motivi:

  1. La cosa più importante è la qualità dell'operazione. Se il chirurgo non rimuove completamente il tessuto adenoideo, quindi anche dal millimetro sinistro, le adenoidi possono di nuovo crescere. Pertanto, l'operazione deve essere eseguita in un ospedale pediatrico specializzato (ospedale), da un chirurgo qualificato. Attualmente, il metodo di rimozione endoscopica delle adenoidi con strumenti speciali sotto il controllo della visione, attraverso speciali sistemi ottici, è stato attivamente introdotto nella pratica. Ciò consente di rimuovere completamente il tessuto adenoideo. Tuttavia, se, tuttavia, si verifica una ricaduta, non dovresti incolpare immediatamente il chirurgo, poiché ci sono altri motivi.
  2. La pratica dimostra che prima viene eseguita un'adenotomia, maggiore è la probabilità di ricaduta. Quindi è più consigliabile eseguire un'adenotomia nei bambini dopo i 3 anni (idealmente 4-5 anni). Ma in presenza di indicazioni assolute - viene effettuato a qualsiasi età.
  3. Più spesso si verificano recidive nei bambini che soffrono di allergie. È difficile trovare una spiegazione per questo, ma l'esperienza dimostra che è così..
  4. Ci sono bambini che hanno caratteristiche individuali, caratterizzati da una maggiore proliferazione del tessuto adenoide. In questo caso, non c'è niente da fare. Così stabilito geneticamente.

Queste sono le cause più comuni. Va notato che se ci sono prove, deve essere eseguita un'adenotomia. Non aver paura del reintervento.

In conclusione, voglio notare che le tonsille allargate sono un problema molto delicato. Molto dipende dalla competenza del medico e dalla sanità mentale dei genitori. La decisione sul trattamento deve essere presa da uno specialista competente. Non nonne che "ti hanno cresciuto in salute e si prenderanno cura dei tuoi nipoti", non amici che hanno "esattamente la stessa situazione" e soprattutto non numerosi forum con madri virtuali. La parte del medico ha una conoscenza approfondita del problema e dell'esperienza. Credetemi, combatterà fino all'ultimo per riportare in vita le tonsille senza bisturi. Ma se il trattamento non aiuta e le adenoidi continuano a minare la salute del bambino, non vale la pena rimandare l'intervento chirurgico nella scatola lunga.

Rimozione di adenoidi nei bambini - recensioni di madri. Dettagli dell'operazione

Il naso da fiuto è da tempo sinonimo di infanzia. I bambini si ammalano molto, soprattutto i raffreddori. Le frequenti malattie infiammatorie nel rinofaringe portano alla comparsa di adenoidi.

Con la progressione della malattia, l'unico modo per curarla è la rimozione chirurgica del tessuto cresciuto. Questo spesso spaventa il bambino, sua mamma e suo papà. In che modo la rimozione delle adenoidi nei bambini è interessata a molti genitori?.

Cosa sono le adenoidi?

Le adenoidi sono una tonsilla rinofaringea patologicamente invasa che causa difficoltà respiratorie, perdita dell'udito e altri disturbi.

La tonsilla si trova nell'arco nasofaringeo e non è visibile ad occhio nudo. Solo un otorinolaringoiatra può esaminarlo utilizzando uno specchio speciale.


Con escrescenze adenoidi, la respirazione nasale si sovrappone. Il bambino respira sempre più attraverso la bocca. Per questo motivo, i meccanismi protettivi del corpo non svolgono la loro funzione, l'aria non viene filtrata abbastanza e virus e microbi penetrano nel tratto respiratorio.

Pertanto, le malattie infiammatorie si presentano più spesso: tonsillite, bronchite, sinusite e altre. Il rischio di sviluppare la polmonite aumenta. A causa di processi infiammatori nel rinofaringe, i bambini spesso sviluppano otite media (infiammazione dell'orecchio medio).

Le adenoidi possono svilupparsi nei bambini da 1 a 14 anni, tuttavia i bambini da 3 a 7 anni soffrono molto spesso.

A causa di crescite di adenoidi, compaiono i seguenti problemi:

  • La voce diventa nasale, il bambino parla come se nel naso;
  • Un naso che cola cronico appare con una secrezione difficile, spesso purulenta;
  • A causa del costante processo infiammatorio e dell'indebolimento del sistema immunitario, il bambino è spesso malato, difficile da recuperare e sorgono complicazioni nelle infezioni respiratorie acute;
  • Inizia a russare in un sogno;
  • La perdita dell'udito può verificarsi;
  • Si verificano frequenti mal di testa, pallore della pelle, distrazione.

Esistono tre fasi di crescita adenoidea:

  1. Stato iniziale. La tonsilla rinofaringea è leggermente allargata e chiude leggermente il passaggio nasale;
  2. Seconda fase. Le adenoidi bloccano più della metà del passaggio nasale;
  3. Terzo stadio Il tessuto adenoide invaso blocca quasi completamente il passaggio nasale.

Nelle fasi iniziali, può essere prescritto un trattamento conservativo per fermare la crescita dei tessuti. Si tratta in genere di gocce speciali, risciacquo del naso e del rinofaringe con soluzioni medicinali, rimedi omeopatici, ecc..

Se non aiuta e la crescita del tessuto adenoideo continua, viene rimossa chirurgicamente.

Cause e indicazioni per l'intervento chirurgico. Possibili conseguenze

Quando le adenoidi non sono sempre prescritte, viene prescritta un'operazione per rimuoverle. Le cause dell'intervento chirurgico sono:

Adenoidi di terzo grado, quando si sovrappongono al rinofaringe di oltre 2/3;

Quando è chiuso da proliferazioni adenoide della fistola escretoria delle trombe di Eustachio e, di conseguenza, l'accumulo di muco nell'orecchio medio. Ciò porta alla perdita dell'udito e al verificarsi di otite media frequente, incluso il purulento.

Possibili complicazioni

Spesso i genitori hanno paura di sottoporsi a un intervento chirurgico a causa di possibili complicanze. Tuttavia, l'adenotomia (chirurgia per rimuovere le adenoidi) non è considerata una procedura complessa o pericolosa. Le moderne tecniche lo rendono il più efficace e indolore possibile..

Tuttavia, a volte sorgono le seguenti conseguenze:

  • Un aumento della temperatura superiore a 38 gradi per più di 48 ore può indicare il verificarsi di infiammazione infettiva;
  • Sanguinamento continuo dal rinofaringe. Si verifica se il tessuto adenoideo non viene rimosso completamente. Ulteriore pulizia o cauterizzazione mediante laser;
  • Danni al tessuto mucoso adiacente, portando ulteriormente allo sviluppo di epifaringite atrofica;
  • Le recidive.

Per evitare possibili complicazioni, è necessario avvicinarsi attentamente alla scelta di uno specialista che eseguirà l'operazione e il metodo di rimozione delle adenoidi nei bambini.

Operare o non valerne la pena?

I genitori spesso dubitano e non vogliono che il bambino abbia un intervento chirurgico. Certo, la chirurgia è stressante per un bambino. Ma vale la pena considerare che non esiste altra alternativa per sbarazzarsi di adenoidi.

A volte i genitori confondono escrescenze adenoide e adenoidite. L'adenoidite si verifica a causa dell'infiammazione del tessuto adenoide. Può essere trattato e l'infiammazione passerà. Tuttavia, le adenoidi troppo cresciute non possono essere trattate in questo modo..

Un'operazione non è prescritta se non assolutamente necessario. Se le adenoidi non causano gravi violazioni, cercano di fermare la loro crescita in modo conservativo. In caso di fallimento del trattamento e ulteriore crescita della patologia, la chirurgia non può essere evitata.

Pertanto, se è necessario un intervento chirurgico, non è necessario posticiparlo per evitare conseguenze irreversibili per la salute del bambino.

La rimozione è dolorosa? Che tipo di antidolorifici viene utilizzato?

Alcuni genitori che hanno avuto la rimozione di adenoide durante l'infanzia lo ricordano come una procedura spiacevole e dolorosa. Si rifiutano di esporle suo figlio. Ma vale la pena notare che in quei giorni questa operazione è stata eseguita senza anestesia. Pertanto, i ricordi sono rimasti tristi.

Questa forma di anestesia ha una serie di controindicazioni. Pertanto, a volte usano l'anestesia locale. Dà sufficiente sollievo dal dolore, ma il bambino può avere paura della comparsa di strumenti o sangue. Quindi, con l'anestesia locale, un'iniezione aggiuntiva di un sedativo.

Se l'operazione è necessaria e non esiste alcuna possibilità di anestesia, l'operazione viene eseguita senza anestesia. Le adenoidi non hanno terminazioni nervose, quindi rimuoverle, anche se una procedura spiacevole, non è troppo dolorosa.

Tipi di operazioni

Molto spesso, un intervento chirurgico per rimuovere le adenoidi (adenotomia) significa escissione chirurgica dei tessuti con uno strumento speciale.

Tuttavia, ci sono altri metodi per rimuovere le adenoidi nei bambini..

Nella medicina moderna, si distinguono i seguenti metodi principali:

  • Rimozione endoscopica;
  • Asportazione laser di adenoidi;
  • Asportazione di tessuto adenoideo con un apparato a onde radio.

Durante l'operazione, rimozione completa o parziale di adenoidi.

Durante un'operazione chirurgica, un medico può utilizzare vari strumenti: adenotoma convenzionale, elettrocoagulazione, microdebrider (rasoio), coltello per plasma e altri.
Tuttavia, indipendentemente dalla tecnica utilizzata, l'essenza dell'operazione è di asportare e rimuovere il tessuto adenoide dal rinofaringe. Un endoscopio viene utilizzato per la visualizzazione..

Con grandi proliferazioni di adenoidi, è consigliabile eseguire l'asportazione chirurgica seguita da cauterizzazione laser.

Quando si utilizza un'apparecchiatura a onde radio per rimuovere le adenoidi sotto l'azione di una corrente ad alta frequenza, si verifica una peculiare evaporazione del tessuto e le adenoidi sono ridotte.

I vantaggi della chirurgia delle onde radio sono il trauma minimo, l'assenza di sangue, la guarigione accelerata della ferita.

Qual è il pericolo della loro assenza. Pericoli di rimozione tardiva

Un aumento delle adenoidi è spesso accompagnato da un aumento delle tonsille palatine. Questo può portare al fatto che la respirazione diventa difficile non solo con il naso, ma anche con la bocca. Soprattutto spesso il bambino soffoca di notte.

La cosa peggiore è che se si verifica una deformazione, il processo è irreversibile anche quando si tiene conto dell'operazione. Pertanto, non ritardare il trattamento delle adenoidi.

Un'altra complicazione comune delle adenoidi è la perdita dell'udito e l'insorgenza della perdita dell'udito. Tuttavia, questa violazione è reversibile. Dopo la rimozione delle adenoidi, l'udito viene ripristinato.

Molti hanno paura di rimuovere le adenoidi, perché hanno paura che il corpo del bambino perda una sorta di "barriera protettiva" e si ammali più spesso di prima della rimozione.

Tra le madri che hanno accettato l'operazione, il bambino ha quelli che non sono contenti del risultato e credono persino che sia peggiorato. Per valutare i pro e i contro della chirurgia, consultare il proprio medico.

Bene, se hai già un medico di famiglia di fiducia, in caso contrario, consulta un medico di cui ti fidi.

Ricorda che con una forte proliferazione di adenoidi, è necessario un intervento chirurgico.

Preparazione all'intervento chirurgico

Prepararsi alla chirurgia è necessario, prima di tutto, psicologicamente. È importante che i genitori stessi mantengano la calma. È necessario spiegare al bambino la necessità della procedura, dire cosa lo attende, ma in modo che non abbia paura. Puoi promettere al bambino dopo la procedura di gelato.

Quando si pianifica una adenotomia, il medico prescriverà i test e gli esami necessari. Alla vigilia della chirurgia, possono prescrivere farmaci per migliorare la coagulazione del sangue.

Il giorno in cui viene prescritto l'intervento chirurgico, non è possibile nutrire il bambino e non bere due ore prima della procedura. Ciò è particolarmente importante se è prevista l'anestesia. Altrimenti, può verificarsi vomito..

Recupero postoperatorio

L'operazione in sé non dura per 5-10 minuti.

Per un po ', il bambino si allontanerà dall'anestesia. Se tutto è andato bene, quindi 2-3 ore dopo che il bambino è tornato in sé, gli è permesso di andare a casa.

Dopo un'adenotomia, il raffreddore ha un effetto calmante sulla mucosa rinofaringea, allevia il gonfiore e smette di sanguinare..

Pertanto, a volte si consiglia di dare al bambino una soluzione di gelato, succo congelato o solo ghiaccio.

Ma se il bambino ha difficoltà a deglutire o non si sente bene dopo l'anestesia, non è necessario insistere.

Il primo giorno dopo l'intervento chirurgico possono verificarsi tosse con sangue o vomito con sangue. Ciò è dovuto al fatto che il sangue è entrato nello stomaco durante l'intervento chirurgico.

Le ferite sulla mucosa non sono ancora guarite e possono sanguinare un po ', soprattutto con irritazione.

Pertanto, nei primi giorni, si raccomanda una dieta sotto forma di cibo liquido, purè, non caldo e non piccante.

Dopo l'intervento chirurgico, la temperatura può aumentare nel primo giorno, è presente debolezza.

Non è raccomandato somministrare aspirina al bambino. Diluisce il sangue e può causare sanguinamento.

All'inizio, al bambino viene prescritto di rilassarsi di più, di non camminare fuori, di evitare lo stress, di fare esercizi di respirazione.

Per normalizzare la funzione della respirazione nasale, vengono prescritte gocce di vasocostrittore per 5 giorni.

Il recupero della respirazione e dell'udito nasali di solito si verifica entro 7-10 giorni dopo l'intervento chirurgico.

Ricadute - Ricorrenza

Talvolta si verificano recidive dopo la rimozione di adenoidi nei bambini. La ricrescita del tessuto adenoideo è possibile se

  • Il tessuto linfoide non è stato completamente rimosso;
  • Operazione in un bambino di età inferiore a 3 anni;
  • La presenza di fattori che causano escrescenze adenoidi (allergia, ereditarietà, malattie frequenti).

Tali casi non sono frequenti e richiedono una consulenza specialistica..

Recensioni dei genitori

Le recensioni di adulti che hanno subito la rimozione di adenoidi durante l'infanzia sono diverse dalle recensioni di madri i cui bambini hanno subito un intervento chirurgico nel recente passato.

Se prima la procedura veniva eseguita senza anestesia, i bambini erano legati e tenuti in braccio e i ricordi della procedura stessa erano piuttosto spiacevoli, quindi le madri moderne la descrivono in questo modo:

Natalya: le adenoidi sono state rimosse 2 mesi fa. Hanno eseguito l'operazione in anestesia generale. Ha avuto successo. Il figlio si è svegliato 25 minuti dopo l'operazione. Non ci sono stati effetti collaterali.

Naso respirato, orecchie non fanno male. Per la prima volta, l'ARVI si è ammalata 2 mesi dopo l'intervento chirurgico. Non c'è temperatura e otite media, viene trattato un raffreddore! Niente ha aiutato prima..

Non mi pento di essere andato a un intervento chirurgico, altrimenti avrei mangiato medicine con la segale.

Christina: le adenoidi sono state rimosse a suo figlio quando aveva circa 4 anni. Prima di allora, russava in un sogno, spesso c'era un naso che colava. Insieme alle adenoidi, una parte delle tonsille fu rimossa. L'operazione è durata 20 minuti. Non c'era dolore o lacrima. Il bambino ha iniziato a fare meno male, il naso respira bene, non russa. Il figlio ha già 9 anni.

Lyudmila: Alla fine, il bambino ha rimosso le adenoidi. Hanno sofferto 4 mesi prima dell'operazione. Respirando costantemente attraverso la bocca, russando di notte, ci sono state trattenute del respiro, infezioni costanti, cinque otiti media in 3 mesi! La mascella era leggermente deformata. È stata eseguita un'operazione sotto il controllo di un endoscopio in anestesia generale. 15 minuti di funzionamento.

Dopo l'anestesia, c'era debolezza, le gambe non obbedivano e si lamentavano di mal di gola. Il giorno dopo tutto è andato via. La settimana è stata gonfia e il figlio ha russato, ma poi tutto è andato via, l'udienza è stata ripristinata. Mi dispiace non averlo mai fatto prima.

Trattamento a base di erbe

Nella fase iniziale delle adenoidi, le erbe possono essere utilizzate per prevenire la loro crescita. Molto spesso usano questi metodi:

1 cucchiaino preparare le erbe con un bicchiere di acqua bollente, lasciare in posa 5 minuti, raffreddare. Puoi sciacquarti il ​​naso con questa infusione 2-3 volte al giorno. Trattamento per almeno 2 settimane e più a lungo;

Puoi anche usare le infusioni di tali erbe: erba di San Giovanni, camomilla, eucalipto, tè verde.

Preparazione e uso simili all'equiseto.

  • Inalazione di vapore con calendula, eucalipto, olio dell'albero del tè.
  • Seppellire 2-3 gocce di olio di arborvita in ogni passaggio nasale prima di coricarsi. Corso di 14 giorni.
  • L'infuso di buccia di noce verde, preparato da un cucchiaio di materie prime in un bicchiere d'acqua, instillare 2 gocce in ciascun passaggio nasale. Corso di 20 giorni.
  • Spesso utilizzate soluzioni per il lavaggio a base di propoli, soda, succo di aloe.
  • Dr. Komarovsky su Adenoids

    Dal seguente video scoprirai cosa pensa il famoso pediatra E.O. Komarovsky del trattamento o della rimozione chirurgica delle adenoidi:

    Trattamento non chirurgico delle adenoidi di 1, 2 e 3 gradi

    Il contenuto dell'articolo

    Oggi, il trattamento chirurgico viene eseguito solo se al medico ORL è stata diagnosticata la presenza di adenoidi di grado 3. Gli immunologi hanno dimostrato che la tonsilla faringea svolge un ruolo importante nella formazione del sistema immunitario. La rimozione delle tonsille influisce negativamente sull'immunità locale, come evidenziato da frequenti ricadute di malattie infettive. Con un accesso tempestivo all'otorinolaringoiatra, le adenoidi possono essere tentate di trattare con l'aiuto di farmaci. E solo in caso di trattamenti inefficaci e trattamenti fisioterapici, al paziente viene prescritta la rimozione dell'organo immunitario - adenotomia.

    Adenoidi 1, 2 e 3 gradi - differenze

    Esternamente, le adenoidi assomigliano a formazioni tumorali, che consistono in diversi lobuli. Un piccolo organo immunitario è localizzato sulla parete posteriore all'interno della cavità nasale e svolge una funzione protettiva: distrugge virus e batteri patogeni che penetrano nel corpo con l'aria. Ipertrofia, ad es. allargamento patologico della tonsilla nasofaringea, più spesso osservato nei bambini di età compresa tra 3 e 9 anni. Significativamente meno spesso, le adenoidi sono diagnosticate nei neonati e negli adulti..

    Come trattare le adenoidi? I metodi di trattamento sono determinati dallo stadio di sviluppo della patologia e dalle manifestazioni cliniche associate. Negli otorinolaringoiatri, è consuetudine distinguere tali gradi di ipertrofia dell'organo immunitario:

    • 1 ° grado - i tessuti adenoidi solo 1/3 si sovrappongono al vomere e ai passaggi nasali;
    • 2 ° grado - una tonsilla allargata ½ blocca le vie respiratorie nel rinofaringe;
    • 3 ° grado - escrescenze adenoidi di oltre 2/3 si sovrappongono ai fori nella cavità nasale;
    • 4 ° grado - un organo ipertrofico copre completamente l'apri e il coro (passaggi nasali).

    Le vegetazioni adenoidi del terzo e quarto stadio di sviluppo non sono praticamente suscettibili al trattamento conservativo, pertanto ai pazienti con questa diagnosi viene spesso prescritta un'adenotomia.

    Per evitare un intervento chirurgico, è necessario chiedere aiuto a un medico ORL quando compaiono i primi segni di adenoidi.

    La proliferazione dei tessuti molli non può essere eliminata in alcun modo con l'aiuto di gocce nasali, soluzioni antinfiammatorie e antisettiche, poiché si formano formazioni tumorali.

    1 grado di ipertrofia

    Le adenoidi di 1 ° grado coprono fino al 35% del rinofaringe, quindi praticamente non causano sensazioni spiacevoli. Per questo motivo, è possibile diagnosticare la patologia in modo tempestivo, di norma, per caso, durante gli esami di routine presso il pediatra. È possibile sospettare lo sviluppo di adenoidi da segni esterni?

    Difficoltà nella respirazione nasale con un leggero aumento della vegetazione adenoidea si osserva esclusivamente di notte. I classici sintomi delle adenoidi del primo stadio di sviluppo includono:

    • annusando in un sogno;
    • congestione nasale;
    • sonnolenza diurna;
    • scarico sieroso dai passaggi nasali.

    Con la posizione orizzontale del corpo, la tonsilla faringea a forma di pettine aumenta leggermente di dimensioni, il che porta a insufficienza respiratoria. A causa della mancanza di ossigeno (ipossia), un bambino può avere incubi. Dopo essersi svegliati, i bambini di solito lamentano letargia e affaticamento cronico..

    L'ipertrofia tonsillare faringea di stadio 1 è facilmente suscettibile di trattamento conservativo. È possibile ripristinare le dimensioni normali del corpo con lavaggi, inalazioni e farmaci antinfiammatori, immunostimolanti e antisettici locali.

    2 gradi di ipertrofia

    Le adenoidi di secondo grado portano alla comparsa di sintomi patologici più pronunciati. I tessuti linfoidi troppo cresciuti bloccano fino al 50% dei passaggi del vomer e del naso, a seguito dei quali si osservano evidenti violazioni della respirazione nasale. Tuttavia, se la malattia viene diagnosticata in tempo, sarà possibile eliminare le sue manifestazioni con l'aiuto di fisioterapia e farmaci..

    Come riconoscere le adenoidi di grado 2? I segni caratteristici dello sviluppo della malattia includono:

    • russare e annusare forte in un sogno;
    • una netta diminuzione del tono della voce;
    • perdita dell'udito;
    • distrazione e sonno scarso;
    • frequente apertura della bocca;
    • naso che cola prolungato;
    • mancanza di appetito;
    • apatia e stanchezza cronica.

    L'ipertrofia delle adenoidi di 2 ° grado interferisce con il normale sviluppo fisiologico del bambino.

    L'ipossia cronica (mancanza di ossigeno) influisce negativamente sul funzionamento del cervello. A questo proposito, il bambino inizia a ritardare non solo nello sviluppo fisico, ma anche nello sviluppo mentale. I bambini malati non possono concentrarsi, il che influisce sul rendimento scolastico. Inoltre, se la pervietà dei passaggi nasali non viene ripristinata nel tempo, l'apertura costante della bocca porterà alla deformazione della mascella inferiore.

    Come trattare le adenoidi di grado 2? Puoi ridurre leggermente le dimensioni delle tonsille con l'aiuto di agenti essiccanti e antisettici. Impediscono lo sviluppo dell'infiammazione nella cavità nasale, che stimola la proliferazione dei tessuti linfoidi.

    Per eliminare il ristagno di muco nel naso e nei seni paranasali, consentire procedure fisioterapiche come ultrasuoni e terapia laser.

    Deve essere chiaro che le adenoidi di grado 2 portano a compromissione dell'udito, che può portare allo sviluppo di otite media. La tonsilla allargata ostruisce i fori nei tubi uditivi che si trovano nel rinofaringe. La successiva violazione della ventilazione dell'orecchio medio, che si collega alla cavità nasale attraverso le trombe di Eustachio, porta all'accumulo di versamenti sierosi nella cavità dell'orecchio. Questa è una delle principali cause di infiammazione delle mucose e dello sviluppo dell'otite media.

    3 gradi di ipertrofia

    Le adenoidi di grado 3 sono caratterizzate da una forte proliferazione della tonsilla nasofaringea, in cui i tessuti linfoidi si sovrappongono al vomere di circa il 70-80%. Esternamente, assomigliano a una cresta di gallo, che pende dalla parete posteriore del rinofaringe e chiude le vie aeree. Per questo motivo, la respirazione nasale è molto difficile, quindi il bambino respira principalmente attraverso la bocca.

    Lo sviluppo di adenoidi di grado 3 porta al blocco dell'apertura dei tubi uditivi, con conseguente forte riduzione dell'udito e rischio di perdita dell'udito.

    La manifestazione clinica della malattia dipende dall'età del paziente e, di conseguenza, dal diametro interno delle vie aeree. Nei bambini di età inferiore ai 5 anni, i passaggi nasali sono molto stretti, quindi i tessuti troppo cresciuti si sovrappongono quasi completamente al rinofaringe. Quali sono i sintomi delle adenoidi di grado 3??

    • congestione nasale;
    • respiro continuo attraverso la bocca;
    • tensione delle ali del naso;
    • voce nasale;
    • russare e annusare durante il sonno;
    • frequente sviluppo di otite;
    • letargia e irritabilità;
    • infiammazione persistente del seno (sinusite, sinusite).

    Come trattare le adenoidi di grado 3? Con grave ipertrofia della tonsilla nasofaringea, ai pazienti viene prescritto un trattamento chirurgico. Se la vegetazione adenoidea non viene rimossa in un bambino piccolo, ciò può successivamente portare alla formazione anormale delle ossa del cranio e del torace. A causa della compromissione dello scambio di gas e dell'accumulo di una grande quantità di anidride carbonica nel sangue, una diminuzione delle capacità mentali o lo sviluppo di nevrosi.

    4 gradi di ipertrofia

    Le adenoidi di grado 4 sono la forma più grave di patologia in cui la tonsilla è bloccata al 100% dai passaggi nasali e dalle aperture dei tubi uditivi. A questo proposito, il flusso d'aria nella gola attraverso i passaggi nasali è bloccato. La violazione della funzione di ventilazione e drenaggio del rinofaringe porta al ristagno di secrezioni sierose nei seni paranasali e nell'orecchio medio. Ciò porta all'infiammazione degli organi ENT mucosi e allo sviluppo di malattie come sinusite, otite media, etmoidite, sfenoidite, ecc..

    Se non si rimuovono in tempo le adenoidi di 4 ° grado in un bambino piccolo, questo porterà a un cambiamento nel tipo di viso e un'infiammazione costante dell'orecchio medio influirà negativamente sulla sensibilità uditiva. Con una proliferazione critica della tonsilla nasofaringea, è necessario concordare una misura operativa. È quasi impossibile ripristinare la pervietà dei canali nasali con una sovrapposizione del 100% tra l'apriporta e il coro.

    Pertanto, le adenoidi di grado 3 e 4 possono essere curate solo se viene eseguita un'adenotomia, ad es. operazione chirurgica.

    Diagnostica

    Come si può curare la vegetazione adenoidea? I metodi ottimali per il trattamento della patologia possono essere determinati solo dopo la diagnosi e la determinazione del grado di proliferazione del tessuto linfoide. È problematico riconoscere indipendentemente lo stadio di sviluppo della malattia da manifestazioni cliniche. Pertanto, con il sospetto di adenoidi, è necessario sottoporsi ai seguenti tipi di esami:

    • rinoscopia posteriore - esame della parete posteriore della cavità nasale usando uno specchio speciale;
    • rinoscopia anteriore - un esame visivo dei passaggi nasali con una successiva valutazione del grado di pervietà;
    • esame endoscopico - esame dello stato del rinofaringe mediante un fibroscopio flessibile;
    • radiografia: determinazione della posizione di un tumore benigno e del grado di amigdala.

    Nel caso dello sviluppo di processi infiammatori nel tratto respiratorio, è necessario determinare l'agente patogeno dell'infezione. Per fare questo, il medico prende un tampone dalla cavità nasale e dalla laringe e durante l'analisi microbiologica e virologica determina il tipo di agenti patogeni che hanno provocato l'infiammazione.

    Trattamento conservativo

    Il trattamento senza chirurgia è possibile solo con un'ipertrofia tonsillare minore, ad es. nelle fasi 1 e 2 dello sviluppo delle adenoidi. La terapia farmacologica consente di ripristinare la funzione di drenaggio dell'organo immunitario e prevenirne la successiva crescita. Di norma, il regime di trattamento comprende farmaci antinfiammatori, antistaminici e antisettici:

    • gocce di vasocostrittore ("Naphthyzin", "Xymelin", "Suprim-Noz") - facilitano la respirazione nasale riducendo il gonfiore delle mucose;
    • rimedi omeopatici ("Angin gran", "Edas", "Tonsilgon") - aumentano la resistenza del corpo agli agenti patogeni, a seguito della quale viene ripristinata la normale attività della tonsilla nasofaringea;
    • antibiotici ("Augmentin", "Ampicillin", "Bioparox") - inibiscono la riproduzione di microbi patogeni, che previene lo sviluppo di infiammazioni purulente;
    • farmaci antiallergici (Fenistil, Erius, Zirtek) - alleviano il gonfiore e l'infiammazione, a seguito dei quali si osserva una diminuzione del volume del tessuto linfoide;
    • aerosol ormonali ("Nazonex", "Avamys", "Nasobek") - prevengono l'infiammazione e aumentano l'immunità locale, eliminando così i sintomi di un naso che cola prolungato;
    • immunocorrection ("Transfer factor", "Mipro-Vit", "Cordyceps") - aumenta l'immunità non specifica e la resistenza del corpo agli agenti patogeni.

    Con la corretta preparazione di un regime terapeutico e l'eliminazione tempestiva dei sintomi della patologia, la chirurgia può essere evitata.

    Inoltre, dopo i 9 anni, la tonsilla nasofaringea inizia a degradare e scompare quasi completamente all'età di 16-17 anni. Per questo motivo, la vegetazione adenoidea viene diagnosticata estremamente raramente nei pazienti dopo la pubertà..

    Chirurgia

    Non è sempre possibile utilizzare solo farmaci, antisettici per lavare il naso e inalazione per trattare le adenoidi. Se il tessuto ghiandolare copre oltre il 50% del vomere, molto probabilmente il paziente dovrà sottoporsi ad adenotomia. Devi capire che la vegetazione adenoidea è un tessuto già formato che non può essere assorbito sotto l'influenza di agenti essiccanti e antiallergici.

    Il tessuto patologicamente ricoperto può essere rimosso con:

    • Beckman adenotome (operazione classica);
    • Dispositivo Surgitron (escissione delle onde radio);
    • "coltello" laser (adenotomia laser);
    • rasoio (microbrider con una lama all'estremità).

    I metodi meno traumatici del laser e delle onde radio sono considerati per rimuovere la vegetazione adenoidea, poiché durante l'operazione le navi danneggiate sono "sigillate", il che impedisce il sanguinamento.

    L'intervento chirurgico non può essere evitato se la tonsilla ipertrofica ha bloccato completamente i passaggi nasali. Il trattamento prematuro della malattia può portare a complicazioni, come sinusite cronica, tonsillite, ascesso paratonsillare, ecc..

    Gradi di adenoidi in bambini e adulti

    Le adenoidi sono chiamate proliferazione patologica del tessuto linfoide (molto spesso tonsille rinofaringee). Quest'ultimo fa parte del sistema immunitario e svolge una funzione protettiva. I linfociti di questo organo combattono i microrganismi (batteri, virus). La tonsilla nasofaringea è una ed è localizzata nella regione della parete faringea posteriore. Le adenoidi si trovano principalmente nei bambini di 3-7 anni. Ragazzi e ragazze si ammalano ugualmente spesso. Il trattamento prematuro della malattia porta a sinusite, rinite e respirazione nasale compromessa.

    Perché c'è un aumento del tessuto linfoide nel rinofaringe?

    I fattori di rischio per la formazione di adenoidi negli adulti e nei bambini sono:

    1. Patologia infettiva del rinofaringe.
    2. Diatesi linfatica-ipoplastica.
    3. Disturbi endocrini.
    4. L'effetto dei virus sul feto in via di sviluppo (durante lo sviluppo fetale).
    5. Malformazioni congenite.
    6. Fattori ambientali (inalazione di aria inquinata, esposizione alle radiazioni).
    7. lesioni.
    8. Predisposizione genetica.
    9. La presenza di malattie allergiche (rinite, sinusite, pollinosi). L'allergene è polvere, polline, composti chimici, cibo e gas.

    Malattie infettive del rinofaringe

    Le adenoidi di secondo grado si presentano sullo sfondo delle seguenti patologie:

    1. Pertosse. Questa è una malattia batterica del gruppo di infezioni infantili causata dalla bordetella pertussis. L'infezione si verifica da goccioline trasportate dall'aria. I batteri entrano nel tratto respiratorio superiore (rinofaringe) con espettorato e saliva. I pazienti possono essere portatori di infezione per lungo tempo..
    2. Corey. Questa è una malattia virale acuta causata dal virus del morbillo. L'agente causale colpisce la mucosa del tratto respiratorio superiore, l'epitelio e il sistema reticoloendoteliale. Sono coinvolte anche le tonsille..
    3. Scarlattina. Questa patologia è caratterizzata da una lesione delle tonsille dal tipo di tonsillite. L'agente causale è il gruppo streptococco A. Una volta nel rinofaringe, i batteri causano infiammazione, danni ai piccoli vasi e alterazioni del tessuto necrotico.
    4. Difterite. Al centro della sconfitta delle tonsille c'è l'infiammazione fibrosa. Si forma un film che è difficile da rimuovere. Successivamente, si osserva l'ipertrofia del tessuto linfoide..
    5. Mal di gola (tonsillite acuta). Il più delle volte si verifica sullo sfondo dell'esposizione a basse temperature e ipotermia generale.
    6. Faringite (infiammazione della faringe). Può essere causato da streptococchi e stafilococchi.
    7. Bronchite cronica.
    8. SARS frequente. Osservato con una diminuzione dell'immunità.
    9. Infezioni di organi ENT (otite media, tonsillite cronica).
    10. Influenza.
    11. Infezione da rinovirus.
    12. Infezione da adenovirus.
    13. Mononucleosi infettiva.

    Diatesi linfatica

    L'ipertrofia (adenoidi di 2-3 gradi) è una conseguenza di un'anomalia della costituzione: diatesi linfatica-ipoplastica. Con questa patologia, si osservano cambiamenti linfoproliferativi in ​​combinazione con il sottosviluppo dei sistemi cardiovascolare ed endocrino..

    I fattori predisponenti sono:

    • tossicosi e preeclampsia durante la gravidanza;
    • infezione fetale;
    • lesioni alla nascita (osservate con una pelvi stretta, grandi dimensioni del bambino, debole attività lavorativa);
    • alimentazione impropria del bambino (l'uso di miscele artificiali con un alto contenuto di proteine);
    • frequenti infezioni respiratorie acute.

    A rischio sono spesso i bambini malati. La patogenesi della diatesi è una violazione della regolazione ormonale dell'ipotalamo, insufficiente produzione di corticosteroidi e un eccesso di mineralcorticoidi. Ciò porta a una violazione dell'immunità delle cellule T e dell'iperplasia linfoide.

    Segni di un aumento delle adenoidi

    Devi sapere non solo cosa sono le adenoidi, ma anche come si manifesta questa patologia. I seguenti sintomi ne sono caratteristici:

    1. Peggiore respirazione nasale. Questo è il primo sintomo che si verifica anche con le adenoidi di grado 1. Le crescite linfoidi bloccano le vie respiratorie nasali, riducendo il loro lume. Ciò provoca una diminuzione della circolazione dell'aria. In questo caso, la respirazione attraverso la bocca non è disturbata. Con le adenoidi di terzo grado, i pazienti difficilmente possono respirare attraverso il naso. La loro bocca è quasi sempre aperta.
    2. Naso che cola (secrezione mucosa). Le cause sono infiammazione delle adenoidi e aumento del lavoro delle cellule caliciformi che producono muco. Anche la permeabilità vascolare cambia. Lo scarico è fluido, abbondante e non contiene pus..
    3. Danni alla pelle in previsione del naso. Il motivo è l'effetto sul tessuto mucoso nella rinorrea.
    4. Tosse. Molto spesso è improduttivo (senza espettorato). La causa della tosse è l'irritazione dell'apparato recettoriale. È parossistico e più pronunciato di notte e al mattino..
    5. Problema uditivo. Si osserva raramente. Grandi proliferazioni possono bloccare l'apertura delle tube uditive. La compromissione dell'udito è unilaterale (sinistra o destra) e bilaterale.
    6. Segni di intossicazione. Osservato solo in caso di infezione (sviluppo di adenoidite). Possibile febbre bassa, debolezza, mal di testa, sonnolenza e riduzione dell'appetito.
    7. Iperemia della mucosa delle tonsille e del concha nasale.
    8. Linfoadenopatia (linfonodi ingrossati).
    9. La presenza di russare durante il sonno.
    10. Ansia.
    11. Disturbi del sonno (incubi).
    12. Deterioramento dell'olfatto. Si osserva in caso di sviluppo di rinite o sinusite con adenoidi.
    13. Malocclusione. Si verifica a causa di disfunzione del palato duro..
    14. Cambiamento del viso (bocca semiaperta, posizione errata dei denti, mascella inferiore sporgente, indifferenza, esaurimento delle emozioni).
    15. Modifica della forma del torace (sporgenza della parte anteriore della chiglia). Si osserva nei bambini con un lungo decorso della malattia a causa di una diminuzione della profondità dell'ispirazione.
    16. Segni di ipossia cerebrale cronica sotto forma di mal di testa, affaticamento durante il lavoro mentale, vertigini, perdita di memoria e attenzione, riduzione delle prestazioni del bambino.

    Maggiori informazioni sui gradi di allargamento delle adenoidi

    Quanti gradi di adenoidi ogni medico ORL dovrebbe sapere. Ci sono 3 fasi di sviluppo di questa patologia. Con l'iperplasia di grado 1, un terzo del lume delle choanas (aperture nasali interne) e l'apriporta (ossa nasali) sono chiusi. Di giorno, la respirazione non è disturbata, ma di notte è difficile. Si notano rari risvegli e russare..

    Con adenoidi di 2 ° grado, metà delle aperture nasali e l'apriporta si sovrappongono. I pazienti respirano principalmente attraverso la bocca. Si osservano frequenti russare nel sonno, risvegli più frequenti, secrezioni mucose e tosse. Se non rimuovi le adenoidi, possono aumentare e sovrapporsi quasi completamente ai cigni. In questa fase, compaiono segni di carenza cronica di ossigeno. Tali bambini sono spesso in ritardo nello sviluppo fisico e mentale dei loro coetanei. Le adenoidi di grado 4 non vengono diagnosticate.

    Diagnosi della malattia

    Prima di trattare le adenoidi di grado 2, è necessario esaminare il paziente e chiarire la diagnosi. Avrai bisogno:

    1. Una storia della malattia e della vita. Il medico determina i possibili fattori di rischio, la patologia allergica del paziente, le infezioni precedenti e i reclami al momento dell'esame.
    2. Ispezione visuale.
    3. Palpazione.
    4. Ascoltando i polmoni e il cuore.
    5. Percussione.
    6. Radiologia. Su una radiografia, è possibile valutare le condizioni delle ossa del cranio, compresi i seni paranasali. Assicurati di scattare una foto del rinofaringe nella proiezione laterale. Durante la procedura, il paziente deve aprire la bocca. Le adenoidi a raggi X sono definite come aree di crescita dei tessuti arrotondate.
    7. Test clinici generali.
    8. rinoscopia Succede avanti e indietro. Ti permette di ispezionare i passaggi nasali usando uno specchio. Durante la rinoscopia, vengono utilizzate gocce di vasocostrittore. Durante la deglutizione, è possibile rilevare le adenoidi oscillanti.
    9. TAC.
    10. Esame endoscopico utilizzando una sonda sottile e flessibile con una fotocamera. Viene somministrato attraverso la bocca o il naso. Anestetico locale pre-usato.
    11. Audiometria (valutazione dell'acuità uditiva).
    12. Esame di un tampone rinofaringeo.
    13. Analisi citologiche (eseguite per escludere un tumore).
    14. Esame delle dita del rinofaringe.
    15. Faringoscopia (esame strumentale della faringe).

    La diagnosi differenziale viene eseguita con sinusite (sinusite, etmoidite, frontite e sfenoidite), polipi e rinite cronica.

    Come trattare una malattia?

    Come curare le adenoidi di 2 ° grado, non tutti lo sanno. La terapia può essere conservativa e radicale (chirurgia). Gli obiettivi del trattamento sono ripristinare la pervietà nasale, facilitare la respirazione, prevenire le complicanze ed eliminare i sintomi della malattia.

    Gli aspetti principali della terapia sono:

    • l'uso di medicinali locali (sotto forma di gocce, spray) e sistemici;
    • speleoterapia;
    • lavanda del naso;
    • inalazione;
    • fisioterapia (terapia laser e ozono, irradiazione ultravioletta dei tessuti);
    • esercizi di respirazione (respiri attivi acuti attraverso il naso, seguiti da esalazioni lente attraverso la bocca, busto con inspirazione mentre si tocca il pavimento ed espirazione quando si ritorna alla posizione iniziale, si accovaccia con respiri acuti, profondi ed esalazioni lente);
    • l'uso di rimedi popolari;
    • Intervento chirurgico;
    • trattamento delle malattie infettive e allergiche esistenti;
    • smettere di fumare;
    • frequenti passeggiate all'aria aperta.

    Terapia conservativa

    Con le adenoidi di 2 ° grado, è inefficace. Il trattamento conservativo senza rimozione delle escrescenze è possibile solo al 1 ° stadio, quando le escrescenze non sono ancora cresciute. I seguenti farmaci possono essere prescritti ai pazienti:

    1. Antistaminici (bloccanti del recettore dell'istamina H1). Vengono utilizzati Loratadin, Claritin, Clarisens, Lorahexal, Tsetirizin, Tavegil, Zodak, Zirtek, Tsetrin, Desal ed Erius. Questi farmaci sono efficaci per la natura allergica della malattia. Gli antistaminici sono prescritti in base all'età dei pazienti.
    2. Preparazioni multivitaminiche (Aevit).
    3. Farmaci antinfiammatori topici (Nazonex, Desrinitis, Nozefrin, Mometasone Sandoz, Momat Rino, Avamis). La composizione di questi farmaci comprende un corticosteroide, grazie al quale hanno un forte effetto antinfiammatorio..
    4. Agenti rinforzanti generali (preparati di calcio).
    5. Antisettici (soluzione di Protargolum).
    6. Medicinali omeopatici (Euphorbium Compositum Nazentropfen C). Lymphomyozot è ampiamente usato per le adenoidi. È prescritto solo agli adulti..

    Nel trattamento delle adenoidi, l'inalazione è ampiamente utilizzata. Sono sale, vapore, secco (vengono utilizzati oli essenziali) e medicinali. Un nebulizzatore viene utilizzato per spruzzare la soluzione. I metodi di trattamento accessori includono l'uso di rimedi popolari. Sono usati:

    • succo di aloe (sepolto nei passaggi nasali 1-2 gocce 2-3 volte al giorno);
    • decotto di corteccia di quercia, menta e iperico;
    • olio di olivello spinoso;
    • estratto di propoli.

    Farmaci antibatterici

    Gli antibiotici per le adenoidi di grado 4 sono prescritti solo in caso di infezione secondaria (batterica), secrezione purulenta e manifestazioni sistemiche dell'infezione. Ai bambini e agli adulti possono essere prescritti farmaci sistemici dal gruppo di penicilline (Amoxiclav, Augmentin, Amoxicillin, Flemoxin Solutab, Amosin), cefalosporine (Cefuroxime, Aksetin, Zinacef, Cefurus, Antibioxim, Ceftrititone, Azaran, Lendacinum, Azrocefit, Roffcece, Roffcece, Roffcef.

    Degli antibiotici locali vengono utilizzati Isofra e Polydex con fenilefrina. Isofra è disponibile sotto forma di spray nasale. Contiene aminoglicoside - framicetina solfato. Il farmaco ha un ampio spettro di azione e non viene utilizzato per più di 10 giorni. Polydex contiene 2 antibiotici (polimixina e neomicina), un vasocostrittore (fenilefrina) e un desametasone corticosteroide. Il medicinale non è prescritto per glaucoma, intolleranza, bambini di età inferiore a 2,5 anni, donne in gravidanza, in allattamento e persone con insufficienza renale.

    Gocce di vasocostrittore

    I farmaci vasocostrittori sotto forma di gocce riducono il gonfiore dei tessuti restringendo i vasi sanguigni e riducendo la loro permeabilità, che aiuta ad alleviare la respirazione nasale e ridurre le secrezioni. Più comunemente usato:

    Questi sono rimedi sintomatici. Non eliminano le cause della malattia, ma ti fanno solo sentire meglio. Gli agonisti alfa-adrenergici non vengono utilizzati a lungo a causa della possibile atrofia della mucosa nasale. La durata del trattamento non è superiore a 5-7 giorni.

    immunostimolanti

    Al fine di rafforzare l'immunità con le adenoidi, sono prescritti:

    1. Immunorm. Contiene succo di echinacea fresco.
    2. Estratto di eleuterococco.
    3. Estifan. Assegnato a bambini spesso malati.
    4. Echinacea (dai 12 anni).
    5. Immunal.
    6. Ribomunil. Questo è un farmaco di origine batterica, prodotto sotto forma di compresse e granuli per somministrazione orale. L'indicazione principale è la patologia ORL..
    7. Ismigen (nominato da 3 anni). Il medicinale viene assunto sotto la lingua. Non è consigliabile sciogliere, masticare e deglutire le compresse.
    8. Imudon.

    Risciacquare il naso

    Con l'infiammazione delle adenoidi (adenoidite) al fine di pulire i passaggi nasali, vengono utilizzati i seguenti mezzi per sciacquare la cavità nasale:

    1. Aqualore Forte.
    2. Aqualor Forte Mini.
    3. Aqua Maris.
    4. Aqualor Soft.
    5. Aquamaster.
    6. Nazol Aqua.
    7. Aqua Rinosol.
    8. Marimer.
    9. Physiomer.
    10. Dr. Theiss Allergol Seawater.

    Il lavaggio nasale nei bambini di età inferiore a 2 anni viene effettuato in posizione supina. La testa viene girata su un lato e il farmaco viene iniettato alternativamente nel passaggio nasale destro e sinistro. In età avanzata, la procedura può essere eseguita in piedi e seduti..

    Rimozione chirurgica di adenoidi

    Se le adenoidi non vengono trattate in questa fase e progrediscono gradualmente, è necessario un intervento chirurgico. I metodi per rimuovere le crescite linfoidi sono:

    1. Criodistruzione (distruzione dei tessuti colpiti con azoto liquido). I benefici sono senza sangue, efficaci e facili..
    2. Intervento endoscopico. Presuppone l'uso di una sonda con una fotocamera.
    3. Adenotomia aperta.

    Controindicazioni alla rimozione di adenoidi sono:

    • età fino a 2 anni;
    • malattie infettive acute;
    • immunizzazione recente;
    • anomalie vascolari e malformazioni congenite delle ossa dello scheletro facciale;
    • neoplasie maligne;
    • disturbo della coagulazione del sangue.

    L'operazione viene eseguita in anestesia o anestesia locale (per bambini piccoli).

    Prevenzione

    Per prevenire le adenoidi, è necessario:

    • vaccinare;
    • cura tempestiva patologia infettiva;
    • escludere il contatto con allergeni (specialmente con sinusite allergica, rinite e febbre da fieno);
    • aumentare l'immunità;
    • mangiare bene (mangiare frutta e verdura ogni giorno);
    • indurire;
    • evitare l'inalazione di gas, fumo e aria contaminata;
    • vivere una vita sana;
    • praticare sport attivi;
    • non raffreddare;
    • trattare la rinite e la sinusite;
    • prevenire lesioni al naso e al cranio;
    • pianificare la gravidanza (evitare le malattie virali);
    • visitare periodicamente un medico ORL.

    Non esiste una profilassi specifica. Al fine di prevenire l'adenoidite, è necessario contattare l'otorinolaringoiatra in modo tempestivo ed essere trattati.